Testa

 Oggi è :  14/11/2019

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

22/04/2015

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

BASEBALL FOGGIA: LA PIÙ ENTUSIASMANTE DELLE GARE

Clicca per Ingrandire Una vittoria per parte col Jolly Roger nelle due gare di domenica 19. Spettacolare Gara2 del “Tonno Insuperabile”: ottavo inning con l’avversario del terzo turno del campionato di Serie A Federale. Gli ospiti segnano due punti e si portano sull’1-5, complice anche il calo fisiologico del lanciatore Parra, fino a quel punto formidabile. Sembra tutto compromesso, anzi, per certi versi lo è. Dopo aver perso la gara della mattina, una ulteriore sconfitta porterebbe gran malumore nello spogliatoio foggiano. Ma da questo momento in poi anche il lanciatore dei toscani cala di rendimento. Il manager toscano insiste per tenerlo in campo, quindi si decide a sostituirlo. “Tonno Insuperabile BC Foggia” però ha capito che, nonostante i soli due attacchi da giocare, si può fare. Obiettivo rimonta.

E così è stato. 2 punti nel penultimo attacco, 3-5, poi l’ultimo inning è perfetto in difesa e stratosferico in attacco. Cufrè batte e guadagna 2 basi, il pitcher toscano ‘decide’ di regalare la base a Fortunato, considerato pericoloso in battuta. Tocca a Massaro (leggi intervista in calce; ndr). E il giovane foggiano si presenta in battuta con la grinta giusta e la determinazione da campione per battere e piazzare la valida, quindi mandare a punto Cufrè. È l’apoteosi, si festeggia per una vittoria voluta, fino alla fine. Parte da qui, dalla fine, il racconto della doppia gara tra Tonno Insuperabile BC Foggia e Jolly Roger Castiglione della Pescaia. Una gara a testa e bottino diviso a metà.

GARA 1 – Partenza ottima dei foggiani che vanno subito a punto nei primi due inning e si portano sul 2-0. I toscani, però, prendono le misure a Lucena e compagni e, da squadra di razza quale sono, mettono le basi per la rimonta che si materializza al terzo inning. Un parziale di 0-4 che manda avanti gli ospiti che poi addirittura allungano sul 2-6 al quarto gioco. Lucena rimpiazza Cufrè sul monte di lancio ma in attacco non arrivano i punti per recuperare. La gara della mattina termina 2-6 con gli ospiti che si mantengono a punteggio pieno.

GARA 2 – Il finale da film non è l’unica nota di questa gara. In realtà le prestazioni sul monte di lancio di Jesus Parra dalla parte dei foggiani e di Munoz per gli ospiti hanno concesso spettacolo sin dal primo scambio. Per cui il punteggio si è mantenuto in parità quasi sempre, con Foggia avanti 1-0 al secondo inning e pareggio toscano al quarto. Poi il calo di Parra, gli ospiti avanti, Colon Ventura (lanciatore dall’ottavo inning) limita i danni e il resto è un racconto degno del miglior film: 6-5 per Foggia. Cuore e tecnica foggiana hanno sovrastato un avversario che aveva già la testa sul pullman del ritorno, con la doppia vittoria in tasca. Negli ultimi due giochi è andata in scena una bellissima pagina di sport. Uno spot per la bellezza del gioco del Baseball.

Raggiante il manager foggiano Salvatore Strippoli che al termine della gara racconta il suo modo di vedere il baseball. “A me piace giocare fino alla fine, fino all’ultimo scambio. Abbiamo dimostrato di potercela giocare contro una grande squadra. Ci ho creduto fino alla fine e ho chiesto ai ragazzi di fare lo stesso. Ora parte una nuova stagione per la mia squadra. Dobbiamo provare a vincere sempre”.

L’INTERVISTA = Una valida al nono inning, quella che regala la vittoria finale alla propria squadra dopo una rimonta incredibile. Non è un sogno, è quello che ha vissuto Pietro Massaro, 19 anni, al cospetto di un avversario di alto livello come il Jolly Roger. “E' stato un bel momento – conferma, - me lo ricorderò sempre. Loro pensavano di averla già vinta ma noi siamo una squadra che gioca fino alla fine. E' una bella soddisfazione aver contribuito alla vittoria in modo determinante. Ora parte un nuovo campionato, vogliamo continuare a vincere. Sempre”.

A conferma del'ottimo lavoro svolto dal giovane giocatore foggiano arrivano anche le parole del tecnico Strippoli. Sapeva che Massaro non avrebbe deluso. “Paradossalmente - dice - le caratteristiche del lanciatore avversario erano tutte a favore di Pietro e lui ha fatto benissimo il suo lavoro. Ne ero convinto fin da subito”. Intanto il giovane foggiano finirà sui manifesti della prossima doppia sfida casalinga, essendosi aggiudicato il concorso interno che coinvolge i tifosi presenti al diamante nella gara precedente. Momento magico per il giovane foggiano.

Fabio Lattuchella



 Ufficio stampa

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 1694

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.