Testa

 Oggi è :  20/06/2024

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

26/07/2012

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

UN CRESCENDO DI EMOZIONI E SUGGESTIONI

Clicca per Ingrandire L’accogliente scenario di Largo del Conte a Vico del Gargano (foto del titolo; ndr) e la Sala Consiliare del Comune di Peschici (foto 1 sotto) hanno fatto da cornice a due serate culturali organizzate dall’Associazione musicale “Arcobaleno”, col patrocinio dei due Comuni. Il 21 e 23 luglio, infatti, è stato presentato il romanzo “Tessere di un mosaico” scritto da Mariella Scopelliti, giovane autrice calabrese, la quale ha tenuto a sottolineare nel suo intervento l’emozione provata nel trovarsi nella nostra terra, mai visitata prima, e la bellezza della zona garganica. Le serate sono state introdotte da Anna Maria Mazzone e Maria Antonietta Fasanella, rispettivamente presidente e direttore artistico dell’Associazione. A moderare gli interventi è stata Leda Maria Lanucara, docente del liceo classico europeo Campanella di Reggio Calabria, legata alla Scopelliti da profonda amicizia (foto 2-3-4 sotto; ndr).

Le due serate si sono rivelate un intenso percorso interiore, in quanto attraverso la critica e il commento dei contenuti del romanzo, gli spettatori si sono ritrovati a essere coinvolti in un crescere di emozioni e suggestioni che le parole hanno indotto. “Tessere di un mosaico”, infatti, è stato definito dalla stessa autrice “un viaggio attraverso l’anima di una donna, viaggio in cui il lettore a sua volta si immedesima e scrive la propria storia”. La delicatezza dei contenuti e lo stile ricercato ma scorrevole, sono riusciti ad attrarre gli spettatori, i quali sono rimasti affascinati dalle letture tratte dal libro eseguite alternativamente nelle due serate, oltre che dall’autrice, da Michele Angelicchio (a Vico - foto 5), Camilla Tavaglione (foto 6) e Maria Luisa Ercolino (a Peschici - foto 7).

Durante gli spezzoni letti il pubblico ha potuto immedesimarsi realmente con Caterina Giusti, protagonista del romanzo, e ciò è potuto succedere sia per la maestria dei lettori nell’interpretare il testo, sia grazie alle suggestioni suggerite dal suono del pianoforte che ha accompagnato le letture, pianoforte cui hanno dato voce Maria Antonietta Fasanella, Angelo Chiaramonte (foto 8) e Valentina De Nittis (foto 9). La musica però è stata costantemente protagonista in quanto i pianisti Chiaramonte e De Nittis hanno aperto e concluso le serate con pezzi di Gershwin e Einaudi.

Il pubblico ha mostrato particolare gradimento per i temi del libro tanto che, a conclusione degli interventi, si è aperto un dibattito con gli spettatori che hanno partecipato numerosi, a conferma del clima caldo e familiare che si è andato a creare nelle due serate. Ciò ha fatto molto piacere all’autrice, la quale ha voluto sottolineare come il ruolo dell’agorà greca sia ancora rintracciabile in questi momenti di partecipazione in cui la gente del sud approfitta delle occasioni pubbliche per esprimere le proprie idee.

In conclusione, possiamo dire che ancora una volta gli eventi organizzati dall’Associazione “Arcobaleno” si sono rivelati di grande spessore culturale e, contemporaneamente, sono risultati graditi alla popolazione e ai turisti, i quali più che spettatori sono diventati parte attiva delle serate. Ciò dimostra che la cultura non è noiosa ma coinvolgente ed evidenzia quanto sia importante l’impulso che l’Associazione Arcobaleno ha fornito al territorio.

Filippo Imbalzano

 Redazione

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 523

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.