Testa

 Oggi è :  18/09/2020

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

20/06/2013

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

SENTENZA ESEMPLARE

Clicca per Ingrandire "Oggi (19 giugno) è stata approvata anche dal Senato la Convenzione di Istanbul per il contrasto alla violenza sulle donne. L'approvazione avviene all'indomani dell’esemplare sentenza che prevede l'ergastolo per Giovanni Vantaggiato, reo di strage e dell’omicidio di Melissa Bassi (la studentessa mesagnese morta nell’attentato alla scuola Morvillo-Falcone di Brindisi - foto del titolo; ndr). Una sentenza che rende Giustizia, ma non ci fa tornare indietro nel tempo. Importanti sono i servizi di contrasto alla violenza dove le vittime e chiunque è a conoscenza di persone socialmente pericolose inclini a compiere reati contro le donne, possono rivolgersi.

L'Assessorato provinciale alle Politiche sociali e Pari opportunità della Provincia di Lecce ha da tempo elaborato e attivato il primo Piano antiviolenza provinciale per il contrasto alla violenza su donne e minori. Una rete su tutto il territorio provinciale di “6 CAV 1 casa Rifugio”, dieci equipe multidisciplinari d'ambito, servizi di pronto intervento sociale a disposizione delle vittime di violenza. Oggi le istituzioni ad ogni livello si stanno mobilitando per porre un freno di fronte a un grande allarme sociale che riconosce all'Italia un triste primato anche per il ‘femminicidio’. Infatti nel 2013 si registrano oltre ottanta donne uccise per mano di un uomo, ciò vuol dire una ogni due giorni circa.

Oggi il nostro Paese, dopo l'importante legge sullo stalking, ha segnato un'altra pagina importante nella lotta alla violenza contro le donne. Mi auguro che ciò rappresenti per il Governo Italiano solo l'inizio di un percorso e non la fine, la Convenzione di Istanbul necessita di decreti attuativi e di risorse necessarie per sostenere la continuità dei servizi esistenti e l'attivazione di nuovi, con l'auspicio che si prevedano per il Femmincidio aggravanti specifiche del reato e tempi più lunghi di prescrizione per garantire la certezza della pena".

Filomena D'Antini Solero*


*consigliere provinciale Lecce


 MAIL (foto nikla.net)

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 1277

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.