Testa

 Oggi è :  21/08/2019

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

07/05/2016

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

MISTERI E SOLIDARIETÀ

Clicca per Ingrandire Continuano gli appuntamenti di “Uomini e donne di pace”, rassegna in itinere nei Comuni del Gargano nata per promuovere e sensibilizzare a una cultura della pace. Il primo è fissato sabato 14 maggio a Rodi Garganico, il secondo sabato successivo, 21 maggio, a Cagnano Varano. La rassegna ha già fatto tappa a Vico del Gargano, Manfredonia, Peschici, Vieste e si concluderà il 29 luglio 2016 a Monte Sant’Angelo con la cerimonia di consegna di un premio speciale a personalità e organizzazioni che si sono distinte per l’efficacia del loro impegno a favore della pace.


14 MAGGIO = A circa quarant’anni dal rapimento di Aldo Moro, dalla morte degli agenti della scorta e da un epilogo durato cinquantacinque giorni che ha cambiato per sempre storia e futuro di questo Paese, sono molte le domande senza risposta e smarrite in circa due milioni di pagine, otto processi, quattro Commissioni terrorismo e stragi, una Commissione P2, una Commissione Moro. Chi è perché ha ucciso Aldo Moro? È questo il tema dell’incontro aperto al pubblico e presieduto da Gero Grassi.

Il parlamentare racconterà gli sviluppi della Commissione d’inchiesta su rapimento e morte di Aldo Moro, della quale è componente attivo e fortemente impegnato nel fare luce su questo caso fitto di trame oscure che hanno impedito alla verità - sempre ‘illuminante’, per citare lo stesso Moro - di venire a galla. Una delle poche certezze, come ribadisce Grassi stesso, è racchiusa nel titolo di un articolo di Carlo Bo, pubblicato il 16 marzo 1979 sul Corriere della Sera, che definì l’omicidio di Moro un “delitto di abbandono”.


21 MAGGIO = L’Istituto “E. De Rogatis-Fioritto” di Cagnano Varano ospiterà l’Associazione ‘Emergency’ di Gino Strada, che incontrerà studenti e studentesse del Gargano nella “Giornata pro-Emergency”, per illustrare il lavoro svolto nei tanti teatri di guerra presenti nel mondo. Nella rassegna non poteva mancare un incontro interamente dedicato a questa associazione promotrice della cultura della pace, della solidarietà e del rispetto dei diritti umani.

Indipendente e neutrale, l’Associazione, nata il 1994, offre cure medico-chirurgiche gratuite e di elevata qualità alle vittime di guerre, mine antiuomo e povertà. Un impegno umanitario possibile grazie al contributo di migliaia di volontari e sostenitori che, dalla sua nascita a oggi, hanno curato oltre sette milioni di persone. Saranno presenti Sergio Colavita (Emergency), Iolanda Carbonelli (“Schiamazzi”), Francesco Donataccio (dirigente scolastico Istituto), Claudio Costanzucci (sindaco), Nicolino Sciscio (ideatore rassegna).

 Comunicato stampa

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 669

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.