Testa

 Oggi è :  20/06/2024

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

04/09/2012

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

PARCO NO TRIV: SINDACI LANCIA IN RESTA

Clicca per Ingrandire Nella riunione della Comunità del Parco convocata con urgenza dal presidente Stefano Pecorella nella mattinata di oggi, 4 settembre, alla quale hanno partecipato i primi cittadini dell’Area Protetta si sono deliberati i seguenti punti-cardine della questione “concessione alla società irlandese Petroceltic di procedere a prospezioni di idrocarburi al largo delle Isole Tremiti”. Nell’ordine, i punti deliberati all’unanimità - al termine di una discussione corposa e appassionata, presieduta dalla presidente della Comunità, Ersilia Nobile (sindaco di Vieste), che ha visto tutti attivi protagonisti e determinati a difendere il futuro del Gargano - sono:

- riaffermare l’opposizione e il contrasto alla ricerca di idrocarburi per difendere e valorizzare il sistema ambientale e turistico sostenendo e promuovendo le manifestazioni della società civile
- proporre una riforma normativa al decreto Passera attraverso iniziativa e referendum abrogativo nel quale coinvolgere tutte le Regioni italiane che si affacciano sull’Adriatico, nonché avanzare una proposta di legge al Parlamento europeo
- coinvolgere tutte le Istituzioni e i loro rappresentanti (Comuni, Province, Regioni, Parlamento italiano ed europeo)
- attivare ogni iniziativa legale avverso il decreto e ogni atto successivo
- trasmettere le precedenti deliberazioni a Province e Regioni interessate.

“Questa battaglia di civiltà - ha dichiarato in apertura il presidente del Parco - deve essere combattuta su tutti i fronti: amministrativo, normativo e di protesta popolare di piazza. E’ indubbio che rispetto ad aprile 2011 la situazione si è ulteriormente aggravata perciò, all’impegno della società civile, dobbiamo assolutamente trovare un antidoto burocratico che garantisca l’allontanamento definitivo di questo rischio trivellazioni. Pertanto, ritengo che questa battaglia debba essere allargata a tutte le Regioni e le Nazioni che si affacciano sull’Adriatico perché un incidente a Venezia o in Croazia macchierebbe indelebilmente anche il nostro territorio”.

Fra il consenso unanime dei presenti all’assise, Pecorella ha altresì aggiunto: “Il nostro petrolio si chiama ambiente e turismo. Un paesaggio pulito e le fonti energetiche rinnovabili, migliorando la qualità della vita dei residenti, rappresentano l’unico propulsore dello sviluppo turistico e della valorizzazione delle risorse ambientali di biodiversità. Queste nostre ricchezze sono conosciute e apprezzate in tutto il mondo. Lo dimostra l’ampio articolo pubblicato lo scorso 2 settembre sull’autorevole e prestigioso quotidiano ‘New York Times’, nel quale il Gargano è esaltato in tutti i suoi aspetti e uniche peculiarità. Infatti, il giornalista Shivani Vora eloquentemente scrive: «Il Gargano è un mix di quello che rende l’Italia irresistibile: la storia, il cibo, posti stupendi e il calore della gente»”.


 Ufficio Stampa Parco del Gargano + Redazione

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

-- 04/09/2012 -- 16:02:33 -- vincenzo

Il mio personale GRAZIE a Shivani Vora, innanzitutto. L'idea di coinvolgere tutte le comunità che si affacciano su questo nostro grande Lago (che poi è un lago nel lago Mediterraneo, anch'esso chiuso e debole) è un'ottima idea. Il problema è del tempo occorrente per svegliare chi dorme e di animare quelli che hanno perso la fiducia o che hanno comunque allentato la presa, hanno abbassato il livello di guardia della propria attenzione. Vada per queste linee, ma... vigili!

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 227

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.