Testa

 Oggi è :  22/11/2019

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

15/06/2012

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

LE NEWS DAI MONTI DAUNI

Clicca per Ingrandire CARLANTINO = Sono finalmente iniziati i lavori di sistemazione e rifacimento sulle strade provinciali dei Monti Dauni Settentrionali. E’ il sindaco di Carlantino, Dino D’Amelio, a renderlo noto. “Gli interventi - ha dichiarato - sono iniziati da qualche giorno e procedono anche speditamente. Voglio ringraziare l’ente Provincia di Foggia anche perché, come promesso, i lavori sono iniziati proprio dalla strada provinciale n. 3 (foto 1-2 sotto; ndr) che collega Carlantino a Celenza Valfortore”. Gli interventi fanno parte del pacchetto di 6 milioni e mezzo di euro appartenenti alla cosiddetta “quota di premialità”. I progetti sono cinque e riguardano altrettante arterie provinciali dei Monti Dauni. I Comuni che ne beneficeranno sono oltre a Carlantino: Pietramontecorvino, Celenza Valfortore, Castelnuovo della Daunia, Casalvecchio di Puglia, Casalnuovo Monterotaro, Mottamontecorvino e San Marco la Catola.

Le cinque arterie provinciali in questione versano in un grave stato di abbandono e le loro condizioni hanno contribuito non poco all’ulteriore isolamento geografico di quest’area della Capitanata. “Questi interventi - ha continuato D’Amelio - possono rappresentare una svolta per Carlantino e per questa zona dei Monti Dauni da troppi anni dimenticata e abbandonata. E’ necessario, tuttavia, che ai lavori segua un preciso programma di manutenzione che preveda annualmente gli interventi necessari su queste stesse arterie”. Il sindaco chiede inoltre che le somme derivanti dai ribassi d’asta (per il pacchetto che riguarda Carlantino una somma pari a circa 400mila euro, quasi 1 milione e 200 mila euro complessivamente) vengano riutilizzate sempre sulle stesse strade.

Per quanto riguarda la provinciale che collega Carlantino a Celenza Valfortore, si è già provveduto al taglio dell’erba, alla pulizia delle cunette e dei pozzetti mentre nei prossimi giorni si provvederà al rifacimento dell’asfalto del manto stradale di tutto il tratto. Nel dettaglio, dei 6,5 milioni di euro, 1 milione e mezzo di euro finanzieranno la Sp. 1 (bivio di Motta - Ponte 13 Archi), 1 milione di euro la 145 (bivio di Motta - Ss. 17), 1 milione di euro la 3 (bivio di Celenza Valfortore - Carlantino), 1 milione e 250mila euro la Sp. 4 (bivio di Monte Sambuco - bivio di Pietramontecorvino) e 1 milione e 180mila euro la Sp. 5 (Lucera - Pietramontecorvino - Casalnuovo Monterotaro).


ORSARA DI PUGLIA = Si mobilita per le popolazioni duramente colpite dal terremoto. Sabato 16 giugno si svolgerà “Orsara in moto per l’Emilia”, un’intera giornata di iniziative per raccogliere fondi da destinare alle zone colpite dal sisma. L’iniziativa è organizzata dal Comune di Orsara di Puglia, con la collaborazione e il contributo volontario delle associazioni “Lucy Dance”, “Settimana Allegra”, “Ascd”, “Ministry of Music”. La giornata avrà inizio alle 10.30, in Piazza San Pietro, con l’animazione per i bambini e la musica di “Giochiamo insieme”. Alle 17.30, nell’aula consiliare, si svolgerà la conferenza tematica sul tema “Terremoti: rischi, prevenzione e dinamiche sociali”.

Saranno analizzati i dati inerenti al rischio sismico in Capitanata, dove negli ultimi 40 anni si sono verificati almeno due terremoti di entità rilevante: il primo, nel 1980, ebbe il suo epicentro in Irpinia con ripercussioni anche su Orsara e la zona meridionale dei Monti Dauni; il secondo, nel 2002, colpì duramente il Molise e i Comuni del Foggiano confinanti con l’area molisana. Il programma di “Orsara in moto per l’Emilia” continuerà alle 20.30 quando, a cura della “Settimana Allegra”, Piazza San Pietro si farà teatro aprendo il palcoscenico su uno spettacolo di burattini.

Alle 21.30, spazio ai balli di gruppo e ai balli latino americani. Alle 23, il cortile della scuola elementare si trasformerà in discoteca all’aperto grazie alle performance di Dj Cesto&Friends-Loading in Progress. Tutte le persone coinvolte nell’organizzazione degli eventi hanno deciso di collaborare gratuitamente e in modo volontario, mentre il ricavato della serata disco sarà devoluto interamente alle popolazioni terremotate (info: informagiovani.orsara@gmail.com).


ALBERONA = “Qui Touring” li ha definiti “L’orgoglio dei Dauni” e ad essi la pubblicazione del Touring Club ha dedicato dieci pagine del numero monografico sulla Puglia che sarà in edicola per tutta l’estate: si tratta dei paesi della Capitanata premiati con la Bandiera Arancione, vale a dire: Alberona, Pietramontecorvino, Orsara di Puglia, Rocchetta Sant’Antonio e Sant’Agata di Puglia. Il giornalista e il fotoreporter che hanno realizzato il reportage sono Tino Montarro e Rocco De Benedictis. “Una terra bellissima”, si legge nel lungo articolo pubblicato sulla rivista, “che vanta cinque bandiere arancioni sulle sette di tutta la Puglia, segno che le Amministrazioni hanno lavorato bene e qualcosa è stato fatto”.

Ad Alberona (foto 4, panoramica - 5-6) sono stati intervistati Donatella Casamassa, giovane consigliera comunale che ha guidato gli inviati di “Qui Touring” attraverso i luoghi più interessanti del centro storico, e l’imprenditore Salvatore De Bellis, un trentenne che assieme ai fratelli sta portando avanti l’ambizioso progetto di valorizzare la pasta e le tipicità alberonesi. Il giornalista scrive di una “inversione di tendenza” in atto, di quanti negli ultimi anni decidono di investire nei paesi dei Monti Dauni puntando anche sullo sviluppo del turismo, e descrive “i paesaggi spettacolari” di Alberona e degli altri piccoli centri che sono diventati strategici per l’ampliamento e l’integrazione della nuova offerta turistica pugliese.

Il numero monografico di “Qui Touring” dedicato alla Puglia e ai Monti Dauni sarà presentato lunedì 25 giugno, alle 9, nella sala convegni della Camera di Commercio di Bari, davanti al presidente del Touring Club Italiano, Franco Iseppi, all’assessore al Turismo della Regione Puglia, Silvia Godelli, al direttore generale di Pugliapromozione, Giancarlo Piccirillo, e al presidente della Regione Puglia Nichi Vendola. Proprio nel 2012, Alberona si è confermata “Bandiera Arancione” del Touring Club Italiano per il sesto biennio consecutivo. L’associazione turistica più importante d’Italia, infatti, ha completato la verifica dei parametri di qualità ambientale e turistica e ha rinnovato il riconoscimento assegnato ad Alberona per la prima volta nel 2002.

La conferma del marchio è arrivata in seguito a un 2011 ricco di appuntamenti attraverso i quali Alberona ha promosso il proprio patrimonio storico, culturale ed enogastronomico. La scorsa estate, infatti, il borgo ha ospitato 38 giorni di eventi, nove appuntamenti con il gusto delle tipicità, coinvolgendo oltre 100 bambini che hanno partecipato ad attività educative e ludiche nell’ambito dell’Estate Ragazzi e del primo Festival dei Bimbi. Sempre nel 2011, inoltre, è stato attivato il Centro Visite dedicato all’importanza del cinghiale nell’ecostistema dei boschi che abbracciano Alberona mentre nelle scorse settimane è stato inaugurato il nuovo Antiquarium del borgo.

 Uffici stampa comunali

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 1044

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.