Testa

 Oggi è :  22/11/2019

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

28/10/2012

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

IL PASSATO APPARTIENE A TUTTI

Clicca per Ingrandire In attesa di conoscere come si chiuderà il “malinteso” in seno alla maggioranza Amicarelli, torniamo su un’argomento di forte attualità legato ai lavori di scavo e sistemazione della necropoli paleocristiana di Calenella-Monte Pucci. La quantità, l’unicità e la ricchezza di Ipogei, i numerosi e preziosi reperti trovati, devono alzare il livello di attenzione e tutela verso un patrimonio che rappresenta un importante e nuovo canale di promozione per Vico del Gargano, Parco Nazionale e tutto il territorio.

Questo importante patrimonio dev’essere tutelato, custodito, messo a disposizione di studiosi, università, scuole, turisti, curiosi e appassionati di tutto il mondo. Quanto la valorizzazione del patrimonio culturale sia importante ed efficace strumento di promozione, lo dice con competenza e autorevolezza il rettore dell’Università di Foggia Giuliano Volpe, ordinario di Archeologia cristiana e medievale: “Si ripete spesso che il patrimonio culturale sia anche una risorsa economica. E’ vero, è innegabile. Ne sono convinto anch’io”.

“Un bravo economista come Massimo Montella - prosegue - ci ricorda che valorizzare il nostro patrimonio consiste nel fare in modo che il valore dei documenti di storia venga percepito quanto meglio da quante più persone possibili. Le ricadute che un museo, un parco archeologico, un archivio o una biblioteca possono avere sono diverse e ben più remunerative rispetto a una malintesa visione mercantilistica del bene culturale”. Da qui l’esigenza e l’urgenza della raccolta e sistemazione curata ed efficace di tutti i reperti dei siti di Vico del Gargano, sparsi fra musei, collezioni, privati, ci portano alla richiesta di un museo della storia del paese in un contenitore pubblico e prestigioso come il Palazzo della Bella.

“Il patrimonio culturale - conclude Volpe - non appartiene né agli studiosi né ai professionisti della tutela: è un bene comune. Allo stesso modo il passato appartiene a tutti”. Dalla conferenza stampa di Calenella-Monte Pucci dei giorni scorsi sono venuti segnali importanti, sia da parte del sindaco di Vico, Pierino Amicarelli, sia da parte del presidente del Parco Nazionale del Gargano, Stefano Pecorella.

Michele Angelicchio

 Redazione

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 821

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.