Testa

 Oggi è :  23/02/2020

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

16/07/2008

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

QUANDO UN OSPEDALE SUL GARGANO NORD?

Clicca per Ingrandire "Il cambiamento culturale che la Sanità pugliese sta faticosamente ma con grande decisione avendo in questi giorni, in vista della imminente presentazione in Consiglio regionale del nuovo Piano della Salute, dovrà riguardare soprattutto la Capitanata e le legittime aspettative per una Sanità migliore che la popolazione dauna attende da anni - ha commentato a Foggia il consigliere regionale Giovanni De Leonardis (nella foto), durante lo svolgimento dei lavori itineranti della 3.a Commissione consiliare riguardanti le audizioni degli “attori sociali del territorio” sul Piano della Salute.

“E' innegabile - ha dichiarato il consigliere foggiano - l'evidente e difficile momento che sta attraversando il sistema sanitario regionale, costretto a confrontarsi con un'atavica crisi culturale e strutturale che la Politica in trent'anni non è riuscita a cambiare ed è proprio per questo che va sostenuto in tutte le sedi l'immane sforzo politico e organizzativo che stanno sostenendo l'assessore Tedesco e il presidente Vendola nel voler dare una Sanità migliore alla gente di Puglia. Anche per questo il nuovo Piano della Salute dovrà prevedere alcune particolari attenzioni alla sanità della provincia di Foggia e alle legittime aspettative dei suoi cittadini.

“E' necessario - ha ribadito - potenziare l'offerta sanitaria pubblica sull'intero territorio ed in particolar modo quella del Gargano Nord, in cui località come Vieste, Peschici, Vico, Carpino, Cagnano, Ischitella, Rodi e le Isole Tremiti attendono da anni che vengano realizzate infrastrutture sanitarie adeguate alle esigenze della comunità comprensoriale che si sente da sempre emarginata e dimenticata dal resto della provincia, anche per le difficoltà che continua a creare il complesso sistema stradale esistente. Una maggiore attenzione merita inoltre il territorio del Sub-appennino dauno con particolare riguardo al comune di Lucera ed al suo Ospedale 'Lastaria'. Ragioni strategiche, buona sanità e rappresentanza territoriale hanno fatto in modo che l'Ospedale diventasse il vero riferimento sanitario di tutta la popolazione appenninica. Per questo è fondamentale potenziarne, sia con nuove e qualificate risorse umane che tecnologicamente, i servizi sanitari. Sicuramente se ne avvantaggerebbe l'intera offerta sanitaria pubblica del territorio.

“E' sotto gli occhi di tutti - ha concluso - che la Sanità in Puglia sta cambiando pelle e la prova provata di tutto ciò non potrà non essere il miglioramento epocale dei servizi sanitari pubblici in Capitanata”.

 Redazione

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 5059

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.