Testa

 Oggi è :  18/09/2020

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

28/01/2014

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

PUBBLICO-PRIVATO: SINERGIA INELUDIBILE

Clicca per Ingrandire Il nuovo movimento civico-culturale garganico 'Il setaccio', di San Giovanni Rotondo, “preso atto - scrive il coordinatore ingegner Luigi Cascavilla - dell’incapacità delle Amministrazioni locali succedutesi dal 1981 a oggi nel realizzare un piano P.I.P. (Piano Insediamenti Produttivi) previsto dal vigente strumento urbanistico, ben accoglie l’interessamento dell’attuale Amministrazione comunale alla sua realizzazione, anche se con circa tre anni di ritardo. In particolare - prosegue - ci riferiamo alla riunione svoltasi nella sala consiliare, giovedì 16 gennaio, in seguito a convocazione dei comproprietari dei terreni ricadenti in zona D2 Artigianale del Piano Regolatore Generale nella quale è stata espressa la volontà di intervenire a mezzo P.L. (Piano di Lottizzazione) di iniziativa privata”.

In merito alla zona PIP 'Il setaccio' propone la costituzione di un 'Tavolo Tematico Permanente' (TTP), fino a soluzione della relativa problematica, che coinvolga rappresentanti dell’attuale Amministrazione, tecnici incaricati per la redazione del piano, referenti comunali e, oltre ai comproprietari dei terreni interessati, “riteniamo fondamentale - afferma - la partecipazione attiva di tutta la cittadinanza. Ribadiamo per l’ennesima volta che la realizzazione del piano P.I.P. deve essere occasione di crescita delle aziende esistenti e diventare incentivo per farne nascere di nuove, elementi che favorirebbero lo sviluppo del nostro territorio in termini di riduzione della disoccupazione giovanile e non solo”.

A livello operativo il TTP dovrà riunirsi con cadenza mensile, fino a soluzione del problema, per informare-proporre-verificare sull’operato delle varie componenti interessate al progetto. Questo dovrà essere attuato a breve per garantire tempi certi per non perdere altre occasioni di finanziamenti regionali necessari all’esecuzione delle opere d’urbanizzazione. “Siamo convinti - spiega il coordinatore - che con questo nuovo modo di operare proposto sarà possibile garantire alle future generazioni lo sviluppo economico che merita il territorio garganico. Sviluppo negato in passato da schemi politico-ideologici che hanno fallito nell’impresa.

“Fiduciosi - conclude - che quanto proposto sia accolto dall’Amministrazione comunale, affermiamo da parte del movimento civico la disponibilità operativa delle figure tecniche presenti in esso”.

 Comunicato (foto statoquotidiano.it)

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 1250

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.