Testa

 Oggi è :  23/10/2019

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

16/05/2012

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

MOSTRE E RASSEGNE

Clicca per Ingrandire “EQUILIBRIO E FOLLIA” = Martedì 15 maggio, al termine dello spettacolo “In Pace, ovvero Aristofane secondo noi” della scuola media N. Perotto, è stata inaugurata nella galleria del Teatro Comunale “Lucio Dalla” di Manfredonia la mostra "Equilibrio e follia", realizzata dagli studenti dell'Accademia di Belle Arti di Foggia nell'ambito dell'ottava edizione del FESTIVAL DI TEATRO DELLE SCUOLE “Con gli Occhi Aperti”, promosso da Comune di Manfredonia e Bottega degli Apocrifi, in sinergia col progetto “Teatri Abitati: una rete del contemporaneo” finanziato dal Fesr (Fondo europeo di sviluppo regionale) Asse IV azione 4.3.2, affidato dalla Regione Puglia al Teatro Pubblico Pugliese (foto del titolo e 1 sotto; ndr).

La mostra è uno sguardo su due temi fondamentali che permeano il mondo giovanile contemporaneo: l’equilibrio e la follia appunto, visti dalle differenti sensibilità degli studenti dell’Accademia che esporranno i propri lavori. La coordinatrice della mostra, Ivana Guerra, ci racconta il perché di questo progetto: “L’equilibrio è rappresentato dalla bellezza e dalla certezza che solo il territorio natìo, con il suo mare che per noi rappresenta la ricchezza, le sue montagne che stanno a indicare la stabilità, le enormi opere di miglioramento che sono sinonimo di progresso e barlume per un futuro senza “fuga”, può trasmettere.

“In contrapposizione a tale equilibrio c’è la follia: la follia di un mondo che va di corsa, che non ci permette di avere certezze: un mondo ‘precario’, da cui spesso i giovani sono travolti e loro malgrado costretti a decidere di fuggirlo, per la promessa di una parvenza di stabilità, lontani dalla loro terra. Ed è proprio da loro, dai nostri giovani, che nasce l’idea di questo progetto: creare un connubio fra la terra di Sud, spesso bistrattata e non valorizzata, accusata ingiustamente di essere improponibile per un laureato che vuol crescere nella sua casa, e dei ragazzi che per ottenere tali obiettivi studiano e si impegnano quotidianamente, in silenzio, con la propria arte che parla per loro”.

Saranno esposte le opere di: Alba Petrarulo, Anna Bordasco. Antonia Plastino, Federica Cervicato, Iole (Anna Lucia De Sandi), Letizia Massimo, Maria Costanza Li Bergoli, Marina Calmo, Piera Capillo, Silvia Catino. L’ingresso è libero. Info: Bottega degli Apocrifi, Teatro Comunale “Lucio Dalla” Manfredonia (Fg), Via della Croce - tel. 0884-53.28.29 - apocrifi@teatriabitati.it - www.bottegadegliapocrifi.it


PERCORSI = Mercoledì 23 maggio, alle 18, nello spazio espositivo (salone pianterreno) dell’ex convento dei Teatini di Lecce, verrà inaugurata la mostra di pittura “Percorsi” dell’artista Francesca Pellegrino (foto 2, 3 e 4, part.). Il taglio del nastro sarà affidato al direttore dell’Accademia di Belle Arti di Lecce Claudio Delli Santi. La mostra - il cui allestimento è curato dalla professoressa Rita Tondo e il testo critico scritto dal filosofo e docente di Estetica dell’Accademia di Belle Arti di Lecce Tommaso Ariemma - è composta da tredici opere che illustrano il “percorso” che l’uomo compie inconsciamente durante la sua vita. Una mostra che soddisfa lo sguardo e arricchisce l'animo dell'uomo.

Dalla nascita alla morte, dall’esperienza del sogno alla percezione del proprio corpo, dalla nudità alla maschera, Pellegrino coniuga spesso il proprio ritrarsi con le icone popolari. Una pittura “comprensiva”, capace di non lasciare indifferenti quanti riconosceranno, nell’immagine dell’artista che si ritrae, il nostro comune stare al mondo. La mostra resterà aperta fino al prossimo 3 giugno. Si potrà visitarla nei seguenti orari: 10-13 e 17- 20,30. Per ulteriori informazioni si può chiamare il numero 328.74.48.501 o mandare una e- mail a pellegrino.f@hotmail.it. “Percorsi” è uno degli eventi promossi dal Comune di Lecce a sostegno della candidatura di Lecce a Capitale Europea della Cultura.

NB. In PERIODICI presentazione e CV dell’artista.


IMPROVVISAZIONE TEATRALE = Cala il sipario su “Improvviva!”, rassegna nazionale di improvvisazione teatrale giunta alla seconda edizione. Sabato 19 maggio, alle 21, al teatro Paisiello di Lecce è in programma il quarto e ultimo appuntamento con lo spettacolo Catch Imprò, organizzato dalla Cooperativa Improvvisart. Il Catch Imprò arriva dalla Francia, dalla fantasia di Inédit Théâtre: due attori contro due, un master crudele che propone giochi di improvvisazione oltre ogni limite, con la complicità del pubblico. Lo scenario è quello di uno scherzoso wrestling (foto 5): scenografia e presentazioni ‘ad hoc’, stacchi musicali carichi di energia, sfide esasperate, tensione altissima. Sembra wrestling o Fight Club, ma è uno spettacolo teatrale.

Gli attori sono Massimo Ceccovecchi, Alessandro Cassoni, Tiziano Storti, Patrizio Cossa. L’arbitro di questa singolare sfida è Fabio Musci. La direzione artistica è di Improvvisart Cooperativa ed è affidata a Massimo Ceccovecchi della Scuola Verba Volant di Roma. Improvvisart è a Lecce ed è l'unica sede pugliese della SNIT (Scuola Nazionale di Improvvisazione Teatrale) affiliata al circuito Impoteatro. Per ulteriori informazioni si può far riferimento a: cell. 347.85.02.529 - 328.76.86.080 - www.improvvisart.com – e-mail info@improvvisart.com

 Comunicati stampa

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 1205

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.