Testa

 Oggi è :  05/08/2020

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

22/03/2013

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

DIRITTI E DIGNITÀ DI LAVORATORI E LAVORATRICI

Clicca per Ingrandire Con la Determinazione del Dirigente del Servizio Politiche per il Lavoro n. 82 del 7 marzo 2013, pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 40 del 14 marzo 2013, viene approvata la manifestazione d’interesse per gli "Interventi di educazione nella legalità al lavoro sul territorio Pugliese" in prosecuzione degli obiettivi previsti nel Programma Emersione 2011-2012 e finanziati coi Fondi Delibera CIPE 138/2000 e s.m. Programma Emersione Puglia. Alla manifestazione d’interesse hanno partecipato 73 soggetti fra enti pubblici e associazioni; la commissione tecnica ha ritenuto ammissibili 44 istanze, delle quali 7 finanziabili per i Comuni di Torre Santa Susanna, Cerignola, Bitonto, Cassano, Manfredonia, e Trepuzzi.

“La Puglia - dichiara l’assessore regionale al welfare Elena Gentile - ha aderito con entusiasmo alla sfida del nostro Assessorato per rilanciare la cultura della legalità nel lavoro. I diritti e la dignità di lavoratori e lavoratrici non possono scomparire dall’agenda politica di un governo regionale che con le sue leggi ma, ancora di più, con gli strumenti messi in campo, ha inteso non ammainare la bandiera della difesa della legalità anche e soprattutto in un momento di grave crisi economica e sociale.

“La lotta - continua - senza quartiere al lavoro nero e allo sfruttamento in ogni settore economico e produttivo, dall’agricoltura al lavoro di cura, l’impegno alla prevenzione degli incidenti sul lavoro e la scelta di costituirsi parte civile in ogni processo contro il caporalato, devono incardinarsi in una rinnovata azione di sensibilizzazione e informazione rivolta ai cittadini ma soprattutto ai giovani di questa regione. Il Paese cresce se, oltre a una rinnovata idea di sviluppo, le istituzioni si appassionano all’idea di promuovere una nuova cultura della legalità e dei diritti, al fianco delle associazioni dei lavoratori e del sistema delle aziende, per ridisegnare un progetto di civiltà fondata su una nuova etica di responsabilità sociale d’impresa”.

Menzione speciale da parte dell’assessore a Cerignola, la sua città, arrivata seconda fra gli interventi finanziati: “Sarà possibile, grazie a questo finanziamento - dice, - restituire alla comunità della Capitanata un frammento della storia del suo territorio, un messaggio di speranza per i giovani che in questo momento particolarmente difficile devono tornare a esprimere il loro protagonismo nelle battaglie di civiltà per i diritti e il lavoro che furono le battaglie di Giuseppe Di Vittorio. La buona politica si dimostra coi fatti. Esprimo la mia soddisfazione per il buon lavoro svolto dalle associazioni del mio territorio.

“Da oggi, finalmente - aggiunge, - Peppino potrà tornare fra la sua gente. A chi in questi mesi ha continuato a minare il lavoro di istituzioni e politica rispondo: la buona politica si costruisce sugli obiettivi di civiltà e progresso non con la demagogia e il populismo. Che questa vicenda aiuti tutti a riflettere. Ora ci auguriamo che le procedure di gara siano rapide da parte del Comune di Cerignola, come altrettanto efficace il coinvolgimento di lavoratrici e lavoratori sulle scelte che l’Amministrazione andrà a compiere non solo per luogo sul quale ricollocare il murale, ma anche sulle iniziative per la promozione della cultura dei diritti e della legalità”.

 Ufficio stampa Assessorato regionale al Welfare

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 1454

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.