Testa

 Oggi è :  17/02/2020

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

11/06/2013

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

PICCOLI GRANDI ATLETI

Clicca per Ingrandire Eccoli - nella foto del titolo e 1 sotto - gli splendidi ragazzi peschiciani di coach Michele Verderame tornati vittoriosi dalle finali molisane di basket under 13 svoltesi lo scorso weekend nel 3° Trofeo della Capretta. “Siamo orgogliosi di tutti - dichiara il ‘Verde’, - anche di quelli che non erano presenti. Abbiamo ottenuto grandi risultati grazie a loro e il merito è tutto della pazienza con cui mi sopportano. Stare insieme un anno intero non è semplice”. Poi aggiunge: “Un ringraziamento speciale devo inviarlo ai ragazzi di Vico del Gargano che si sono integrati benissimo nel gruppo”.

Ma un grazie altrettanto speciale va all'Acsi Molise che ha dato la possibilità ai ragazzi di vivere una splendida esperienza e “agli amici -ricorda il mister - della palestra Athletic Club (Massimo Caroprese e Loreta Lamargese) per averci messo a disposizione un grande preparatore atletico come Elia Giocondo, fondamentale per le nostre vittorie. E grazie anche ai genitori, per la grande fiducia che hanno sempre dimostrato nei nostri confronti, e a tutte le persone che si sono adoperate per poter svolgere al meglio queste finali”.

Il riferimento è soprattutto a Mario Ottaviano del “Trabucco da Mimì”, sponsor della trasferta, e a ‘zia Rita’ della “Torretta” per la splendida festa che ha organizzato al rientro dei ‘piccoli eroi’. “L’ultimo grazie - conclude il coach - va alla Fratres di Peschici (e al suo presidente, Liborio Iervolino), nonché alla neo eletta Amministrazione comunale che, insieme, ci stanno preparando una bella sorpresa programmata per il 13 giugno prossimo”.

Per la cronaca, il giovanissimo capitano, Alan Martella (foto 2) si è aggiudicato il premio come miglior giocatore e miglior realizzatore: ha raggiunto la bellezza di 106 punti segnati in tre partite. “Il merito - afferma il forte atleta - è tutto del mister. Quando ho iniziato a giocare non sapevo nemmeno palleggiare. E ora, fare 106 punti in tre partite…”. Miracolo? No, solo forza di volontà, desiderio di emergere, bravura della guida. E perché no, talento!




 Redazione

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 7423

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.