Testa

 Oggi è :  13/08/2020

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

04/09/2012

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

SIGNORI… IL JAZZ!

Clicca per Ingrandire Il concerto-anteprima di stasera 4 settembre, alle 21.30 in piazza Rovelli, apre ufficialmente l'8ª edizione del “Rodi Jazz Fest” (5-6-7 settembre). In scena ance e fiati di studenti e docenti: Roberto Vagnini e Gabriele Buschi (sax), Angelo Baranello (pianoforte), Giovanni Ieie (direttore). Questa edizione si fregia di illustri ‘contributors’: Pietro Iodice, Mario e Claudio Corvini, e Bruno Tommaso che dirigerà il concerto finale del 7 settembre del “Canti Sciamboli Project” (leggi schede in calce; ndr).

Il Conservatorio "U. Giordano" di Foggia da tempo pone attenzione alle espressioni culturali di Capitanata. “Canti Sciamboli Project” nasce infatti sulla scorta della pubblicazione della musicologa dell'istituto foggiano Patrizia Balestra (“Sciamboli e canti all'altalena” - Ed. Squilibri – foto del titolo). Fra Bruno Tommaso e il Dipartimento Jazz del Conservatorio “U. Giordano” è in atto già da diversi mesi una preziosa e proficua collaborazione.


IL PROGRAMMA
5 settembre - Orchestra studenti e docenti
Claudio Corvini, tromba - Sandro Satta sax alto
Alessandra De Luca, voce
Giuseppe Spagnoli, pianoforte
Roberto Della Vecchia, basso
Pietro Iodice, batteria

6 settembre - Orchestra studenti e docenti
Mario Corvini, trombone - Enzo Nini, sax tenore e flauto
Patrizia Di Martino, voce recitante
Antonio Tosques, chitarra
Roberto Della Vecchia, basso
Pietro Iodice, batteria

7 settembre - “CANTI SCIAMBOLI project”
concerto dell’Orchestra del Dipartimento Jazz dei Conservatori di Foggia e
Rodi Garganico, con la partecipazione di tutti i docenti del seminario, diretto da Bruno Tommaso.


I SEMINARI MONOGRAFICI
I corsi monografici si terranno nelle aule del Conservatorio di Rodi Garganico dai docenti ospiti e dai docenti del conservatorio dauno: Sandro Satta, Enzo Nini, Antonio Tosques, Giuseppe Spagnoli, Luigi Giannatempo, Roberto Della Vecchia, Alessandra De Luca, Patrizia Di Martino. Nel dettaglio:
Bruno Tommaso, direttore - “Canti Sciamboli project”
Claudio Corvini, tromba - “Sintassi dell’Improvvisazione”
Mario Corvini, trombone - “La Sezione di Tromboni e la Musica d’insieme”
Alessandra De Luca, canto - “Il vocalese modale”
Roberto Della Vecchia, basso - “Ascolto ed Esecuzione”
Patrizia Di Martino, recitazione - “Il suono nella parola”
Luigi Giannatempo, arrangiamento - “L’Evoluzione dell’Orchestra Jazz”
Pietro Iodice, batteria - “Interpretazione della Partitura”
Sandro Satta, sax alto - “L’improvvisazione Altra”
Enzo Nini, sax tenore e flauto - “Il suono nella parola”
Giuseppe Spagnoli, pianoforte - “Il pianoforte e la Musica Totale”
Antonio Tosques, chitarra - “Dal be bop al modale, l’evoluzione della chitarra jazz”

I corsi sono gratuiti per gli allievi del conservatorio di Rodi Garganico e Foggia. Per tutti gli studenti sono previste condizioni di favore per il pernottamento e i pasti attraverso convenzioni con Hotel locale (€ 18,00).


LE SCHEDE
1. CANTI SCIAMBOLI PROJECT = Il progetto, curato dal Dipartimento delle Nuove Tecnologie e Linguaggi Musicali sezione Musica Jazz del Conservatorio “Umberto Giordano” di Foggia, è una produzione originale nata nell’ambito del Laboratorio di formazione orchestrale jazz-Aspetti metodologici e pratici, tenuto dal M.tro Bruno Tommaso e liberamente ispirata alla pubblicazione del libro “Sciamboli e Canti all’Altalena”, ricerca sulla musica popolare dell’appennino dauno, promossa dal Conservatorio e curata dalla docente di Storia ed Estetica musicale Patrizia Balestra.

2. BRUNO TOMMASO = Nato a Roma il 1946, ha compiuto gli studi musicali al Conservatorio "Santa Cecilia" coi maestri Salvatore Pitzianti (contrabbasso) e Giorgio Gaslini (musica jazz). Ha esordito in campo jazzistico con Roberto Laneri, Giancarlo Schiaffini e Mario Schiano. Ha fatto parte del Modern Art Trio con Franco D'Andrea, del trio di Martin Joseph, del trio e quartetto di Enrico Pieranunzi e del quartetto di Giorgio Gaslini. Ha collaborato con musicisti italiani e stranieri realizzando oltre cento registrazioni discografiche e radiotelevisive, e partecipando a festival nazionali e internazionali.

È stato l'ideatore e uno dei fondatori della Scuola Popolare di Musica di Testaccio, primo presidente dell'AMJ (Associazione Nazionale Musicisti di Jazz), nonché primo presidente dell'Associazione Italiana Instabile Orchestra. Fa parte del gruppo "Novitango" e del quartetto "Guida Blue" di Eugenio Colombo. Ha tenuto corsi e seminari in Italia e all'estero, e ha insegnato contrabbasso nei Conservatori di Sassari, Parma, Napoli e Pesaro. Ha svolto intensa attività didattica all'Associazione Siena Jazz (Corsi Cee, Orchestra giovanile, seminari estivi).

 Comunicato stampa

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

-- 05/09/2012 -- 08:38:05 -- vincenzo

Lunga vita al RODI JAZZ FEST, chiunque ne sia stato ideatore e promotore nel passato. Importante è che, questa fiaccola musicale, venga sempre tenuta accesa.

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 2934

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.