Testa

 Oggi è :  18/09/2020

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

13/06/2012

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

WEEKEND DEL VENTO

Clicca per Ingrandire Sarà Pietramontecorvino, su decisione di Legambiente Puglia, a rappresentare la regione nelle giornate internazionali dell’energia eolica. Durante il “Wind Day”, iniziativa che coinvolgerà decine di città in tutta Italia, anche il borgo dei Monti Dauni proporrà a cittadini e turisti un “weekend del vento” con visite a centro storico, impianti eolici, escursioni e spettacoli. Sarà l’Associazione “Terravecchia in Folk” a occuparsi di accogliere quanti giungeranno in paese e guidarli alla scoperta del patrimonio ambientale, storico e monumentale del paese.

Sabato 16 giugno, i turisti saranno accolti alle 9 in Piazza Martiri del Terrorismo, davanti al Municipio. Alle 9.30, le guide si divideranno in due gruppi: il primo accompagnerà i visitatori lungo le vie del centro storico e del quartiere medievale di Terravecchia (foto 1 sotto; ndr). Il secondo sarà a disposizione di quanti preferiranno l’itinerario naturalistico alla scoperta di “Bosco Celle”. Alle 10.30 prevista una seconda visita guidata al centro storico. Dopo la sosta pranzo nei ristoranti convenzionati aderenti al “Wind Day”, le attività riprenderanno alle 15, quando saranno accolte le persone che giungeranno in paese nel pomeriggio. Anche per queste prenderà il via il programma delle visite guidate.

Alle 15.30 sarà possibile visitare il parco eolico della Voreas (foto 2). Le guide si divideranno i due gruppi per poter soddisfare la richiesta anche di chi preferisca rimanere nel centro storico e godersi la visita a Palazzo Ducale, ingresso nella Torre Normanna, tour all’interno del museo e della Chiesa Madre, giro fra archi e viuzze di pietra che caratterizzano il quartiere medievale di Terravecchia. In serata, dopo la cena nei ristoranti convenzionati, si terrà alle 21.30 lo spettacolo musicale con Terra Mia e Saint Trinity. Ricchissimo anche il programma di domenica 17 che dalla mattina proporrà visite guidate, escursione alla scoperta dello spettacolare sito archeologico-naturalistico di Montecorvino, spettacolo degli sbandieratori di ‘Nuntii Petrae Montis Corbini’ e la riproposizione del tour fra le torri del vento.

A tutte le iniziative, a eccezione di pranzi e cene coi ristoranti convenzionati, si potrà partecipare gratuitamente previa la sola prenotazione telefonica o via email. Per info e prenotazione visite guidate: Lorenzo Piacquadio 340.28.31.256 - pqlorenzo@hotmail.com


IL PROGRAMMA

16 GIUGNO 2012

Mattina
Ore 9.00: accoglienza presso Piazza Martiri del Terrorismo (Piazza Municipio)
Ore 9.30: visita guidata Centro Storico “Terravecchia” (1° turno)
Ore 9.30: escursione guidata “Bosco Celle” (durata: 3 ore; lunghezza percorso: 4Km; grado di difficoltà: medio-basso; per automuniti)
Ore 10.30: visita guidata Centro Storico “Terravecchia” (2° turno)
Ore 13.00: pranzo (20 euro con ristoratori convenzionati)

Pomeriggio
Ore 15.00: accoglienza presso Piazza Martiri del Terrorismo (Piazza Municipio)
Ore 15.30: visita guidata Centro Storico “Terravecchia” (1° turno)
Ore 15.30: visita guidata al Parco Eolico “Altopiano S. Nicola – Coppa Civitamare” (VOREAS srl) (per automuniti)
Ore 17.30: visita guidata Centro Storico “Terravecchia” (2° turno)
Ore 20.00: cena (15 euro con ristoratori convenzionati)
Ore 21.30: spettacolo musicale a cura di Terra Mia e Saint Trinity


17 GIUGNO 2012

Mattina
Ore 9.00: accoglienza presso Piazza Martiri del Terrorismo (Piazza Municipio)
Ore 9.30: visita guidata Centro Storico “Terravecchia” (1° turno)
Ore 9.30: escursione guidata “Sito archeologico Montecorvino” (durata: 3 ore; lunghezza percorso: 2,4Km; grado di difficoltà: medio-basso; per automuniti)
Ore 10.30: visita guidata Centro Storico “Terravecchia” (2° turno)
Ore 12.30: spettacolo sbandieratori Nuntii Petrae Montis Corbini
Ore 13.00: pranzo (20 euro con ristoranti convenzionati)

Pomeriggio
Ore 15.00: accoglienza presso Piazza Martiri del Terrorismo (Piazza Municipio)
Ore 15.30: visita guidata Centro Storico “Terravecchia” (1° turno)
Ore 15.30: visita guidata al Parco Eolico “Altopiano S. Nicola – Coppa Civitamare” (VOREAS srl) (per automuniti)
Ore 17.30: visita guidata Centro Storico “Terravecchia” (2° turno)
Ore 20.00: cena (15 euro con ristoranti convenzionati)

RISTORANTI CONVENZIONATI:
CASA SALCONE
Via Canalicchio, 28
Pietramontecorvino (FG)
Tel. 0881-55.57.43

MONTECORVINO
Corso Roma, 8/10
Pietramontecorvino (FG)
Cell. 320.74.80.666-320.87.23.980

PECCATI DI GOLA
Via Lucera, 23
Pietramontecorvino (FG)
Tel. 0881-55.57.77

LOCANDA DEL BORGO
Via Antonelli, 14
Pietramontecorvino (FG)
Tel. 0881-55.52.12; Cell. 380.43.07.003

N.B. Per usufruire della convenzione richiedere il ticket da consegnare al ristoratore.

DOVE DORMIRE
DOMUS
Piazza De Gasperi, 2
Pietramontecorvino (FG)
Cell. 340.23.19.510

PALAZZO CELENZA
Corso Aldo Moro, 18
Pietramontecorvino (FG)
Tel. 0881-55.55.74

PINTO TERESA
Via Imbruno, 5
Pietramontecorvino (FG)
Cell 320.94.15.517


SCHEDA 1 = Pietramontecorvino, in provincia di Foggia, è un borgo di 2800 abitanti. Posto a un’altitudine di 456 metri, si trova nella parte settentrionale dei Monti Dauni a circa 30 chilometri dal capoluogo. Pietramontecorvino è uno dei “Borghi più belli d’Italia” e nel 2010 il Touring Club Italiano lo ha promosso con l’assegnazione della “Bandiera Arancione”, marchio di qualità turistica e ambientale per i Comuni dell’entroterra. Di particolare bellezza e interesse è la zona medievale del piccolo centro, il quartiere di Terravecchia, edificato su uno sperone tufaceo che domina la valle del Torrente Triolo, dove è possibile ammirare il complesso di Palazzo Ducale, la Torre Normanno-Angioina e il Centro Visite multimediale dedicato alle tradizioni del territorio, dalla transumanza al brigantaggio.

A pochi chilometri dall’abitato si trova uno dei siti archeologici più interessanti del Mezzogiorno, quello di Montecorvino. Si tratta di un luogo che emoziona e apre uno squarcio sul connubio straordinario di storia e natura espresso da Montecorvino, dalla sua torre, dai resti della cattedrale e adesso anche dalla parziale emersione di una cinta muraria ben conservata. Il sito di Montecorvino si trova su una collina posta al centro di un triangolo panoramico fra i borghi di Pietramontecorvino, Motta Montecorvino e Volturino. L’area archeologica è dominata da una torre, costruzione imponente che si innalza fino a un’altezza di 24 metri con una base quadrangolare di 120 metri quadrati. E’ chiamata “La sedia del diavolo” per la particolare forma acquisita nel tempo in seguito ai crolli che l’hanno divisa e aperta longitudinalmente.

Parte del territorio comunale di Pietramontecorvino rientra nel Sito di Importanza Comunitaria “Monte Sambuco”, costituito da un complesso montuoso la cui vetta principale è data dall’omonimo Monte Sambuco (981 metri s.l.m.). L’area naturale è caratterizzata da estesi boschi mesofili dominati da Cerro, Roverella, Acero di Monte, Frassino, Orniello, Carpino e Faggio. La fauna è ricca di specie tra cui Lupo, Cinghiale, Tasso, e numerose specie di uccelli come Nibbio bruno, Nibbio reale, Gufo comune e Picchio rosso maggiore. Le caratteristiche del territorio e la presenza di numerose sorgenti naturali favoriscono la creazione di numerosi corsi d’acqua e di aree umide come stagni e marcite in cui si riproducono numerose specie di anfibi come Rana appenninica, Tritone crestato, Tritone italico, Salamandra e il raro Ululone dal ventre giallo. Nelle aree collinari agricole del settore orientale del territorio comunale è situato il Parco Eolico “Altopiano S. Nicola - Coppa Civitamare” (VOREAS srl) con una potenza totale pari a 54,00 MW, composto da 27 aerogeneratori ciascuno in grado di sviluppare una potenza pari a 2 MW.


SCHEDA 2 = “Terravecchia in Folk” - Con un finanziamento di 9mila euro, l’associazione “Terravecchia in Folk” e l’omonimo festival sono stati premiati dalla Regione Puglia fra le migliori realtà del panorama culturale e musicale pugliese. Nella graduatoria relativa all’avviso pubblico sulla “Valorizzazione delle eccellenze dei festival e delle rassegne”, il sodalizio di Pietramontecorvino è annoverato fra le 30 più importanti realtà associative della Puglia nel settore della “promozione di iniziative artistiche e culturali in grado di mobilitare significativi flussi di visitatori e turisti, anche ai fini della destagionalizzazione” del turismo. Anche nel 2012, inoltre, “Terravecchia in Folk” e il suo festival che ogni anno coinvolge migliaia di persone all’ombra del Palazzo Ducale saranno parte integrante di “Daunia Felice”, la rete dei festival promossa dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale attraverso il progetto “Puglia Sounds”.

IL FESTIVAL. Quest’anno, dal 24 al 26 agosto, la sesta edizione del “Terravecchia in Folk Festival” regalerà due importanti novità: uno spazio dedicato al teatro e la rassegna “Di autore in autore”, la musica dei grandi autori italiani proposta da ospiti di assoluta eccezione. Il filo conduttore del prossimo festival sarà il “Borgo dello scambio dei popoli e delle culture”, con stage e concerti pomeridiani dedicati alla tradizione popolare. Sarà riproposta la fortunata formula di “TERREinMOTO”, una rassegna sulla World Music che vedrà alternarsi sul palco artisti provenienti da Tunisia, Palestina e diversi paesi dell’Africa. La sesta edizione sarà anche l’occasione per sensibilizzare le forze più attive del tessuto sociale di Pietramontecorvino sulla necessità di produrre azioni e sforzi concreti in favore del recupero e della valorizzazione del patrimonio storico e culturale della città. Obiettivo puntato, questa volta, sul restauro del meraviglioso organo a mantice degli inizi dell’800 conservato nella Chiesa del Rosario.

L’ATTIVITA’ DELL’ASSOCIAZIONE. Con la coproduzione dell’ultimo cd dei “Tarantula Garganica” intitolato “Nda nu litte d’amore”, il sodalizio petraiolo e l’associazione “Museca” di Monte Sant’Angelo hanno suggellato il matrimonio tra i Monti Dauni e il Gargano. Nel suo nuovo cd, il gruppo garganico fa rivivere e vibrare parole e versi del libro “Sciàmbule, canto e poesia nella tradizione popolare di Pietramontecorvino”, un volume scritto da Raffaele Iannantuono e distribuito dall’Associazione Terravecchia in Folk che, a breve, presenterà un documentario sugli ‘sciàmbule’ e ‘il canto libero dell’altalena’.

SERVIZI PER IL TURISMO. L’associazione, da alcuni anni, ha creato un efficiente servizio per le visite guidate nel borgo e le escursioni al sito archeologico e alle aree naturalistiche di Pietra con l’ausilio di archeologi e di guide esperte. Il 16 e il 17 giugno “Terravecchia in Folk” accoglierà e guiderà i turisti nell’ambito del “Wind Day 2012”.


SCHEDA 3 = In Europa, le giornate internazionali dell’energia eolica sono promosse dall’EWEA, l’European Wind Energy Association. I “weekend del vento” si svolgeranno in tutta Italia con convegni, feste e visite ai parchi eolici. Oggi l’eolico è una tecnologia matura e in grado di soddisfare una parte consistente dei fabbisogni energetici elettrici globali. Lo sviluppo dell'energia eolica si deve alla sua affidabilità e adattabilità in ambienti diversi: da quello marino grazie agli impianti off-shore, agli ambienti rurali dove il mini eolico è in grado di coprire il fabbisogno elettrico di case mono familiari o anche quello relativo a piccole e medie imprese. Sono 6.912 i MW eolici installati in 450 Comuni italiani, divisi tra impianti di grande e piccola taglia.

Torri eoliche con potenza installata maggiore di 200 kW sono presenti in 271 Comuni per una potenza di 6.899 MW. Questo tipo di impianti riguarda dunque poco più del 3% dei comuni italiani, a dimostrazione di come il possibile impatto di questi impianti rispetto al paesaggio italiano - di cui si è molto discusso sui media - abbia riguardato comunque un’area molto limitata del Paese. I Comuni con il più alto numero di MW installati si concentrano nel Sud Italia. Apparten¬gono alla Provincia di Foggia i primi due Comuni per potenza installata; Troia con 171,9 MW e 93 torri seguito da Sant’Agata di Puglia con 130 torri e una potenza complessiva di 164,4 MW. A Pietramontecorvino gli impianti eolici attivi sviluppano una potenza di 62,57 MW. Sono stati 47 i nuovi parchi eolici entrati in funzione nel 2011 per una potenza complessiva di 950 MW che hanno interessato 53 comuni italiani.

Secondo l’ANEV (Asso¬ciazione Nazionale Energia del Vento) il potenziale installabile al 2020 nel nostro Paese è di 16.200 MW. Il raggiungimento di tale obiettivo porterebbe con sé risultati importanti, coprendo non solo il fabbisogno di energia elettrico di circa 12 milioni di famiglie, ma anche migliorando la qualità dell’aria attraverso un risparmio di 23,4 milioni di tonnellate di CO2, 53.326 tonnellate di NOx, oltre 38 mila tonnellate di SO2 e circa 6 mila tonnellate di polveri sottili.
Anche dal punto di vista economico e occupazionale è importante il contribu¬to che può dare al nostro Paese que¬sta tecnologia. Secondo uno studio di ANEV e Uil nel 2007 erano 13.630 i posti di lavoro generati direttamente o indirettamente dal settore eolico. Il potenziale stimato porterebbe questo settore a creare complessivamente oltre 66 mila nuovi posti di lavoro (fonti: Rapporti Comuni Rinnovabili 2010 e 2012).


 Uff. Stampa Comune Pietramontecorvino

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 837

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.