Testa

 Oggi è :  01/06/2020

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

18/09/2012

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

SOLITUDINE, POTENZIALMENTE DISTRUTTIVA

Clicca per Ingrandire Assessorato al Welfare Regione Puglia, Giraffa Onlus e consigliera regionale Pari Opportunità istituiscono per il prossimo 25 settembre la “Giornata Regionale contro la Solitudine” per sensibilizzare opinione pubblica e cittadini su questa tematica, spesso non considerata nella sua potenziale dinamica distruttiva. Nata da un progetto (foto del titolo, focus locandina; ndr) della drammaturga pugliese Daniela Baldassarra (foto 1 sotto), la giornata è una testimonianza corale, delle istituzioni e del mondo associativo, contro solitudini e disagio a esse correlato. Il progetto di sensibilizzazione farà luce su una condizione individuale che sempre più spesso diviene causa di forme di violenza e disagio e culminerà con la messa in scena dello spettacolo teatrale “Solitudini” al Teatro “Kismet Opera” di Bari, la sera alle 21.

“Una giornata contro le solitudini - afferma l’assessore al Welfare Elena Gentile - rappresenta, per le istituzioni impegnate a costruire una cornice inclusiva per cittadine e cittadini, un momento essenziale di riflessione sulle cause che determinano il generarsi di tale condizione, ma anche, e soprattutto, uno sforzo di comprensione dell’impatto che gli interventi, attuati e in corso, producono rispetto a questo fenomeno. Istituire la giornata contro le solitudini è un segnale dal forte valore simbolico di riconoscimento da parte nostra di disagi sottili, non riconosciuti tradizionalmente eppure minano il benessere sociale di una comunità”.

“La proposta progettuale dell’autrice Daniela Baldassarra e di Giraffa onlus di una rappresentazione teatrale sul tema della solitudine nelle sue sfaccettature - prosegue la consigliera regionale alle Pari Opportunità Serenella Molendini - ci è sembrata pienamente coerente con le strategie regionali per l’inclusione sociale e con la funzione della consigliera di Parità della Provincia di Bari, avvocato Stella Sanseverino. È con entusiasmo, quindi, che con la stessa abbiamo aderito all’idea cofinanziando la rappresentazione teatrale ‘Solitudini’ al Teatro Kismet, al quale si potrà accedere gratuitamente fino a esaurimento posti”.

Per Maria Pia Vigilante, presidente dell’Associazione Giraffa Onlus, “è stata un’occasione importante per un sinergico lavoro di cooperazione di enti e istituzioni dell’intera regione, che hanno subito aderito all’evento. L’occasione è ancora più ghiotta se si pensa a quanto le solitudini siano strettamente connesse al tema della violenza sulle donne”.

Alla Giornata hanno aderito anche: Assessorato ai Servizi sociali del Comune di Bari, Comune di Foggia, Comune di Taranto, Provincia BAT, Università degli Studi di Bari, Associazione nazionale Magistrati, Comitato per le Pari Opportunità Ordine Avvocati di Bari e vede come media partner il Corriere del Mezzogiorno. Lo spettacolo, interpretato dagli attori pugliesi Andrea Simonetti e Arianna Gambaccini, fotografa in maniera diretta, ironica e profonda, due tipologie e due diverse occasioni in cui la solitudine si manifesta e nelle quali tutti possiamo quotidianamente ritrovarci.

Nella prima situazione, “Cari amici miei”, una donna disillusa, interpretata da Arianna Gambaccini, racconta e descrive le dinamiche e le personalità delle cinque persone riunitesi con lei per la cena di Natale, espressione di quanto ci si possa sentire soli anche e soprattutto in situazioni di condivisione. Nella seconda occasione, “E pensare che volevo essere Giacomo Leopardi”, un muratore, interpretato da Andrea Simonetti, si fa coraggio e si racconta a un pubblico sconosciuto, perché esternare i propri desideri e ambizioni con chi non si conosce può essere più semplice che mettersi a nudo con le persone che si amano e con le quali trascorriamo il nostro tempo.


NOTE AUTORIALI = «Senza la pretesa di voler definire e raccontare la solitudine - spiega l’attrice Daniela Baldassarra, - lo spettacolo nasce dal desiderio di riflettere su una condizione che io credo appartenere alla segreta intimità di ogni essere umano. In diverse forme, in diversi momenti, la sensazione di isolamento rispetto alla società è un malessere con cui ognuno di noi deve fare i conti. “Che ci faccio io qui? Chi mi aiuta? Di chi posso fidarmi? Rendo felice qualcuno io? E' questa la vita che volevo?” sono domande che tutti ci poniamo e troppo spesso restano senza risposta, nella frustrante sfera del “non detto” e del “non condiviso”. Del resto viviamo in una società che penalizza e mortifica i rapporti umani, in una società votata all'apparenza e alla superficialità, e questo spettacolo vuole metterci dinanzi a uno specchio, vuole dare la possibilità di confrontarci con la nostra personale ‘Solitudine’ per provare a non mentire più, almeno a noi stessi.»

PRO-MEMORIA “SOLITUDINI” - 25 settembre Teatro Kismet Opera di Bari, ore 21. Ingresso gratuito fino a esaurimento posti. Prenotazioni: info@giraffaonlus.it - Ufficio stampa Luana Poli 339.31.34.249 - 340.80-41-530 - 320.14.58.187 - solitudini2012@libero.it

 Comunicato stampa

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 282

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.