Testa

 Oggi è :  19/07/2024

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

12/07/2008

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

E COL PREMIER ARRIVANO PEPE E IL CONSIGLIO

Clicca per Ingrandire Terza notizia da “prima pagina” nel giro di 24 ore. Alla comunicazione del responsabile dell’Unione di Centro, Angelo Cera, circa la consegna al prefetto di Foggia dell’istanza da presentare al Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, finalizzata a insignire la città di Peschici (insieme con Vieste e Vico del Gargano) di un riconoscimento al valor civile per l’aiuto disinteressatamente e provvidenzialmente portato ai turisti in pericolo nell’incendio del 24 luglio 2007, seguita dalla decisione del premier Silvio Berlusconi di visitare il Gargano, e in particolare Peschici, il giorno dell’anniversario del tragico rogo, ci arriva in questo momento il mantenimento di una promessa e di una parola data: il presidente della Provincia dauna, on. Antonio Pepe, e il Consiglio al completo terranno una seduta monotematica sull'ambiente nella sala giunta comunale della cittadina garganica lo stesso giorno.

Promessa mantenuta, si scriveva, e infatti Pepe l’aveva dichiarato al momento del suo insediamento: faremo un Consiglio a Peschici e lo terremo il giorno che rimarrà negli annali della storia del Promontorio, un giorno che ha visto andare in fumo oltre tremila ettari di pinete d’Aleppo e la tragica morte di tre peschiciani. Persone e vegetazione saranno così ancora una volta commemorate, ma vorremmo che non ci si rammentasse di loro solo… quando si gioca la partita.

Il parallelo viene facile: per pessima abitudine, ci si ricorda di Patria, Italia e tricolore solamente negli incontri di calcio in cui si decidono le sorti di un Campionato europeo o mondiale.

Che non avvenga così – oggi, domani e sempre - anche per lo sfregio portato alla terra garganica in quell’ormai famoso e incancellabile 24 luglio 2007.

Admin

 Redazione

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

-- 12/07/2008 -- 23:04:53 -- TERESA MARIA

Non vorremmo essere i soliti bastiancontrari, ma a noi le commemorazioni istituzionali, in genere, non piacciono molto. Specie quando alle parole, nell'arco di un lungo anno, non sono seguiti i fatti più elementari. E nel nostro paese finora gli imprenditori turistici, ma anche i semplici cittadini che hanno subito danni per l'incendio, sono stati lasciati desolatamente soli, al di là di tutte le promesse di risarcimento danni. Speriamo che non si concluda nel solito nulla di fatto anche questa bella rimpatriata del Presidente della provincia, e del Consiglio provinciale al completo (ma non era proprio possibile parlare di ambiente PRIMA DELL'ANNIVERSARIO del fatidico incendio?) per poi assistere tutti in primissima fila all'arrivo a Peschici del Capo del governo, e poi al concerto di Arbore (ma non si era offerto di venire gratis l'anno scorso?). Vorremmo vedere qualche novità, al di là del nostro più sconsolato scetticismo.

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 4184

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.