Testa

 Oggi è :  13/11/2019

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

04/07/2012

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

LE NEWS DALLE COLLINE DAUNE

Clicca per Ingrandire CAPITALE DEI PICCOLI COMUNI = E’ stato affidato a Saverio Lamarucciola (foto del titolo; ndr), sindaco di Pietramontecorvino, il nuovo coordinamento creato da Anci Puglia che mette insieme i 40 Comuni delle province di Foggia e Bari con meno di 5mila abitanti. Il coordinamento che unisce i restanti 44 piccoli Comuni del Salento è stato affidato ad Annalisa Stifani, sindaco di Palmariggi. La nomina di Lamarucciola è stata decisa nell’ambito dell’incontro convocato per fare il punto sulla situazione dei centri minori pugliesi in vista della Conferenza Nazionale dei Piccoli Comuni che si terrà ad Arona, in Piemonte, il 6 e 7 luglio prossimi. Nell’ultimo incontro con l’Anci, il Governo ha annunciato un imminente decreto che sarà proposto nel prossimo Consiglio dei ministri e prevede novità in materia di piccoli Comuni e città metropolitane.

I provvedimenti del governo devono rispondere all’esigenza di riorganizzazione istituzionale territoriale, chiarendo le funzioni degli enti intermedi, e risolvere le sovrapposizioni di competenze. I Piccoli Comuni pugliesi, sulle gestioni associate, chiedono che l'accorpamento delle funzioni dei centri con meno di 5mila abitanti non deve essere obbligatorio ma avvenire in maniera volontaria e incentivata. Chiedono di essere sottratti dai vincoli del patto di stabilità e l’ordinamento differenziato, con norme e sostegno specifici. I Piccoli Comuni pugliesi chiedono il rifinanziamento dei fondi destinati loro (Fondo Nazionale Ordinario investimenti) per consentire investimenti di natura ambientale, opere di riassetto idrogeologico e protezione civile. I fondi si potrebbero sicuramente attingere dalla abolizione della famosa “legge mancia” che continua a essere approvata in Parlamento e stanzia fondi a pioggia.

I Comuni pugliesi con meno di 5mila abitanti, inoltre, ritengono importante affrontare e ridurre il divario digitale che interessa i centri minoti e alcune aree montane per migliorare l'efficienza della Pubblica Amministrazione e favorire il libero accesso alle informazioni della Rete. I piccoli Comuni della Puglia ritengono necessaria l'istituzione di un fondo per il potenziamento dei collegamenti e lo sviluppo del trasporto pubblico locale, consentire la fruibilità dei territori a fini turistici e assicurare ai cittadini dei centri minori l'accessibilità al diritto primario alla mobilità. Alla Regione Puglia chiedono una Legge Regionale sui piccoli Comuni e facilitazioni di accesso ai fondi comunitari per i piccoli enti, attraverso l’impegno dell’Ente regionale a farsi carico di cofinanziamento, spese tecniche e Iva.


LA CASA DEL GUARDABOSCHI = Da rudere abbandonato a struttura modello, autosufficiente dal punto di vista energetico grazie a un moderno sistema di tegole fotovoltaiche (foto 1-2, com'era = 3-4, com'è). Completati a tempo di record i lavori di ristrutturazione del cosiddetto ‘Casone Forestale’. La vecchia ‘Casa del Guardaboschi’, ridotta a un rudere da decenni, è stata completamente restaurata ed è pronta ad accogliere un nuovissimo ‘Museo della Foresta’. L’edificio, ubicato nel bosco che si estende a pochi chilometri dal centro abitato di Pietramontecorvino, risale alla seconda metà dell’800. Si tratta di una struttura ampia, a base quadrangolare, che fino al 1930 serviva a offrire ricovero ai guardiacaccia comunali. Grazie agli interventi di ristrutturazione, completati proprio in questi giorni dalla ditta Antonio Cetola di Pietra, la struttura è stata completamente recuperata dal punto di vista statico e funzionale e ora è pronta a diventare un Centro Visite naturalistico, un secondo polo attrattivo rispetto al già esistente Centro Visite allestito all’interno della Torre Normanna. A pochi passi dal ‘Museo della Foresta’, infatti, stanno già prendendo forma il sentiero per le escursioni nel bosco e il ‘Parco avventura’, altro progetto ammesso a finanziamento dalla Regione Puglia.

Sarà costituito da un insieme di percorsi sospesi a diverse quote da terra, installati su alberi ad alto fusto. All’interno dei boschi che circondano l’abitato sarà completata la rete di camminamenti che porterà da un luogo all’altro (dalle aree picnic al museo, dal museo al Parco Avventura, dalla pineta al centro storico). Progressiva riqualificazione del quartiere medievale di Terravecchia, valorizzazione del sito archeologico di Montecorvino e rete dei sentieri naturalistici costituiranno un’unica rete di luoghi che raccontano storia, cultura e unicità del patrimonio ambientale di Pietramontecorvino. Entro la fine dell’estate, verrà completato anche l’allestimento del Museo della Foresta e la struttura sarà visitabile da cittadini e turisti. La ristrutturazione della vecchia ‘Casa del Guardaboschi’ è parte integrante del programma di riqualificazione il cui obiettivo è mettere a sistema le potenzialità e le vocazioni di un paese capace, negli ultimi nove anni, di raggiungere importanti obiettivi nella valorizzazione del proprio patrimonio culturale. Non è un caso che Pietramontecorvino sia stato premiato dai marchi di qualità turistici e ambientali di “I Borghi più belli d’Italia” e della “Bandiera Arancione” assegnata dal Touring Club Italiano.


RACCOLTA RIFIUTI = Dal 1° luglio, il Comune di Roseto Valfortore ha esteso il servizio porta a porta per la raccolta differenziata dei rifiuti dalle sole abitazioni del centro storico a quelle di tutto il paese. L’obiettivo è arrivare entro il 2012 a differenziare la quota prevista dalla legge per diminuire i costi sostenuti dalla comunità per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti in discarica. La legge nazionale obbliga i Comuni a raggiungere obiettivi crescenti nella qualità e nella quantità della raccolta differenziata. A Roseto Valfortore gli operatori del servizio si recano casa per casa, pesano le diverse buste, e trasferiscono i dati raccolti nel database. A fine anno, i nuclei familiari e i singoli utenti risparmieranno sulla Tarsu in proporzione alla quantità di rifiuti che avranno differenziato. Si possono risparmiare fino a 18 centesimi per ogni chilogrammo di plastica, 4 centesimi per ogni chilo di carta e cartone, 2 centesimi per il vetro e 20 per ogni chilogrammo di alluminio consegnato agli operatori. Se non si è in casa al momento dell’arrivo degli operatori, le buste possono essere lasciate sull’uscio, vengono pesate e nella cassetta postale viene consegnato il relativo scontrino che attesta quantità e risparmio accumulato.

Col “porta a porta”, l’Amministrazione Comunale intende ridurre la spesa per il conferimento in discarica dei rifiuti indifferenziati; evitare di incorrere nel pagamento della cosiddetta “ecotassa” che graverà su tutti gli enti che non raggiungeranno il 55 percento di differenziata; migliorare il decoro urbano, la qualità della vita dei cittadini e l’immagine del borgo che ha puntato decisamente verso lo sviluppo di un flusso turistico destagionalizzato. All’inizio dell’anno, il Comune di Roseto Valfortore ha fatto distribuire un calendario speciale, quello del “Più conferisci, meno paghi”, per ricordare ai rosetani gli orari e le modalità corrette del conferimento dei rifiuti. All’interno dell’agenda ogni giorno è contrassegnato da un quadratino colorato: se giallo vorrà dire che il servizio giornaliero si occuperà di ritirare la plastica, altrimenti sarà il momento di preparare il vetro (verde), oppure la carta (grigio), o ancora l’alluminio (celeste) e l’umido (arancione). La copertina del calendario si presenta con una scritta eloquente: “Duemiladodici, un anno differente”. Naturalmente, accanto a consigli, esortazioni e programma giornaliero del porta a porta ci sono le immagini coi luoghi più belli di Roseto Vafortore, un modo per riflettere sull’utilità della raccolta differenziata anche rispetto alla salvaguardia del patrimonio ambientale e della bellezza del borgo.



 Uffici Stampa

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 3200

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.