Testa

 Oggi è :  22/01/2020

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

25/09/2012

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

IL PARCO APRE AGLI ATENEI

Clicca per Ingrandire Università di Foggia e Parco Nazionale del Gargano hanno suggellato attraverso un protocollo d’intesa un patto di reciproca collaborazione per mettere in campo le migliori professionalità al fine di elaborare progetti per tutela, conservazione e valorizzazione del territorio. L'atto è stato sottoscritto dal Magnifico Rettore Giuliano Volpe e dal presidente Stefano Pecorella. Con questo protocollo le due istituzioni intendono collaborare per realizzare attività di studio e ricerca scientifica, reperimento, conservazione e restauro di beni d’interesse preistorico, storico, etnografico, archeologico e culturale. Impegni concreti dovranno essere volti a pianificare e attuare interventi di collaborazione in specifiche attività a livello di didattica, formazione continua e d’eccellenza, internalizzazione e governance.

“Abbiamo ritenuto opportuno - ha spiegato il Rettore Volpe - che in questo particolare momento di fragilità il territorio avesse punti di riferimento di alto livello. Questa intesa rappresenta una ‘naturale’ unione d’intenti mirata a sviluppare azioni sinergiche per condividere le migliori pratiche per lo studio, l’applicazione, il monitoraggio e la gestione del migliore know-how a disposizione dell’Università nell’Area Parco e nell’Area Marina Protetta delle Isole Tremiti. Sono certo che questa alleanza con l’Ente, che in questo biennio ha dimostrato lungimiranza negli interventi e sensibilità nel coinvolgimento dei giusti stakeholders, sarà fruttuosa e contribuirà alla tanto attesa svolta economico-sociale”.

“Alla base di questa intesa col mondo accademico - ha precisato Pecorella - vi è la la consapevolezza di creare stabili esempi di progettazione e pianificazione strettamente legati alle peculiarità del nostro territorio e delle sue inestimabili risorse ambientali, storiche e religiose. I nostri giovani hanno bisogno di poter investire le loro energie in un sistema in grado, attraverso i suoi principali attori istituzionali, sociali ed economici, di creare condizioni durevoli di sviluppo. Ringrazio il Rettore Volpe per la sensibilità e sollecitudine con la quale ha risposto alla richiesta del Parco e mi auguro che a breve si possa già concretamente predisporre la prima linea di intervento”.

 Ufficio Stampa Parco del Gargano

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 2692

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.