Testa

 Oggi è :  18/09/2020

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

10/12/2015

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

GIORDANO BRUNO, ERETICO FURORE

Clicca per Ingrandire Si conclude venerdì 11 e sabato 12 dicembre al Teatro “Bravò” di Bari (via Stoppelli, 18) la rassegna “Teatro Bravòff 3.0”, dedicata al teatro pugliese, che ha registrato quest’anno uno straordinario successo di pubblico e critica. Gli spettacoli avranno inizio alle 21 (apertura della sala al pubblico ore 20.30). La rassegna è prodotta dall’Associazione Culturale e Artistica “La Bautta”, promossa dagli Assessorati a Culture, Turismo, Partecipazione del Comune di Bari e a Mediterraneo, Cultura, Turismo della Regione Puglia. Partner della rassegna: “Puglia Off”, la rete teatrale che ha contribuito alla scelta degli spettacoli inseriti.

La Compagnia “Il Carro dei Comici” di Molfetta, chiamata a chiudere la rassegna, proporrà “L’eretico furore”, uno spettacolo che parla di filosofia. Protagonista Giordano Bruno, figura profonda e complessa: uno spettacolo ambizioso che si arricchisce delle musiche e canzoni composte da Pantaleo Annese. Il 1585, Giordano Bruno scrive a Londra l’opera filosofica “De gli eroici furori”, riflessione in gran parte autobiografica sull’esperienza conoscitiva attraverso la quale il filosofo nolano giunge a cogliere, nella vita-materia infinita, il fondamento unitario della molteplicità degli eventi.

Lo spettacolo ripercorre le fasi salienti del pensiero bruniano, non tralasciando le teorie espresse in “Lo spaccio della bestia trionfante”, esplorando anche la parte più controversa della ricerca della Verità attraverso meditazione, conoscenza della realtà, magia, conoscenza ermetica: trame ancora oscure che sono costate al filosofo l’accusa di eresia. L’approccio drammatico al pensiero bruniano è filosofico e al contempo poetico-narrativo. L’attore, come il filosofo, impegna se stesso nella ricerca della Verità, sacrificando il tempo della scena al tempo della luce, barattando il transitorio con l’immanente, la comodità dell’obbedienza con le fiamme di “L’eretico furore”.

Il filosofo, accusato di eresia e per questo bruciato vivo a Roma, a Campo de’ Fiori, il 17 febbraio del 1600, a tutt’oggi è simbolo della libertà di coscienza e di pensiero. Un canto mnemonico del dolore, degli amori: riflessioni di vita.


Info e prenotazioni: 388.93.99.335 - 340.73.47.657 - info@bravoff.com
Biglietti singoli: € 11 intero, € 9 convenzionati e CRAL, € 7 under 25 e over 65, e studenti universitari (muniti di libretto).

 Comunicato stampa

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 1207

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.