Testa

 Oggi è :  20/03/2019

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

02/06/2016

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

F1: MONTECARLO NON SA SMENTIRSI

Clicca per Ingrandire Domenica 29 maggio si è corso sulle strade di Montecarlo il GP del Principato di Monaco, sesta prova del mondiale F1 2016. Fin dalle prime prove libere del giovedì si è assistito al debutto della gomma più morbida, la ‘ultrasoft’, che esordisce nell’occasione. Red Bull subito in palla con Ricciardo a dominare le libere 1 e 2 precedendo le Mercedes. Male la Ferrari, costretta a lottare contro le Toro Rosso. Nelle terze prove libere però è Vettel a chiudere al comando, lasciando ben sperare per le qualifiche che, purtroppo, perdono subito un grande protagonista, Max Verstappen, vincitore a Barcellona, a muro alla seconda chicane delle piscine e costretto a partire dai box.

Nella Q3 Ricciardo fa un giro fantastico che gli vale la pole position. Seconda posizione per Rosberg che precede Hamilton, penalizzato da problemi al motore. Quarta piazza per Vettel, solo sesta fila per Raikkonen, costretto a sostituire il cambio. Il primo colpo di scena arriva la mattina di domenica: un violento acquazzone irrompe su Montecarlo e i piloti sono costretti a montare gomme ‘full wet’ nei primi giri della gara. Per motivi di sicurezza, i primi sette sono percorsi dietro la safety car e appena la gara riprende avviene già il primo incidente: sul rettilineo del traguardo Palmer va in acquaplanning e impatta inevitabilmente il muro della St. Devote. La direzione gara fa entrare in pista la virtual safety car per rimuovere tutti i detriti persi dalla Renault.

La gara di Kvyat è compromessa da problemi alla frizione e dopo i primi giri è fuori gara. Al 12.mo giro la gara riprende ma Raikkonen, nella foga di recuperare, va lungo al tornantino della vecchia stazione e danneggia l’alettone che finisce sotto la gomma anteriore costringendo il ferrarista al ritiro un paio di curve dopo. Rosberg, secondo, ha evidenti difficoltà e in pochi giri Ricciardo ha già oltre 10 secondi di vantaggio sulle due Mercedes. Al 15.mo giro arriva l’ordine dal box Mercedes di far passare Hamilton, il quale si lancia all’inseguimento di Ricciardo, ma i due girano su tempi simili, quindi il distacco resta costante.

Intanto, alcuni piloti, fra cui Vettel, vanno ai box e montano gomme intermedie. La scelta sarebbe corretta, ma il problema è il traffico. Infatti Vettel dopo la sosta rientra alle spalle di Massa che ha le full wet e rallenta il ferrarista. Il tedesco prova più volte il sorpasso, ma le condizioni del circuito rendono ancora più impossibile i sorpassi. Al 21.mo giro va ai box Perez e rientra in pista fra Massa e Vettel. Rosberg continua a perdere circa tre secondi a giro e rischia di essere superato da Perez e Vettel, quando si fermerà ai box. Al 20.mo finalmente si ferma ai box Massa, ma Vettel non ha pista libera perché si ferma anche Rosberg e rientra appena davanti alla Ferrari. Due giri dopo è il turno del leader, Ricciardo, mentre Hamilton prosegue con le full wet sperando che il sole gli permetta di montare direttamente le gomme slick.

Al giro 31 arriva il momento delle gomme da asciutto: si fermano Hamilton, Rosberg, Vettel, Perez e Alonso, mentre Ricciardo prosegue per un altro giro con le intermedie. Gara stregata per Rosberg: problemi per lui al pit-stop e Perez, Vettel e Alonso lo sopravanzano. Al termine del 32° si ferma anche Ricciardo ma, incredibilmente, non sono pronte le gomme da montare. Hamilton ne approfitta e guadagna la testa della corsa. L’australiano non demorde e segue come un’ombra la Mercedes e, nel giro 34, attacca Hamilton in fondo al tunnel. Il tre volte campione del mondo si difende e porta l’avversario verso il muro. Successivamente i commissari non prenderanno provvedimenti nei confronti del pilota Mercedes.

Nei successivi 20 giri la gara vive soprattutto dei due duelli Hamilton-Ricciardo e Perez-Vettel, col tedesco che spesso e volentieri abbassa il tempo limite sul giro. I due piloti Sauber decidono di autoeliminarsi: infatti dal box arriva l’ordine a Nasr di lasciar passare Ericsson alla curva 1, ma lo svedese brucia le tappe e attacca alla curva 13, Nasr stringe la traiettoria e i due arrivano al contatto: VSC in pista ed entrambe le Sauber ritirate. Al 68° giro viene rimandata in pista per la quarta volta la VSC per poter rimuovere un enorme sacco di plastica dalla traiettoria. Ma una gara tanto rocambolesca non può non avere un’appendice analoga: infatti negli ultimi tre giri ritorna la pioggia e i piloti sono costretti a guidare sul velluto per non gettare tutto alle ortiche.

Non accade più nulla, nonostante le fasi molto concitate degli ultimi giri. La pessima gara di Rosberg è coronata dal sorpasso subìto da Hulkemberg proprio sul traguardo, che lo fa retrocedere in settima posizione. Vince Hamilton, davanti a Ricciardo e Perez.

Stefano Tavaglione


ORDINE DI ARRIVO
1 LEWIS HAMILTON GBR MERCEDES 1:59:29.133
2 DANIEL RICCIARDO AUS RED BULL RACING +7.252s
3 SERGIO PEREZ MEX FORCE INDIA +13.825s
4 SEBASTIAN VETTEL GER FERRARI +15.846s
5 FERNANDO ALONSO ESP MCLAREN +85.076s
6 NICO HULKENBERG GER FORCE INDIA +92.999s
7 NICO ROSBERG GER MERCEDES +93.290s
8 CARLOS SAINZ ESP TORO ROSSO +1 giro
9 JENSON BUTTON GBR MCLAREN +1 giro
10 FELIPE MASSA BRA WILLIAMS +1 giro
11 VALTTERI BOTTAS FIN WILLIAMS +1 giro
12 ESTEBAN GUTIERREZ MEX HAAS +1 giro
13 ROMAIN GROSJEAN FRA HAAS +2 giri
14 PASCAL WEHRLEIN GER MANOR +2 giri
15 RIO HARYANTO INA MANOR +4 giri


CLASSIFICA PILOTI

1 N. Rosberg Mercedes 106
2 L. Hamilton Mercedes 82
3 D. Ricciardo Red Bull 66
4 K. Raikkonen Ferrari 61
5 S. Vettel Ferrari 60

CLASSIFICA COSTRUTTORI

1 Mercedes 188
2 Ferrari 121
3 Red Bull 112
4 Williams 66
5 Force India 37

 Redazione

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 948

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.