Testa

 Oggi è :  16/02/2020

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

09/12/2013

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

AVVOCATI CONTRO

Clicca per Ingrandire Gli Avvocati di Vieste - anticipando lo stato di particolare agitazione che ha coinvolto la cittadinanza e l’intero mondo produttivo locale (come noto la cittadina garganica si colloca al primo posto in Puglia per ricettività turistica) - esprimono sdegno e preoccupazione per la notizia diffusa qualche giorno fa secondo la quale la Commissione giustizia del Senato avrebbe avallato l’ipotesi di (re)istituzione del Tribunale di Lucera. Ciò che maggiormente preoccupa è l’ipotesi che vorrebbe il Comune di Vieste “accorpato” al Circondario di Lucera, città che dista non solo 18 km da Foggia (già sede di Tribunale - foto del titolo) ma, più essenzialmente, ben 120 dal Comune garganico.

Detta previsione sarebbe giustificata, fra l’altro, al fine di evitare “l’attribuzione di costi che i cittadini sarebbero chiamati ad affrontare qualora costretti ad assumere come punto di riferimento giudiziario soltanto Foggia”. Detta motivazione non solo appare oltremodo sconsiderata, ma palesemente errata e illogica ove si consideri: 1. la maggiore distanza che i cittadini viestani sarebbero costretti ad affrontare (circa 60 km fra andata e ritorno), rispetto alla sede di Foggia; 2. l’assenza di collegamenti diretti; 3. il tempo per raggiungere Lucera (tre ore e mezza circa per tratta).

E’ evidente, pertanto, che siffatte ‘giustificazioni’ sono da ritenersi utili solo e soltanto agli scopi di chi, in maniera tanto pervicace quanto scriteriata, si ostina a voler garantire interessi particolari, fino a ritenere di poter effettuare operazioni di facile perimetrazione, prescindendo dall’opinione di un’intera comunità e in barba a disagi e maggiori costi economici che operatori, infermi, anziani, disabili e cittadini in genere dovranno sopportare.

All’entusiasmo del senatore Maurizio Buccarella, persona del tutto sconosciuta a questo territorio, o di altri soggetti e colleghi che da tempo hanno assunto il ruolo di “paladini della causa sveva”, gli Avvocati di Vieste - e con loro l’intera comunità viestana - esprimono fortissimo dissenso e dura condanna all’insensata trovata legislativa che, laddove protratta, costringerà all’inevitabile alzata di scudi con concrete iniziative di dissenso, di grado pari alla scelleratezza mostrata da quanti, da Lucera a Roma, giocano col pallottoliere e la vita degli altri.

Gli Avvocati del Foro di Vieste


 Comunicato stampa

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 4338

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.