Testa

 Oggi è :  12/11/2019

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

19/06/2008

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

La chiosa della presidente del Centro Studi Martella

Clicca per Ingrandire  La rivendicazione dei diritti delle associazioni culturali è un punto di forza del Centro Studi Martella, che ne ha fatto sempre una costante della sua azione. Nel 2001 come presidente del Centro Studi (il consigliere comunale Michelino Esposito se ne ricorderà perché la cosa fece molto rumore anche al Municipio di Peschici), scrissi a Mazzamurro, presidente della Comunità Montana del Gargano, questo cahier de doleances:

"La vita di chi vuole fare, sul serio, "ricerca" nei centri periferici é piuttosto “grama”. Quando si arriva, dopo anni di studi e di seria ricerca … ad una pubblicazione, per farsela finanziare almeno in parte, si comincia un iter veramente poco edificante. E sembra quasi di andare ad elemosinare qualcosa che dovrebbe essere "dovuto", se soltanto si facesse opera seria di selezione delle proposte, innumerevoli e varie, che intasano le scrivanie dei sindaci e dei presidenti delle varie Istituzioni.

Per le Associazioni non c’é praticamente possibilità di stabilire un rapporto da pari a pari con gli Enti preposti, che si trincerano dietro a budget stabiliti per ogni paese. Non serve presentare programmi annuali di attività, e forse serve davvero poco presentare “capacità e competenze” e un prodotto valido.

Per non dire che bisogna poi, necessariamente, affidarsi ai canali politici oppure alle solite vie amicali se, dopo innumerevoli telefonate a vuoto contrassegnate dalle solite musichette di inutile attesa, si vuole raggiungere rapidamente l’obiettivo...

Gli Enti e le amministrazioni locali, nei grandi convegni, sostengono di incoraggiare i ricercatori che riportano alla luce la “memoria storica”. Di solito, alle condizioni e con i limiti su esposti, lo fanno. Ma quando si dà qualche contributo lo si fa pesare, come se si fosse concesso un grande "favore personale". Questo è francamente inaccettabile, quando poi si va a riscontrare che si finanziano "allegramente" tantissime altre iniziative, che saranno pur importanti ma, prive di qualsivoglia supporto culturale, rischiano di essere fondate su fragili castelli di sabbia...”

prof.ssa Teresa Maria Rauzino
Presidente "Centro Studi Martella"
di Peschici

 Redazione

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 2116

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.