Testa

 Oggi è :  16/07/2019

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

12/05/2012

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

LA MUSICA LIEVITO DELLE PAROLE

Clicca per Ingrandire A Manfredonia, domenica 13 maggio, è di scena al Luc (Laboratorio urbano culturale - leggi info in calce; ndr) l’alto cantautorato italiano che coniuga poesia e impegno civile alle note visionarie del rock progressivo. La band romana “Pane” propone un concerto intensissimo e ricercato. La band è composta da cinque elementi: Ivan Macera (batteria), Claudio Madaudo (flauto traverso), Vito Arcomano (chitarra), Maurizio Polsinelli (piano) e Claudio Orlandi (voce). Amici da una vita, con una pregressa formazione in Conservatorio, suonano insieme dai primi anni '90, ma è solo nel 2003 che si concretizza il loro primo album omonimo, cui segue nel 2008 il disco che li lancia nel panorama cantautoriale del BelPaese: "Tutta la dolcezza ai vermi", prodotto dall'etichetta milanese Lilium.

“Pane - dicono i componenti - nasce fondamentalmente dal desiderio di fare della musica un lievito per le parole. ‘Pane’ è quello che vi capita ogni giorno, frugalità primordiale, minimo comune denominatore, ingrediente popolare, povero, sacro ed essenziale, vuole richiamare qualcosa di semplice e allo stesso tempo complesso”. “Orsa maggiore” è il loro terzo album. Considerato uno dei migliori del 2011, il disco è il più recente frutto dell'attività artistica del gruppo, sempre alla ricerca di uno stile personale in forte equilibrio fra parola e musica.

La centralità del testo è sostenuta da un tessuto musicale che trae le sue origini da diverse fonti, in particolare dall'epica rock, dalla ricerca pianistica del primo Novecento, dalla teatro-canzone, dal jazz, dal mondo della poesia sonora con appelli al ‘progressive’ italiano. “I testi di Pane - aggiungono i fondatori - ci raccontano di disagi esistenziali, di personaggi ai limiti della società, delle ingiustizie del mondo di oggi, di nostalgici ideali, di desideri di rivalsa, impulsi emotivi, stranezze del sentire, inquietudini interiorizzate e lo fanno con una vena di alta ironia. Una spietata analisi dei tempi riscattata dall'alta considerazione dell'uomo in sé”. ‘Pane’ ovvero: “Polifonia narrativa come alchimia che trascende i generi”.


(Info: Ore 21.30 - Sipario ore 22 - Ingresso: 3 euro - Prevendita: 2 euro, ingresso libero per i minorenni - Prenotazioni: tel. 0884-53.44.30)

 Comunicato

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 1559

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.