Testa

 Oggi è :  16/06/2019

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

20/08/2012

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

APPUNTAMENTI SALENTINI

Clicca per Ingrandire LECCE = Nuovo appuntamento col Teatro Contemporaneo curato da Carla Guido nell’ambito di “Lecc’è” (Festival delle emozioni nel cuore del barocco), programmazione estiva dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Lecce. Stasera lunedì 20 agosto, ore 21, al teatro Romano con ingresso gratuito va in scena lo spettacolo, “Erodiàs” (foto del titolo, la locandina; ndr), uno dei testi più amati di Giovanni Testori, per la regia di Raul Iaiza. Lo spettacolo vede in azione un attore col vestito della domenica pronto a cominciare il suo spettacolo. Attende gli spettatori e si appresta a officiare ancora una volta la sua recita bislacca. Ancora una volta si trasformerà, ancora una volta sarà attraversato. Ancora una volta gli toccherà danzare il suo ‘demenzial tango’.

“I personaggi tragici, nel loro susseguirsi dentro l'arco dei tempi - spiega l’autore - non hanno avuto e non avranno mai altro significato che quello di ripetere, in termini diversi, lo stesso, antico, luminoso tentativo; la stessa, antica, luminosa bestemmia”. Il suo personaggio è una Erodiade brianzola, concubina di Erode, sola con la testa del Battista - ormai prossima alla decomposizione - davanti al pubblico chiamato alla recita, a rievocare, fra ricordi passati e presenti deliri, l'amore frustrato per il ‘Giuàn’, dalla sua prima apparizione alla Reggia di Erode fino alla decapitazione: una storia di approcci, seduzioni, discorsi su Dio e sull'amore in cui lei è ripetutamente “refiutata, istante per istante”.

Autore, attore, personaggio, spettatori: il gioco del teatro teatralizzato, della vita e del teatro, dell'arte e della vita, insaziabile e onnivoro marchingegno che tutto divora, confonde e annienta i termini. E' grazie alla magia della scrittura di Testori che le variabili del gioco si ricompongono, nella meravigliosa e oscillante sintesi di quest'opera. Raul Iaiza, regista, performer, pedagogo, attore, ha girato il mondo insegnando ad allievi attori di diverse formazioni e culture.
Il suo particolare training fisico e vocale, ‘summa’ delle sue illustri e innumerevoli esperienze professionali, è un lavoro imprescindibile e fondamentale da avere nel proprio bagaglio formativo. Regista pedagogo del progetto ‘Regula Contra Regulam’, Iaiza collabora col Grotowski Institute ed è stato assistente alla regia di Eugenio Barba per l’OdinTeatret, Holstebro (Danimarca), dal 2001 a oggi.


TORREPADULI = Martedì 21 agosto ore 12, nella Sala Conferenze di Palazzo Adorno, conferenza stampa di presentazione dell’evento organizzato dalla “Fondazione Notte di San Rocco - Pizzica, Tamburello, Scherma in Ronde” (foto 1 sotto) da svolgersi nella giornata di giovedì 23 agosto 2012 alle 21. La frazione della leccese Ruffano è in fermento, un’intera comunità cittadina è pronta ad assistere al grande appuntamento che ha visto il contributo di Provincia di Lecce e Comune di Ruffano sotto l’Alto Patrocinio di Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero dell’Interno e il patrocinio di Regione Puglia, Università del Salento, Puglia Promozione, Camera di Commercio di Lecce, Confindustria Lecce, Istituto di Culture Mediterranee, Associazione Integra Onlus, Osservatorio Urbanistico Teknè e Cenacolo dei Sommi estimatori e massimi degustatori del Vino Rosato.

Sul palco si esibiranno: Mascarimirì, Tamburellisti di Torrepaduli, Officina Zoè, Alla Bua, Compagnia di Danza Scherma salentina. Special Guest: Tullio De Piscopo (foto 2). All’incontro con gli operatori della comunicazione di martedì 21 prenderanno parte: Antonio Gabellone presidente Provincia di Lecce, Simona Manca assessore Cultura Provincia, Pasquale Gaetani presidente “Fondazione Notte di San Rocco-Pizzica, Tamburello, Scherma in Ronde”, Francesco Tornesello presidente Comitato scientifico Fondazione, Ernesto Malorgio presidente Cenacolo dei Sommi estimatori e Massimi degustatori del vino rosato. Nell’occasione sarà presentato il libro di Pierpaolo De Giorgi “La rinascita della pizzica”, Congedo Editore per la collana Fns-Fondazione Notte di San Rocco.

Durante la conferenza interverrà anche il professor Ermanno Inguscio, del comitato scientifico della Fondazione, reduce dal Convegno Internazionale di Montpellier, dove ha relazionato fra l’altro sulle attività della Fondazione in ordine alle iniziative culturali e di promozione del territorio svolte a Torrepaduli. Saranno presentati, infine, tutti gli eventi che faranno da corollario all’attesissimo concerto: il workshop di pizzica e tamburello a cura di Serena D’Amato e Rocco Luca, il Convegno “La cultura al tempo della crisi”, introdotto e moderato dal professor Francesco Tornesello e la degustazione enogastronomica “Piatti tipici della notte di San Rocco”.




 Uffici Stampa

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 650

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.