Testa

 Oggi è :  13/11/2019

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

11/12/2015

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

PESCA E CULTURA GASTRONOMICA

Clicca per Ingrandire “Pasta fatta in casa con canolicchi” e “Polpo con cipolla e sarachelle con rape arracanate”. Con queste due deliziose ricette prosegue il tour dei “Laboratori del Gusto-Gac Gargano” che lunedì mattina approdano a Vieste dopo la tappa di Zapponeta di venerdì 11. L'iniziativa, realizzata nell’ambito del Progetto di Cooperazione “Mediterranean Fishery Heritage, Coastal Cultures and Traditions (Medit.Cul.T)” attuato da tutti i Gac (Gruppo di Azione Costiera) della Regione Puglia in collaborazione con altri Gac europei, ha l’obiettivo di attuare una campagna di recupero, valorizzazione e rilancio dei principali caratteri sociali, storici e culturali connessi al settore della pesca, alle tradizioni territoriali e alle culture della fascia costiera del Mediterraneo.

Le prime tre tappe - svoltesi a Monte Sant'Angelo, Margherita di Savoia e Mattinata (foto del titolo, da sx: sindaco Bisceglia e presidente Gac Angelillis - hanno pienamente centrato questi obiettivi anche grazie alla collaborazione con l’Associazione Cuochi Gargano e Capitanata, che ha preparato in diretta e con prodotti locali, le ricette della tradizione ittica del Gargano per riscoprire saperi e sapori di un territorio autentico e genuino. “Questi Laboratori - dichiara Antonio Angelillis, presidente del Gac Gargano -stanno dimostrando come il cibo non sia solo lieta convivialità, ma soprattutto elemento che riesce a cucire tutti gli aspetti legati al territorio, in primis la storia e la cultura.

“L’iniziativa - spiega - è la cartina di tornasole rispetto a quanto fatto da noi in questi intensi anni di lavoro a servizio di un settore, quello della pesca, talvolta ignorato rispetto alle reali potenzialità e alle prospettive della nostra terra. Il mare, con tutte le sue sfaccettature, non può e non deve essere visto come un qualcosa legato solo al passato, anzi, oggi più che mai rappresenta una opportunità per il futuro, a patto che si vada nella direzione dell’innovazione. La pesca e la sua cultura, hanno le radici profondamente radicate nella nostra identità.” E innovazione e identità sono stati i due elementi portanti delle ricette preparate a Margherita di Savoia (nel ristorante “Canneto Beach 2”) e Mattinata (“Masseria Liberatore”).

Protagoniste dei due “Laboratori del Gusto-Gargano Mare”, infatti, sono state le ricette “Troccoli con canocchie” (cicale di mare) e “Cavatelli con canocchie e pesto di rucola” preparate rispettivamente dagli chef Salvatore Riontino e Matteo Bisceglia. I fornelli continuano a essere caldi e i cuochi sono pronti nuovamente a spadellare per le nuove tappe: questa sera a Zapponeta (ore 20, al ristorante “Il Giaguaro”) e Vieste (lunedì 14 dicembre, ore 11, all’Ipssar “Enrico Mattei”).

 Comunicato stampa

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 3197

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.