Testa

 Oggi è :  20/06/2024

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

27/04/2012

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

COME AFFRONTARE GLOBALIZZAZIONE E INTEGRAZIONE

Clicca per Ingrandire La Giunta Comunale ha inteso partecipare a un avviso rientrante nel Programma Operativo Nazionale Ricerca e Competitività 2007-2013 con un progetto denominato “Promise” (Process-based and multi-variable platform for the dynamic Orchestration of Mobility Information SystEms). Altro grande obiettivo raggiunto dall’Amministrazione, riuscita a inserirsi in questo circuito per la sperimentazione di nuovi metodi di mobilità sostenibile. San Giovanni Rotondo, grazie al deciso intervento del sindaco Luigi Pompilio, è stata proposta come città pilota, insieme a Bari e Lecce, per la sperimentazione di questa iniziativa. Il progetto vedrà coinvolte, dopo la fase di sperimentazione in Puglia, tante altre realtà a livello nazionale e internazionale.

Redatto dalla società Exprivia spa, nell’ambito della propria attività di ricerca e sviluppo di sistemi avanzati, il progetto riguarda l’orchestrazione di flussi, meccanismi di coordinamento e condivisione all’interno di un sistema di mobilità urbana, extraurbana e interurbana, da realizzare mediante Azione Integrata per la Società dell’Informazione-Smart Mobility. In particolare, intende realizzare una infrastruttura e un set di specifiche a supporto dell’interoperabilità dei sistemi informativi già esistenti (ferrovie, linee urbane e regionali di trasporto, parcheggi, società trasporto marittimo), nonché un insieme di applicazioni e componenti tecnologiche innovative integrate con l’architettura sviluppata, e collegate ai seguenti sotto-sistemi:

• Sistema integrato di e-ticketing
• Knowledge-based Decision Support Sistema per la Mobilità
• Sistema integrato di micro-pagamenti
• Sistema di noleggio di CityCar Plug-In.

I processi di globalizzazione economica e integrazione socio-culturale hanno determinato una rilevante intensificazione degli scambi e dei flussi di persone, cose e conoscenza a livello planetario, con un ruolo sempre più centrale degli aggregati urbani. Si stima che entro il 2030 il 70 percento della popolazione mondiale vivrà in aree urbane, rendendo così cruciale la gestione efficace ed efficiente delle infrastrutture per i trasporti e la mobilità, con l’obiettivo di creare sistemi di “Smart Mobility” che siano “sostenibili” dal punto di vista economico, sociale e ambientale. Tali sistemi di Mobilità Sostenibile rappresenteranno un fattore chiave che influenzerà in modo determinante il livello di attrattività di una città o di un’area territoriale.

Un sistema di mobilità è sostenibile se assicura il diritto all’accessibilità fisica e virtuale senza gravare sulla società. Il problema è fortemente interdisciplinare e domini quali l’urbanistica, l’ingegneria, l’informatica, la ricerca operativa e il management possono contribuire alla definizione di approcci e soluzioni innovative applicabili con efficacia nel mercato. In tale scenario, il progetto “Promise” intende definire una piattaforma metodologica e tecnologica per l’orchestrazione dei flussi, dei meccanismi di coordinamento e condivisione all’interno di un sistema di mobilità urbana, extraurbana e interurbana. La ricerca è condotta nella prospettiva dei sistemi complessi di ingegneria, con l’analisi di quattro dimensioni chiave:

1) i “mezzi” (es.: treno);
2) i “vettori” (es.: gestore trasporti ferroviari);
3) le “reti” (es.: binari della rete ferroviaria);
4) gli “oggetti” (es.: passeggeri).

Nella visione di “Promise”, un sistema di mobilità sostenibile è in grado di “catturare” e gestire in modo integrato e real-time tutte le informazioni disponibili nel territorio (es.: relative a traffico, viabilità, trasporti, manifestarsi di eventi critici, livelli di inquinamento) provenienti da diverse sorgenti, elaborandole e ridistribuendole attraverso dispositivi multipli. L’insieme dei servizi creati da “Promise” saranno erogati mediante una piattaforma tecnologica basata su standard open. In tal modo, tutti gli attori del sistema territoriale di mobilità possono contribuire con la creazione di nuovi servizi, eventualmente anche con finalità commerciali. Si intende così offrire una piattaforma di servizi aperta e in continua evoluzione, che “vive” secondo le logiche di un ecosistema digitale, per supportare la realizzazione di scenari di Smart Mobility, in una prospettiva ubiqua e multimodale.

Durante la realizzazione del progetto, si valuterà la fattibilità di costruire un centro servizi multi-partnership che effettui l’orchestrazione e la sensibilizzazione delle comunità locali, delle istituzioni pubbliche e degli operatori economici per promuovere l’utilizzo dei risultati di progetto e l’ulteriore sviluppo, favorendo così l’integrazione dei territori per renderli competitivi su scala globale.






 Uff stampa Comune San Giovanni Rotondo

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 486

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.