Testa

 Oggi è :  01/06/2020

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

21/06/2007

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

IL PARCO DEL GARGANO PENSA AL FUTURO

Clicca per Ingrandire  Deliberato il bilancio preventivo 2008 per il Parco del Gargano nella sala consiliare del Comune di San Giovanni Rotondo alla presenza dell’assessore provinciale all’Ambiente, Stefano Pecorella, riunito con la comunità del Parco. Con questa delibera sono state emanate tre direttive dal commissario del Parco Nazionale del Gargano, Ciro Pignatelli: a) aumento della pianta organica;b) utilizzo di tutte le risorse finanziare; c), strategie di intervento, secondo le esigenze del territorio.

Pianta organica = “Il Parco ha bisogno di personale per funzionare bene – ha ricordato Pignatelli. – Per questo abbiamo previsto un ampliamento della pianta organica, in modo da aumentare le unità lavorative a 40 più il direttore”. Ricordiamo che attualmente presso la struttura di via Sant’Antonio Abate, a Monte Sant’Angelo, lavorano 28 unità, più il direttore, tre di queste in assoluta mobilità. Le indicazioni ministeriali, relative all’art. 1 della Legge Finanziaria, prevedono l’assunzione di sei unità, a queste il Parco ne aggiungerà altre sei con lo scopo di raggiungere 40 unità lavorative.

Risorse finanziare = “Ci sono troppi residui economici - ha sottolineato Pignatelli - cioè soldi non spesi. Questo ha causato due problemi al Parco: il primo, la mancata attivazione di progetti importanti per la tutela e la valorizzazione del territorio; il secondo, una penalizzazione di 90mila euro rispetto al fondo ordinario dell’anno precedente. Se il Parco avesse avuto la capacità di spendere tutte le risorse disponibili, ora avremmo potuto contare su una somma di quasi 500 mila euro”.

Strategie di sviluppo = “Dobbiamo mutare il modo di agire che ha causato ritardi e problemi, non possiamo solo anticipare fondi per spegnere incendi, ma dobbiamo utilizzare risorse per prevenirli”.
In conclusione la parola è stata ceduta all’assessore Pecorella, che ha rievocato come “il bilancio del Parco è un atto importante, perche è l’incavo dove gettare il seme dello sviluppo. Appunto per questo occorre una maggiore partecipazione.” Infine ha proclamato la individuazione, presso il suo Assessorato, di un referente che ha lo scopo di far mantenere costanti i rapporti con il Parco Nazionale del Gargano e i sindaci dei Comuni introdotti all’area protetta.

Bartolo Pistacchi

 ildiariomontanaro.it

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 255

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.