Testa

 Oggi è :  12/11/2019

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

19/10/2012

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

SGR: NUOVA ALIQUOTA IMU SU “ALTRI” FABBRICATI

Clicca per Ingrandire Il Consiglio Comunale del 16 ottobre ha approvato tre dei quattro accapi iscritti all’ordine del giorno:
- regolamento per l’applicazione dell’Imposta Municipale Propria “Imu”,
- determinazione aliquote per l’applicazione dell’Imu,
- ricognizione sullo stato di attuazione dei programmi e verifica di salvaguardia degli equilibri di bilancio).
Il quarto accapo (Affidamento in concessione del servizio di riscossione tributi) è stato rinviato.

Il regolamento per l’applicazione Imu è stato approvato con undici voti favorevoli e cinque contrari. Il secondo e il terzo accapo con dieci voti favorevoli, 5 contrari e un astenuto. Articolata la discussione del secondo (determinazione aliquote Imu) per arrivare all’approvazione dell’invarianza del gettito minimo iniziale sulla prima casa e l’aumento di un solo punto dell’aliquota su tutti gli altri fabbricati, portata dallo 0,76 permille allo 0,86. La rilevanza delle sanzioni amministrative e contabili, previste in caso di mancato rispetto del patto di stabilità interno, sono gli elementi che hanno imposto tale aumento per il rispetto delle vigenti prescrizioni in materia di finanza pubblica nazionale.

“Il rispetto del Patto di Stabilità interno - ha dichiarato il sindaco Pompilio - ci ha costretti a prendere a malincuore, salvaguardando la prima casa, la decisione drastica di incrementare lievemente l’aliquota da applicare agli altri fabbricati. Una misura resa indispensabile per effetto della sofferenza delle nostre casse comunali depauperate dalle vicissitudini degli ultimi mesi e dalle imposizioni in termini di spesa imposte dal Governo centrale.

“Vorrei comunque sottolineare - spiega - che il nostro Comune, pur avendo aumentato di un punto l’aliquota sui fabbricati diversi dalla prima casa, è tra le poche realtà che hanno mantenuto al minimo l’aliquota sulla prima casa e innalzato di poco quella sugli altri fabbricati. Infatti, la maggior parte delle città italiane ha adottato misure ancor più drastiche delle nostre, aumentando il gettito Imu notevolmente, in tantissimi casi al 10,60 permille. Questa Amministrazione è oculata nel gestire le poche risorse a disposizione ed è attenta a non gravare con tasse eccessive sulle tasche dei cittadini”.

 Uff stampa Comune San Giovanni Rotondo

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

-- 22/10/2012 -- 09:54:33 -- vincenzo

Non commento circa la decisione presa. Vorrei esternare la mia opinione sull'accapo rinviato. Se il sistema di riscossione diretta lascia più danaro nelle casse del Comune, non vedo la necessità che si ricorra ad un riscossore esterno (come la GEMA=EQUITALIA). Purché, però, si pensi che il cittadino, per versare, spende del danaro in più - che potrebbe essere compensato ponendo a carico dell'Amministrazione la piccola tassa di versamento eseguito presso altri istituti diversi dalla banca fiduciaria. Apprezzo, inoltre la possibilità data al cittadino, di eseguire il versamento via bonifico, direttamente sull'IBAN del Comune.

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 1932

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.