Testa

 Oggi è :  19/02/2020

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

05/06/2013

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

IL MONDO DEI MESTIERI A RISCHIO

Clicca per Ingrandire Costruire il cittadino europeo, capire il cammino, studiare i mutamenti del tempo, custodire la memoria delle cose passate, guardarle con gli occhi di oggi. Un compito difficile e affascinante affidato dalla Comunità Europea agli Istituti scolastici più attenti e impegnati degli Stati membri. Il Liceo Classico “Publio Virgilio Marone” di Vico del Gargano e la sede staccata di Carpino, attraverso il Progetto Grundtvig (dal nome di Nikoli Frederik Severin Grundtvig (1783-1872) religioso e scrittore danese, padre ideologico dell'istruzione popolare nell'età adulta) hanno raccolto la sfida di raccontare il mondo dei mestieri a rischio sparizione: l’esaltazione dei valori creativi, il pensare con le mani, raccontare per mezzo dei video prodotti la testa e il cuore dell'artigianato di un tempo.

Sei Nazioni - Spagna, Austria, Germania, Polonia, Italia - insieme per “amare il proprio lavoro (che) costituisce la migliore approssimazione concreta alla felicità sulla terra” (Primo Levi). I video - prodotti da Joanna Celine Komornicka, Rosa Paolino e Tomaso Angelicchio con la musica di Michele Jacovone; coordinatrice del progetto Claudia Zilletti; dirigente scolastico Nicola Palmieri (foto del titolo; ndr) - raccontano l'arte della chitarra battente (curato dalla sede staccata di Carpino e presentato a Padova), i costruttori di cesti (curato dal Liceo vichese e presentato ad Atene), la tessitura del lino con gli antichi telai (presentato ad Atene), la costruzione degli antichi muretti a secco, i “macèrë” (presentato a Innsbruck).

Un lavoro coronato da brillante successo e destinato non solo agli studenti ma, come titola il programma europeo “LLP” (Longlife Learning Programme), l'apprendimento lungo tutto l'arco della vita per promuovere la cooperazione europea nel settore educativo, migliorare la formazione del personale, promuovere la creazione di prodotti efficaci e trasferibili, favorire il dibattito europeo sull'apprendimento lungo tutto l'arco della vita, diffondere le buone pratiche. Compito che il Liceo Classico di Vico del Gargano ha saputo ben interpretare secondo le decisioni del Parlamento Europeo.

Michele Angelicchio


 Redazione

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 1079

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.