Testa

 Oggi è :  20/06/2024

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

10/08/2012

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

LECCE IN LEGA PRO. LE REAZIONI

Clicca per Ingrandire PAOLO PERRONE, SINDACO DI LECCE = “Da sindaco di questa città e da sportivo non posso che essere amareggiato per l’esclusione del Lecce dal Campionato di Serie B 2012-2013, così come stabilito con sentenza dalla Commissione Disciplinare Nazionale. Allo stesso modo però, resto in attesa di conoscere l’iter della giustizia sportiva che, individuando responsabilità certe, decreterà la posizione definitiva della squadra della nostra città.

“Se la sentenza dovesse essere confermata anche nel giudizio di 2° grado, concentreremo tutte le energie per risalire la china e far sì che il Lecce possa iniziare un nuovo corso che lo porti a occupare nuovamente posizioni guadagnate in passato con merito e talento. Un progetto di crescita fortemente voluto dai nuovi referenti societari che già dalle prime battute hanno dimostrato affetto nei confronti della nostra squadra, oltre alla volontà di riportarla in alto. Nel frattempo accettiamo quanto stabilito, con la consapevolezza che le cadute, a volte, sono lo sprone necessario per rialzarsi più forti di prima.”

UGO LISI, DEPUTATO = “Un autentico castello accusatorio che poggia non su solide fondamenta, bensì su una sabbia scivolosissima. Delle due l’una: o la combine era acclarata e tutti avrebbero dovuto pagare il giusto prezzo per le loro azioni, o questo accordo sottobanco era soltanto nelle fantasie di qualcuno e non è giusto che paghino una squadra di calcio, una città e un intero territorio. Invece assistiamo, a dire il vero un po’ sconcertati, a un quadro in cui alcuni vengono assolti con tante scuse, mentre altri si sobbarcano il peso di tutto.

"Apprendiamo che le presunte pacche sulla spalla di qualche giocatore nei confronti dei rivali giallorossi non è mai esistita, mentre vengono ritenute credibili altre dichiarazioni apparse per lo meno un po’ lacunose. Nella tristezza odierna si intravede, tuttavia, la luce di un appello più equo in fondo al tunnel. Importante è che, a tutti i livelli, in questi giorni fondamentali che ci separano dal verdetto finale, tutti facciano sentire vicinanza, calore e attaccamento a capitan Giacomazzi e compagni."


LA SENTENZA = Al processo sul calcioscommesse la Commissione Disciplinare ha emesso il verdetto: squalifica di 10 mesi ad Antonio Conte - attuale tecnico della Juventus, all’epoca dei fatti contestati mister del Siena - e 8 al vice Angelo Alessio; assolti: Leonardo Bonucci (all’epoca giocatore del Bari), Simone Pepe (ex Udinese), Marco Di Vaio e la squadra del Bologna; retrocesse in Lega-Pro Lecce (con 6 punti di penalizzazione da scontare nel prossimo Campionato) e Grosseto (tre punti); inibizione per cinque anni dell'ex presidente del team salentino Andrea Semeraro e del presidente dei maremmani.
(foto Logo Lecce Calcio)

 Comunicati stampa

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 519

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.