Testa

 Oggi è :  04/06/2023

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

01/12/2013

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

IL “SACCIA” 2013 SUL LAVORO CHE MANCA

Clicca per Ingrandire Sabato 7 dicembre appuntamento con la nona edizione del “Premio Saccia”, intitolato allo scomparso imprenditore rodiano, nel corso del quale, alla presenza delle autorità locali, si assegneranno i riconoscimenti le cui nomination, valutate da una giuria qualificata, come di consueto pervengono dalle rispettive rappresentanze istituzionali delle comunità garganiche. La cerimonia si svolgerà nell’Auditorium “Filippo Fiiorentino” di Rodi Garganico. Condurrà la serata, ed è un ritorno, Roberta De Matthaesis di Radio Norba. Ospite d’onore il cantautore partenopeo Eugenio Bennato.

Nove anni fa, per iniziativa del periodico “Il Belvedere di Ischitella”, si diede inizio a questo evento che vede riunite tutte le comunità garganiche per celebrare quanti col proprio impegno hanno contribuito alla crescita del territorio. Il Gargano che lavora viene quindi festeggiato con l’attribuzione di riconoscimenti a personalità che si sono distinte non solo per operosità e successo, ma anche per aver prodotto direttamente o indirettamente il progresso e lo sviluppo delle comunità garganiche. Insieme a loro, grazie alla sensibilità degli eredi Saccia, anche tredici associazioni di volontariato (una per ogni Comune del Gargano) riceveranno un contributo economico da destinare alle finalità sociali unitamente al plauso delle istituzioni locali che costantemente presiedono all’evento.

In questa edizione si tenterà anche di evidenziare il dramma del lavoro che non c’è, richiamando esperienze positive di giovani che hanno lasciato la propria terra in cerca di un lavoro, raggiungendo con impegno e tenacia traguardi importanti. “Abbandonare il luogo in cui si vive, gli amici e gli affetti - sostiene Michele Di Fine, organizzatore del Premio (foto 1 sotto, al centro; ndr) - è sicuramente traumatico. Anche se questa decisione è dettata dalla carenza di lavoro, deve essere vissuta con serenità e ottimismo in quanto per il nuovo che avanza ci vogliono cittadini del mondo. Ciò che conta - prosegue - è non dimenticare le radici ed essere sempre orgogliosi della terra natale e ove possibile onorarla, affiché le nuove generazioni possano su questi esempi essere stimolate a fare meglio e creare migliori prospettive”.

.

 Comunicato stampa

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 230

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.