Testa

 Oggi è :  18/09/2020

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

10/03/2016

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

A 70 ANNI DAL VOTO ALLE DONNE

Clicca per Ingrandire Il 2 giugno 1946 il suffragio universale e l’esercizio dell’elettorato passivo portarono per la prima volta in Parlamento anche le donne. Si votò per il referendum istituzionale fra Monarchia o Repubblica ed eleggere l’Assemblea costituente che si riunì in prima seduta il 25 giugno 1946 a palazzo Montecitorio. Su un totale di 556 deputati furono elette 21 donne: 9 della Democrazia cristiana, 9 del Partito comunista, 2 del Partito socialista e una dell’Uomo qualunque. Rappresentavano tutta la penisola: due trentine, tre torinesi, due lombarde, una veneta, una genovese, una emiliana, una toscana, una marchigiana, due abruzzesi, una romana, una pugliese, due siciliane, una sarda (Nadia Gallico, nata a Tunisi, che rappresentava l’isola del marito Velio Spano, senatore e membro della Costituente).

Quasi tutte erano laureate e ‘lavoravano’, la maggior parte erano insegnanti, una giornalista-pubblicista, una sindacalista, solo una casalinga. E quasi tutte giovani, alcune giovanissime, quattordici su ventuno erano sposate, alcune con figli. Qualcuna di loro divenne grande personaggio, altre rimasero a lungo nelle aule parlamentari, altre ancora tornarono in seguito alle loro occupazioni. Tutte, però, col loro impegno e le loro capacità, segnarono l’ingresso delle donne nel più alto livello delle istituzioni rappresentative. Donne fiere di poter partecipare alle scelte politiche del Paese nel momento della fondazione di una nuova società democratica. Per la maggior parte di loro fu determinante la partecipazione alla Resistenza.

Con gradi diversi di impegno e tenendo presenti le posizioni dei rispettivi partiti, spesso fecero causa comune sui temi dell’emancipazione femminile, ai quali fu dedicata, in prevalenza, la loro attenzione. La loro intensa passione politica le porterà a superare i tanti ostacoli che all’epoca resero difficile la partecipazione delle donne alla vita politica. Di tutto questo si parlerà sabato 12 marzo, alle 18.30, nella Galleria Manfredi di Lucera in un incontro organizzato dal locale Lions Club. Relatore Armando Regina, docente e avvocato. Interverrà la past-presidente del Consiglio dei Governatori Lions, Flora Lombardo Altamura, presidente del Dipartimento Donna del Distretto 108-AB del Lions Clubs International, che tratterà l’argomento “La Donna: Solidarietà e Armonia tra i Lions”. Presenti Alessandro Mastrorilli, governatore Distretto Lions 108-AB e Colomba Mongiello, parlamentare componente della 13ª Commissione.

Diana Eleonora d’Incicco


 Addetto stampa Lions Club Lucera

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 673

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.