Testa

 Oggi è :  20/04/2021

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

20/03/2014

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

SENZA PAROLE

Clicca per Ingrandire “Grazie per gli auguri, ma questa festa mi sembra un po’ scema: fatta apposta per comperare cravatte e cioccolatini. Non è come quella della mamma. Anzi mi raccomando: non dimenticare mai gli auguri alla Festa della Mamma”. E quando dicevi “scema” allungando la “e” con una cadenza tutta meridionale, sorridevi alzando il labbro. Così , alla Festa del Papà tagliavamo corto convenevoli e sdolcinatezze, rimandandole tutte per la Festa della Mamma: mi imbarazzava leggermente darti un bacio o abbracciarti papà. Con te preferivo parlare: anche se parlare non è la parola esatta.

Ascoltavo, ti ascoltavo: e facevo domande affinché tu parlassi ancora. Mi piaceva la tua voce, il tono che usavi nel modulare le parole. La tua dizione che poteva essere perfetta ma che preferivi addomesticare con una sfumatura meridionale. Perché tu eri, tra le molte altre cose, anche un meridionale orgoglioso. Che amava profondamente il suo Sud e ciò che il Sud rappresentava. Quante volte mi hai detto: “Vedi, noi meridionali partiamo da meno dieci rispetto agli altri. Perciò quando arriviamo siamo più forti”. Ascoltarti era un piacere, oggi so anche che è stato un privilegio.

Ma torniamo al 19 marzo, non ti piace divagare e perdere tempo. So che sarebbe impossibile convincerti del contrario - come al solito - e allora, sì papà, quella appena trascorsa è una festa un po’ scema: sarà per questo che ne ricordo solo una davvero speciale. L’ultima. Quella che ha preceduto solo di un mese la tua morte. L’Alzheimer non aveva solo osato insultare la tua mente brillante, anche il tuo corpo si stava consumando giorno dopo giorno: quando ti aiutavo ad alzarti dal letto, eri leggero quasi quanto le tue fragili ossa. “Brutta cosa la vecchiaia”, lo dicevi negli ultimi rarissimi momenti di lucidità.

Senza accomodamenti e compatimenti ti rispondevo che tu eri stato giovane fino al giorno prima, dato che eri invecchiato tutt’insieme. Non so se capivi il senso, ma il tono senza sdolcinatezze ti convinceva: evidentemente ci pacificava entrambi perché la conversazione si concludeva. Quando leggevamo i giornali insieme - nel senso che io sfogliavo e leggevo, ma per quante domande facessi pur di ascoltare ancora la tua splendida voce, tu rispondevi con qualche parola annoiata, assente, lontana - dov’eri papà? C’era ancora qualcosa che avrei potuto fare per trattenerti?

Ok, non divago: ti dicevo che ricordo solo l’ultima Festa del Papà, di tutte quelle dozzine che liquidavi con poche parole: quella sì è stata speciale. Sapevo, sentivo, che non ce ne sarebbero state altre: che il tempo, anche quello del dolore, stava finendo: 19 marzo 2012. Chi se ne frega se è una festa scema. Ti ho preso tra le mie braccia e ti ho stretto forte, a lungo, più che ho potuto. Non riuscivo neppure a dirti auguri, le parole sarebbero servite a nulla, l’Alzheimer aveva mangiato anche le mie, ma i singhiozzi papà, però erano forti.

Accidenti se erano forti. Altro che sdolcinatezze. Scuotevano me e te, stretti come mai. Mi hai allontanato piano, delicatamente, guardandomi stupito: “. . .Che accade?”. Niente papà, non accade niente: è solo per dirti che ti voglio bene. Che sapevo di volertene, ma non avrei immaginato di volertene così tanto. E che, come ho imparato a dirti in questi due anni - da quando non posso più neppure abbracciarti - il sole splende un po’ meno. Perché il mio sole eri tu.

Scema o meno, buona Festa del Papà, Gis.

Rossana Gismondi

 il punto di (s)vista (blog di Rossana Gismondi)

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 764

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.