Testa

 Oggi è :  25/08/2019

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

09/08/2008

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

SANITA PUGLIESE: “INFINITA SERIE DI RETROMARCE”

Clicca per Ingrandire “La Sanità Pugliese è senza una guida politica autorevole e credibile. Le reboanti dichiarazioni del presidente Vendola sono rimaste tali. Una serie infinita di retromarce non rende più credibile l’azione che questo governo regionale intende mettere in atto”. Così il segretario generale Fp-Cgil di Bari Giuseppe Catucci. “A peggiorare ulteriormente la situazione di crisi della sanità pugliese – continua - sarà la manovra finanziaria 2009 del Governo delle Destre, a guida Berlusconi, fatta di tagli e di blocco delle assunzioni, che produrranno inevitabilmente una rilevante riduzione delle prestazioni e la liberalizzazione selvaggia dei servizi a vantaggio delle privatizzazioni.

“Per contrastare tutto questo - aggiunge - serve un’azione del governo regionale decisa e forte, che metta al centro solo ed esclusivamente l’interesse del cittadino- utente oltre a una forte azione di trasparenza e moralizzazione, scegliendo con chiarezza quali gli alleati per vincere quella scommessa inizialmente fatta con gli elettori e i cittadini pugliesi. L’aver accorpato le Asl, una per provincia - osserva - senza un’idea diversa di organizzazione e di gestione, con fortissime dosi di autonomia e di responsabilità, con periodiche verifiche dei risultati, ha prodotto soltanto guasti, deresponsabilizzazione, e un gigantesco buco nei bilanci Asl, le cui responsabilità primarie sono dei manager e della dirigenza gestionale, che non hanno saputo e/o voluto cambiare rotta rispetto alle precedenti gestioni. Sono stati indotti - si chiede il sindacalista - oppure ha fatto comodo la convivenza con i così detti poteri forti?

“Certo è - conclude - che la situazione è destinata a peggiorare se non si inverte decisamente rotta. La mobilità dei direttori generali, sanitari e amministrativi, da una Azienda ad un’altra, non è sufficiente, anzi genera solo confusione e per alcuni versi sconcerto. Servono interlocutori seri, credibili e moralmente sani. Attendiamo risposte precise ai tanti nostri interrogativi. Se non vi sarà un vero cambiamento, e non solo di facciata, il mese di settembre sarà anche per Vendola un mese da ricordare”.

 Redazione

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 1251

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.