Testa

 Oggi è :  17/02/2020

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

25/06/2012

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

OSPITI ILLUSTRI IN PUGLIA

Clicca per Ingrandire Il Centro Studi Storici e Socio-Religiosi in Puglia di Bari rende noto quanto segue: “Diamo il Benvenuto in Puglia a Sua Beatitudine il Patriarca di Gerusalemme dei Latini, Mons. Fouad Jwal (foto del titolo; ndr). Nei giorni 7 e 8 luglio, i Cavalieri del Santo Sepolcro di Gerusalemme lo ospiteranno ad Andria per l’investitura e la nomina di nuovi Cavalieri. Per la cultura pugliese è importante che il Patriarca riceva in omaggio un volume che riproduce e commenta le tavole che illustrano il Credo, presenti nel Santuario della Madonna dei Miracoli dal 1910.

“Poiché tale tipo di illustrazione è rarissimo, forse unico in Puglia, oltre alle tavole di Andria sono state pubblicate anche le bellissime stampe sull’argomento conservate nel Castello Sforzesco di Milano, grazie alla cortese disponibilità del Museo della Collezione delle Stampe del Bertarelli. I curatori del volume, professoressa Liana Bertoldi Lenoci, presidente del Centro Studi Storici e Socio-Religiosi in Puglia di Bari, e Monsignor Luigi Renna, rettore del Pontificio Seminario Regionale Pugliese ‘Pio XI’ di Molfetta, congiuntamente commentando le illustrazioni sia dal punto di vista storico che teologico, hanno voluto creare un ponte fra Puglia e Lombardia e viceversa.

“Ciò sottolinea ed evidenzia come la ricerca non abbia confini geografici o condizionamenti, soprattutto in area religiosa. Infatti, sotto tutti i cieli e in tutte le civiltà, l’uomo consapevole della propria limitatezza sente il bisogno di affidarsi alla divinità. Il cristiano lo fa attraverso il Credo. Ci congratuliamo per la bella iniziativa culturale che con il rientro in sede del Patriarca, attraverso questo libro, porterà la Puglia a Gerusalemme.”


LA SCHEDA - “Il Credo” di Andria = La serie risulta stampata da A. Bertarelli, Milano; D. Vincenzo Minetti - Rivarolo Ligure, 3 novembre 1900; A. Mantegazza Ep. Fam. V. Forse è una donazione risalente al 1910, data segnata sul retro dei quadri. In modo spettacolare, questa serie di scene insegnava la storia sacra. Quella storia sacra che era anche raccontata dai pulpiti ed era vista attraverso le immagini che il predicatore srotolava leggendo i rotoli degli “Exultet”. Il Credo di Andria, pur nella modestia della qualità tipografica, rientra sicuramente in questo antichissimo filone didattico religioso. Infatti, le rappresentazioni illustrano i diversi dogmi di fede, esattamente come le “Vie Crucis” illustrano le tappe della Passione.

 Comunicato

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 1111

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.