Testa

 Oggi è :  06/02/2023

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

09/08/2008

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

“CI INDIGNA IL GARGANO DELLE CASE E DISCARICHE ABUSIVE”

Clicca per Ingrandire Il CSN onlus - Pro Natura Capitanata, pur sottolineando fiducia nella Magistratura, sente il dovere di esprimere la piena solidarietà all´ex presidente del Parco Nazionale del Gargano, Matteo Fusilli, e all´ex direttore, Matteo Rinaldi, per i recenti attacchi avvenuti a mezzo stampa.
“Questo è sentito e dovuto - afferma il presidente Vincenzo Rizzi – e noi siamo orgogliosi di aver condiviso con Fusilli e Rinaldi l´impegno di far crescere il Parco Nazionale del Gargano, un impegno concretizzatosi in tantissime iniziative che per un decennio hanno trasformato la Montagna del Sole in una fucina sperimentale del nuovo corso che univa la tutela del paesaggio e la riscoperta delle tradizioni con lo sviluppo sostenibile.

“Volendo utilizzare una metafora sportiva in questo clima olimpionico - continua Rizzi - in quegli anni si è alzata l´asticella del salto portandola a una altezza record che per tutti noi, che ci occupiamo di ambiente e di sviluppo, rappresenta e deve rappresentare un esempio da emulare nella speranza di superarlo per raggiungere nuove mete. Purtroppo, per colpa di una becera politica (bipartisan) si è operato non guardando a come alzare l´asticella ma a cancellare i record raggiunti, e riportando l´asticella a livelli ben più bassi.

“E´ bene ricordare come l´ex direttore e l´ex presidente abbiano operato cercando di dare un segnale forte contro l´imperante abusivismo - aggiunge - nella più totale solitudine, in anni in cui il fenomeno era tollerato ai più alti livelli istituzionali. Quello che ci fa vergognare quindi non è il fatto che Rinaldi e Fusilli siano forse stati tratti in inganno affidando l´incarico a chi, allora, stava operando nella piena fiducia del Governo anche attraverso il Ministro dell´Ambiente (che, d´altro canto, pur avendo anche funzione di controllo, non ha annullato le delibere incriminate), e che, ricordiamo - puntualizza - non ha ingannato solo i vertici dell´allora Ente Parco, coi suoi roboanti titoli, ma anche i livelli istituzionali più alti del Nostro Paese, basti pensare alla Commissione Parlamentare Mitrockin presieduta dall´on. Guzzanti.

“Quello che davvero ci fa vergognare e indignare è piuttosto il fatto di vedere nel Gargano miriadi di discariche abusive, di carcasse di auto date alle fiamme e lasciate come totem degne dell´ingresso nella spettrale Terra di Mordor, pensata da Tolkien, dove l´Ombra cupa scende … per non parlare delle centinaia di case abusive, piste, strade e in ultimo - conclude Rizzi - di quegli alberghi che in barba a qualsiasi buon senso sono stati considerati ecocompatibili dalla nuova gestione dell´Ente Parco e che in realtà sono in assoluto degli ecomostri, e su tutto questo infine, quasi a suggellare il primato dell´illegalità, l´immenso rogo dello scorso anno, foriero di future colate di cemento.





 Centro Studi Naturalistici

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 1536

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.