Testa

 Oggi è :  16/06/2019

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

03/02/2016

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

“POESIA x (e di) TUTTI”

Clicca per Ingrandire Con un lavoro di Vincenzo Campobasso, si inaugura oggi una nuova rubrica: “Poesia x (e di) Tutti”. Chiediamo pertanto la collaborazione dei nostri lettori (info@puntodistella.it) idonea a tenere desta l’attenzione su un argomento che “non paga” - ma è pur sempre espressione dei più profondi recessi dell’animo umano - inviandoci le loro produzioni (chi non ha un componimento chiuso nel cassetto?). A Campobasso chiediamo se avrà il piacere di assumersi il non facile onere di “valutare” gli scritti che ci auguriamo giungano numerosi.

L’epicedio - di cui diamo significato in calce - del nostro primo autore fa eco a un articolo pubblicato da “Rodi Garganico on line”, a firma di Nino Gervasio, sulla cerimonia dell’intitolazione di una strada cittadina rodiana (già Corso Umberto I) al compianto Teodoro Moretti (foto 1 sotto; ndr), sindaco quasi per antonomasia del paesino, svoltasi il 31 gennaio scorso. Composto a San Giovanni Rotondo il 14 marzo 2004 e dedicato, per l’appunto, “al singolare uomo che Teodoro - come tutti lo chiamavano, senza titoli di alcuna sorta - è stato”, fa parte della silloge “Dediche ed Epicedi”.


A Teodoro Moretti

PRIMUS INTER PARES

Soltanto ieri, dal GARGANO NUOVO,
m’è giunta la notizia dolorosa:
tu sei partito già da molto tempo
lasciando il tuo paese peregrino
dopo che l’hai guidato tanti lustri.
Io sono stato allievo tuo e tu
mio molto bravo giovane maestro.
M’hai inculcato in mente l’abbiccì
del vivere sociale molto onesto,
non solo coi discorsi dal tuo scanno
tenuti nel lontano Quarantotto,
ma pure con i fatti, con l’esempio.

D’un'aquila tu possedevi l’ali
- l’avessi tu voluto, sopra creste
d’altissime montagne in lieve volo
tu ti saresti alzato con potenza;
ma preferisti rimaner per terra
per essere tra pari un altro pari
(l’allodola sfiorava i tuoi capelli).
Hai fatto bene a tutti eppur qualcuno
t’ha già dimenticato ancor vivente.
Non hai lasciato mai il tuo paese
per non lasciar le mani che stringevi
di quello e di quell’altro poverello.

Hai perdonato a tutti certamente
il voltafaccia che t’è stato fatto
da chi, pensando al proprio tornaconto,
ha fatto lucro dell’ingenuità,
il vento che spingeva la tua vela
nel mare burrascoso della vita.
Importa se non sei nella memoria
se non di poca gente a te fedele?
Non è la quantità che fa tesoro,
son meglio pochi e buoni a dar l’affetto.
E questo torni a tua consolazione!

Vincenzo Campobasso


EPICEDIO = Canto funebre degli antichi Greci, di origine popolare e a carattere amebeo (al lamento degli uomini seguiva quello delle donne e il coro ripeteva il ritornello), composto per lo più in dattilo-epitriti - metrica classica greca - e accompagnato da una danza grave e solenne al suono di un flauto (in età alessandrina e romana assunse spesso forma elegiaca in versi esametri). In seguito, qualunque componimento di compianto funebre (Dizionario Treccani).


LA SCHEDA = Il 31 gennaio 2004 si spegneva a Rodi Garganico Teodoro Moretti. Presidente della Provincia di Foggia dal 1991 al ’94 e vicepresidente con le giunte Kuntze e Consiglio, detiene il primato del maggior numero di consiliature a Palazzo Dogana. Sindaco di Rodi Garganico per due legislature (1985-90 e 1995-99), eletto nel collegio Rodi Garganico-Vieste-Peschici nelle file del Psi, come Presidente Provinciale ha legato il suo nome all’istituzione del Parco Nazionale del Gargano, di cui fu fautore fin dal primo convegno che il 1981, a Manfredonia, pose le basi del lungo processo che avrebbe portato alla costituzione dell’area protetta.

Profondatamene attaccato alla sua città, è stato unanimemente apprezzato per le notevoli doti di bontà e umanità, e la capacità di servizio nei confronti dei cittadini, soprattutto i più bisognosi. Docente di materie umanistiche, ha saputo interpretare la funzione politica e amministrativa con abnegazione ed efficienza, restando sempre fedele agli ideali socialisti. Per l’impegno politico e sociale durato cinquant’anni e per le sue doti umane, l’Amministrazione Comunale di Rodi Garganico gli ha dedicato il 31 gennaio 2016 l’intitolazione di una via cittadina e un altorilievo (foto 2 sotto) realizzato dallo scultore Ermanno Ariostino e collocato nella casa comunale.


 Redazione (foto rodigarganico.online)

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

-- 04/02/2016 -- 15:45:25 -- vincenzo

Felice, doppiamente felice: per aver dato vita ad una nuova rubrica e per aver offerto lo spunto alla Redazione, di ampliare il "panorama" biografico dell'indimenticabile Teodoro. Relativamente all'invito rivoltomi, di occuparmi, in qualche modo, della nuova rubrica, ritengo sia opportuno chiarire con la Redazione i termini del mio impegno (lungi dal mio pensiero qualsivoglia allusione a compensi di sorta!). Per questa questione, credo convenga una conversazione telefonica od uno scambio di pensiero a mezzo e.mail. Intanto, do il mio BENVENUTO sia alla Rubrica, sia, in anticipo, a coloro che vorranno piacevolmente contribuire a tenerla in vita.

-- 07/02/2016 -- 10:16:46 -- vincenzo

Sono andato a curiosare: 221 letture! Mi auguro che, di questo numero, non dico la metà, ma almeno un quarto sia di POETI E POETESSE che ci faranno pervenire i loro testi poetici, per poterli proporre a tutti i lettori di PdS!

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 604

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.