Testa

 Oggi è :  20/04/2021

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

10/05/2012

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

MISCELLANEA DAI MONTI DAUNI

Clicca per Ingrandire WEEK-END PRIMAVERILI = Egialea, la società che gestisce i Centri Visita sui Monti Dauni offre a chi ha intenzione di visitare questo fantastico e inedito angolo di Puglia, ricco di storia, arte e cultura, la possibilità di trascorrere sereni week end (foto del titolo, focus locandina; ndr) nei meravigliosi e accoglienti borghi, svolgendo attività didattiche e ricreative, escursioni naturalistiche, visite guidate a centri storici e musei, giochi di ruolo, osservazioni della volta celeste e ricche degustazioni enogastronomiche. Il programma è stato sviluppato su quattro diversi itinerari. Quello che riguarda i Comuni di Orsara di Puglia, Troia e Bovino è senz’altro uno dei più ricchi dal punto di vista storico-artistico.

Venerdì pomeriggio, 11 maggio, il gruppo dei visitatori verrà accolto a Orsara di Puglia nella sede del Centro Visita intitolato “Le Orchidee Selvatiche dei Monti Dauni” situato nell’antico Palazzo Varo. Seguirà la visita guidata da un’operatrice Egialea al centro storico di Orsara (foto 1 sotto, Arco Calatrava) diventata negli ultimi anni dapprima “Cittaslow” poi “Bandiera Arancione” del Touring Club. Sarà possibile ammirare il Complesso Abaziale (Grotta di San Michele, Chiesa dell’Annunziata e Chiesa di San Pellegrino), il museo lapideo, ed effettuare una passeggiata fra vie, piazze e vicoli del borgo medievale (Torri e Cinta Muraria, Chiesa di San Nicola, Fontana Nuova e dell’Angelo, Arco di Calatrava, Convento di San Domenico, Chiesa S. Maria delle Grazie, palazzo Baronale e Terlizzi, Porta dei Greci ...). Inoltre vi sarà la possibilità di visitare l’Antico Forno a Paglia attivo dal 1526 per gustare un tipico pane locale dall’aroma e dal gusto inconfondibile.

Il giorno seguente, sabato 12, dopo la colazione, trasferimento alla vicina e antichissima Troia. La visita guidata al borgo medievale comprende: la favolosa Cattedrale col peculiare rosone lapideo a traforo (foto 2) e il suo interessantissimo Tesoro, il Palazzo Vescovile, i Musei Civico e Diocesano, la splendida Chiesa di San Basilio, la Chiesa di San Francesco, i numerosi palazzi nobiliari… Dopo il pranzo, prevista escursione naturalistica e rientro a Orsara dove, a tarda serata, il gruppo parteciperà all’osservazione della volta celeste nell’incantevole cornice del Complesso Abbaziale guidati da un esperto astrofilo.

Domenica 13 sarà la volta di Bovino. Col suo antico borgo, fra i più Belli d’Italia, offre al visitatore la possibilità di ammirare l’antico castello (foto 3) che domina il paesaggio reso morbido e suggestivo dagli intensi colori del Bosco di Valleverde, i vicoli e gli 800 portali, la Cattedrale Romanica, il Museo Civico e il Centro Visita dedicato a “Gli Antichi Popoli dei Monti Dauni”. I visitatori soggiorneranno in una struttura convenzionata e le giornate saranno arricchite a cena e a pranzo da grandi degustazioni enogastronomiche per scoprire i sapori dei piatti tradizionali di questa terra (foto 4).


ASSAGGI DI PRIMAVERA = Fra i numerosi eventi che la società Egialea ha organizzato per il periodo primaverile-estivo, la rassegna degli “Assaggi di Primavera” è il più completo dal punto di vista del “territorio da scoprire e rivalutare” perché abbraccia tutti i Comuni dei Monti Dauni e offre un’occasione per osservare tutti i tesori dell’arte e della cultura, gli antichi edifici civili e religiosi e le bellezze della natura. Situata su una delle ultime colline dei Monti Dauni, l’antica ‘Celentia ad Valvam’ - diventata nel periodo bizantino ‘Celentia in Capitanata’ e infine con l’avvento della Repubblica Partenopea Celenza Valfortore (foto 5), - immersa nel verde ai confini di Campania e Molise, si affaccia sulla valle del Fortore e sul lago artificiale di Occhito (foto 6) offrendo ai suoi visitatori uno spettacolo naturalistico insolito.

L’itinerario domenicale prevede l’arrivo e l’accoglienza a Celenza presso il Centro Visita intitolato “La Flora e la Fauna dei Monti Dauni” situato nei locali sotterranei del complesso monumentale di San Nicola, antico convento ed ex abazia delle Clarisse, dove sarà possibile ammirare virtualmente tutte le meraviglie naturalistiche che il territorio dei Monti Dauni offre. L’operatrice Egialea condurrà poi i visitatori nel borgo che conserva integri alcuni elementi della sua epoca medievale: la torre merlata con palazzo baronale, fatti erigere dai Gambacorta e residenza degli stessi tra 15° e 16° secolo, e due delle quattro porte di accesso al palazzo baronale (Porta Nova o Nuova e Porta S. Nicolò – foto 7).

Delle epoche successive risaltano, fra le altre, la chiesa parrocchiale di Santa Croce, quella di San Francesco e il settecentesco santuario di Santa Maria delle Grazie. Lungo il percorso si incontreranno diversi punti panoramici che affacciano sulla diga di Occhito e la Valle del Fortore. Per concludere il programma della giornata, il gruppo dei visitatori può partecipare facoltativamente a una ricca degustazione enogastronomica in un ristorante locale per scoprire i piatti tipici e i sapori dei Monti Dauni.


LEGALITÀ A SCUOLA = Tutti “a scuola di legalità”: venerdì 11 maggio, alle 10, nell’aula magna della scuola media di Alberona avrà luogo il primo dei tre incontri previsti nell’ambito del progetto “La legalità cresce sui banchi di scuola”, piano formativo predisposto dall’istituto scolastico alberonese. La referente responsabile del progetto è la docente Antonietta Iatalese che ha potuto contare sulla collaborazione delle colleghe Covino e Bianco. L’iniziativa ha lo scopo di rendere consapevoli gli studenti sull’importanza della conoscenza, della condivisione e del rispetto delle norme che regolano la vita associata. Il primo incontro sarà caratterizzato dall’intervento di Davide Di Florio, direttore della Casa Circondariale di Lucera.

Il progetto nasce dalla necessità di contrastare comportamenti catalogati come “bullismo”, alcolismo e tossicodipendenza. Un percorso che intende portare i ragazzi a riconoscere questi tipi di comportamenti per imparare a contrastarli nel modo più corretto. “Con questo progetto - dichiarano le docenti responsabili - abbiamo voluto prendere per mano i ragazzi della scuola media alle prese con la fase più delicata della loro crescita e condurli lungo un cammino che innanzitutto potesse fornire loro tutti gli strumenti cognitivi utili a riconoscere i fenomeni devianti della società, a contrastarli e distinguerli dai valori fondamentali del vivere civile.

Ogni comportamento deviante ha delle conseguenze che possono condizionare pesantemente il corretto sviluppo dei nostri giovani. Ecco perché è necessario che fin da adolescenti siano messi nelle condizioni di comprendere come dignità, libertà, sicurezza e solidarietà debbano guidare consapevolmente le loro azioni”. Il programma è stato recepito dal Comune di Alberona e inserito nel proprio piano comunale per il diritto allo studio dell’anno 2012, approvato con deliberazione del Consiglio Comunale numero 42 del 29 novembre 2011.


 Comunicati stampa

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 704

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.