Testa

 Oggi è :  17/02/2020

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

05/01/2014

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

APPELLO DEL CFF AL PARCO... E IL PARCO PROVVEDE

Clicca per Ingrandire PROPOSTA CFF = Un distretto della musica e dell'artigianato artistico sul Gargano: è l'appello lanciato il 28 dicembre dall'associazione culturale Carpino Folk Festival in occasione della riunione coi sindaci del Promontorio. Il presidente Mario Pasquale Di Viesti e il direttore artistico Luciano Castelluccia lo hanno lanciato al presidente del Parco Nazionale del Gargano Stefano Pecorella.

La crisi si è abbattuta sul territorio italico senza risparmiare nessuno, tantomeno il Gargano, il quale, nonostante sia pieno di risorse come posti incantevoli - spiagge bellissime, mare cristallino, turismo religioso - si trova a fare i conti con altre zone, altrettanto belle ma organizzate in maniera tale da suscitare l'interesse del consumatore finale. L'associazione ha quindi proposto di unire tutte le attività finora investite, con tanta fatica da aziende e Comuni garganici, in cultura e spettacolo, in un unico “Distretto della musica e dell'artigianato artistico”, per accrescere ulteriormente la forza di attrazione del territorio.

“Un Distretto - spiega Castelluccia - che operi intensamente per razionalizzare l'offerta, individuare e coinvolgere i soggetti operanti in modo più stabile e programmato, rafforzare le capacità progettuali e la capacità di accedere a risorse finanziarie dedicate di livello nazionale e anche internazionale. Dal punto di vista strategico un Distretto che produca capacità di interazione con filiere diverse da quella culturale, facendo emergere possibili opportunità di ibridazione fra cultura tradizionale, saperi scientifici, saperi e pratiche produttive. Un luogo - continua - dove integrare in modo più operativo servizi culturali e servizi turistici, consentire una maggiore apertura verso le esperienze di altri territori a livello nazionale e internazionale, e dare anche a questi settori un impulso in termini creativi.

“L'associazione culturale Carpino Folk Festival - prosegue - chiede tramite Di Viesti all'Ente Parco di farsi promotore di un progetto corale che si proponga di definire un'identità e un coordinamento del nostro territorio con riferimento alla musica in generale e in particolare a quella tradizionale e alle botteghe dell'artigianato artistico locale. Un Distretto coordinato dal Parco in collaborazione con tutti gli Enti istituzionali a partire dalla Camera di Commercio di Foggia, dal Comune di Carpino e da tutti i Comuni all'interno del Parco, dalle associazione di categoria del sistema locale (Ascom, Cna, Confartigianato, Confesercenti), dagli operatori del settore, ma anche da teatri, ristoranti, hotel, negozi e locali d'intrattenimento del territorio del Parco che, aderendo al progetto - conclude, - dimostrano di voler offrire al visitatore la possibilità di vivere nel territorio esperienze multisensoriali di qualità e valore”.


PROVVEDIMENTI PARCO = Si è tenuto il 30 dicembre scorso, nella sede del Parco Nazionale del Gargano, il primo di una serie di incontri voluti dal presidente Stefano Pecorella per la condivisione delle linee strategiche di Promozione e Valorizzazione culturale del Gargano alla presenza di rappresentanti delle associazioni che sul territorio organizzano gli eventi più importanti e longevi, responsabili Centri Visita del Parco, presidenti Agenzie di Promozione di Manfredonia e Mattinata.

“Bisogna ripartire dal basso - dichiara Pecorella - per dare voce ai territori e realizzare progetti significativi e importanti nel rispetto delle tradizioni. Ribadisco la volontà dell'Ente di arrivare a definire obiettivi e strategie per realizzare quella coesione territoriale, tanto invocata da tutti, che potrà rappresentare il più alto momento di sintesi fra i soggetti che custodiscono le tradizioni popolari e le promuovono nell'area protetta, ma soprattutto oltre i confini regionali e nazionali. La partecipazione dal basso nell’elaborazione delle necessità e del modo per realizzare le loro soluzioni, rappresenta l'inversione di tendenza nella logica di 'governance' e rappresentanza degli interessi collettivi.

“Il Parco - conclude - sarà soggetto promotore della logica di valorizzazione integrata dell'area senza privare le autonomie locali e associative delle loro capacità di organizzare e produrre eventi e manifestazioni. Tale obiettivo ambizioso si realizza solamente con la partecipazione di tutti gli enti locali, dai Comuni alle organizzazioni consortili in stretto raccordo col mondo produttivo delle imprese turistiche che operano nel campo dell'accoglienza e cura del turismo attivo. Solo l'interesse per la crescita culturale della nostra terra potrà farci uscire dal tunnel della crisi finanziaria.”

Durante l’incontro gli intervenuti hanno confermano e arricchito la linea ideale tracciata dal presidente Pecorella e individuato nel Parco il naturale ruolo di soggetto che aggrega i soggetti istituzionali del territorio al fine di rendere concrete e possibili le future iniziative. E’ prioritario che la promozione unitaria del territorio avvenga con un marchio unico: il brand 'Gargano'. La sensibilizzazione della popolazione locale deve avvenire sui temi della tutela e conservazione non solo del patrimonio ambientale ma anche musicale, artistico e popolare. La riunione con le associazioni segna il primo di una serie di incontri operativi. Il Gruppo di Lavoro si riunirà già il 7 gennaio per stilare le prime proposte da sottoporre all’incontro con le Amministrazioni locali, la Camera di Commercio e i Gal.


  Uffici stampa Cff e Parco (foto del titolo: "MaiUguale")

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

-- 05/01/2014 -- 16:23:48 -- vincenzo

Sarebbe bello poter far sapere a chi viene in villeggiatura sul Gargano che, oltre il FOLK FESTIVAL e le fave di Carpino, troveranno cittadine pulite, segno di buona educazione dei garganici, diventati magari primi nel saper amministrarsi nella raccolta differenziata. Le nostre cittadine sono sporche, i nostri boschi piangono per la medesima ragione. E intanto, non ho ancora saputo se qualcuno abbia preso l'iniziativa di raccogliere l'olio di frittura che continua ad essere sversato, attraverso le fognature, nel nostro povero mare, che ci ostiniamo a voler tenere sgombro (poco sensatamente) dalle eliche e (molto sensatamente) dalle trivelle. Amerei che i progetti non servissero solo a far soldi, ma anche a realizzare realmente la ripresa e la valorizzazione del nostro Promontorio.

-- 06/01/2014 -- 21:44:28 -- vincenzo

1.Al mio commento, postato su f/b, hanno fatto riscontro i commenti che qui incollo. ""Claudio Russo A breve, ad ogni famiglia saranno dati in comodato d’uso contenitori (pattumelle) di colori diversi in base alla tipologia del rifiuto comprensivo del contenitore della raccolta dell'olio esausto!!!! ""Giorgio Granieri Vi assicuro che sarà un vero tormento. I contenitori, essendo ingombranti, dovranno essere tenuti sul balcone, per cui sarete costretti ad accedervi cento volte al giorno....e con il freddo che fa in questo periodo...!! Senza contare la dispersione del calore che c' è in casa. Meglio sarebbero le

-- 06/01/2014 -- 21:51:28 -- vincenzo

isole ecologiche. 2.""Vincenzo Campobasso Caro Giorgio. Di isole ecologiche, a S.G.R., ne sono state impiantate non meno di quattro. Però, il tesserino magnetico di accesso è stato dato, ab initio, a soli pochi eletti, senza far fare rotazione. Io, poi, non so veramente dove andrei a metter le pattumiere che ci saranno date in comodato d'uso da questa amministrazione, di cui fa parte Claudio: ne abbiamo già abbastanza per la differenziata, in casa; ce ne mancano giusto altre quattro per privarci del poco spazio rimasto disponibile.

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 7502

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.