Testa

 Oggi è :  06/02/2023

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

10/08/2008

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

LA PUGLIA INVESTE SUI GIOVANI “BOLLENTI SPIRITI”

Clicca per Ingrandire Oltre 5mila giovani provenienti da 223 Comuni di tutta la Puglia (l’87,1 percento del totale) per 1569 progetti: sette milioni e 600mila euro ne finanzieranno 300 entro la fine del 2009 con “Principi attivi–giovani idee per una Puglia migliore”, una iniziativa della Regione Puglia, Assessorato alla Trasparenza e Cittadinanza Attiva, realizzata nell’ambito del programma regionale per le politiche giovanili “Bollenti Spiriti”. Lo scopo è promuovere l’attivazione giovanile e la partecipazione dei giovani alla strategia di sviluppo.

Al bando, presentato in un tour itinerante (95 incontri per 80 diverse località) e scaduto il 31 luglio, hanno partecipato 5000 ragazzi (minimo 2 per progetto). Tre i temi proposti: l’ambiente, l’innovazione e l’inclusione sociale. “Sapevamo - ha detto l’assessore regionale al ramo, Guglielmo Minervini - che in Puglia c’era un sommerso di giovani in fermento. Con questa iniziativa, prima in Italia, volevamo invitarli a provare a far leva su se stessi, a tirar fuori i sogni riposti nel cassetto e volevamo che lo facessero in Puglia.”

Le 1569 ‘idee’ saranno valutate a settembre da una “Commissione di saggi” composta da nove professionisti: Fabio Salviato, presidente della Banca Etica, Edoardo Winspeare, regista, Maria Teresa Salvemini, economista, Daniela Marcone, Associazione Libera, Johnny Dotti, fondatore ed ex presidente del Consorzio Gino Mattarelli, Domenico Favuzzi, imprenditore-presidente di Exprivia, Francesca Perrini, dirigente del Centro giustizia Minorile pugliese, Maddalena Tulanti, direttore del Corriere del Mezzogiorno e Alessandro Laterza, editore.

Entro la fine del 2009 “Principi Attivi” finanzierà con i 7 milioni e 600 mila euro del Fondo Nazionale per le politiche giovanili (accordo di programma quadro tra Regione Puglia e Governo centrale) con contributi a fondo perduto fino a 25 mila euro, oltre 300 progetti tra quelli presentati. La provincia più partecipe è stata quella barese con il 44,2% dei progetti totali presentati. A seguire Lecce (24,9%), Foggia (13,4%), Taranto (10,4%) e Brindisi (6,8%). “Con un alto tasso di incoscienza - ha proseguito Minervini - abbiamo voluto lasciarci stupire. I dati sono straordinari. In quasi tutti i Comuni almeno un principio attivo si è mobilitato e ha dichiarato la propria voglia di scommettere. E’ uno spaccato che sgretola i luoghi comuni, gli stereotipi dei giovani bamboccioni”.

Nel periodo di vigenza del bando (5 maggio – 31 luglio 2008), la stanza Principi Attivi sul forum Bs ha ospitato 401 diverse discussioni, per un totale di 1007 messaggi complessivi. Il sito è stato visitato da oltre un milione e mezzo di utenti. “Un vero successo – ha concluso l’assessore. - Il nostro futuro per lo sviluppo della Puglia è l’economia della conoscenza, un’economia che fa leva
sulle idee innovative. Richard Florida sostiene che l’economia della conoscenza si sviluppa in quei territori caratterizzati da tre elementi: tolleranza, tecnologia e talento. Le giovani generazioni si spostano proprio verso quelle zone dove si creano queste condizioni. La Puglia ha il potenziale per fermare l’emorragia di cervelli e diventare terra ospitale della creatività”.

Brigida Saltarelli



 Quotidiano “Puglia” (9 agosto 2008)

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 1504

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.