Testa

 Oggi è :  07/08/2020

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

08/08/2008

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

UNO SCIPPO DA “DELITTO PERFETTO”

Clicca per Ingrandire La salute è un diritto di tutti, ma a quanto pare non dei garganici e dei cittadini di Vieste. Il servizio di eliambulanza, operativo da anni con base a Vieste e protagonista di delicati e decisivi interventi salvavita su tutto il Gargano nord viene scippato all’intero territorio senza tanti complimenti dalla Regione Puglia su input della Azienda Asl Foggia 1. Il tutto in nome di una sperimentazione di un servizio di elisoccorso con base presso lo scalo di Foggia Gino Lisa di assai dubbia affidabilità, come cominciano a documentare eloquentemente casi di pronto intervento verificatisi in questi giorni (di affollatissima presenza turistica) e che non sembra proprio possano testimoniare un miglioramento di tutta la struttura del pronto intervento in zona.

Sulla delicatissima vicenda si registra la mobilitazione di tutta la cittadinanza viestana e nordgarganica che ha fatto sentire la sua voce attraverso migliaia di email e fax indirizzata all’Azienda Asl ed all’Assessorato alle Politiche della Salute della Regione Puglia. L’amministrazione comunale di Vieste, con in testa il Sindaco Ersilia Nobile (che presiede anche il Comitato dei Sindaci nordgarganici assai critici sulla politica sanitaria della Giunta di Nichi Vendola), non ha risparmiato sforzi per far sentire la sua voce. Ha sensibilizzato i consiglieri regionali ed ottenuto un incontro con l’assessore regionale al ramo Alberto Tedesco, il quale senza tanti giri di parole ha fatto intendere che quello dell’eliambulanza a Vieste è solo “un taxi” prerogativa di un inusitato privilegio di Vieste e del Gargano nord.

A nulla sono valse le spiegazioni, i dati, le testimonianze dei medici sul campo, la cronaca di documentati interventi salvavita di tantissimi cittadini. A nulla è valso il porre l’accento su un triste privilegio di questo territorio e del distretto sanitario nord garganico, del tutto privo di presidi ospedalieri e caratterizzato da orografia impervia, nonché viabilità precaria. Spiegazioni che hanno cozzato contro un muro di sordità e preparato il terreno a quello che può definirsi uno scippo di tutela della salute da “delitto perfetto” ai danni di una comunità intera. Comprensibile dunque l’ingente mobilitazione in atto che vede cittadini di ogni appartenenza politica, costituirsi in comitati, raccogliere firme e adesioni alla protesta e alla richiesta di mantenimento del servizio che registra la sordità e l’insensibilità del solo PD a tutti i livelli:locale, provinciale, regionale.

Sordità che a copertura di una manovra politica complessiva sulla sanità pugliese che per usare un eufemismo si sta rivelando “impresentabile”, di fronte alle legittime proteste dei cittadini non conosce altra reazione che quella di un istinto liberticida, che manda in soffitta in un sol colpo tutti i propositi You Can dei veltroniani di Puglia. Come documenta un increscioso episodio verificatosi questa mattina a Vieste, dove ad un comitato spontaneo apolitico di raccolta di firme da consegnare ad esponenti Pd al traino della discutibile campagna intitolata “Salviamo l’Italia” è stato impedito di svolgere la dovuta sensibilizzazione sul tema, invocando nientemeno che l’intervento delle forze dell’ordine. Triste pagina di tentata repressione di battaglia democratica, esercitata democraticamente. Non si era mai registrato su un tema così delicato un atteggiamento così tanto sbrigativo, oppressivo e lesivo di qualsivoglia dialettica democratica, come quello messo in mostra dal Pd locale e pugliese. Gli elettori non dimenticheranno di qui alle prossime scadenze elettorali.

FI verso il PdL - AN verso il PdL - UDC

 Redazione

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 301

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.