Testa

 Oggi è :  20/04/2021

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

23/04/2012

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

NEWS SALENTINE

Clicca per Ingrandire COMPLEANNI PARTICOLARI = La donna più longeva di Lecce si chiama Addolorata Pisanò e compie martedì 24 ben 103 anni. Addolorata, madre di sei figli, di cui cinque (quattro femmine e un maschio) in vita e nonna di un cospicuo numero di nipoti e pronipoti, è nata il 1909, due giorni dopo una celebre coetanea: il Premio Nobel Rita Levi Montalcini. Aveva appena due anni Addolorata quando il Titanic colpiva un iceberg e affondava, sei quando è scoppiata la Prima Guerra Mondiale, venti quando Hitler diede il via alla Seconda.

Ha conosciuto l'Italia fascista e la ricostruzione del dopoguerra, gli anni del boom economico e quelli di piombo, la rivoluzione dei costumi seguita al Sessantotto e il rampantismo yuppies degli Anni Ottanta, la caduta del Muro di Berlino e l'attacco alle Twin Towers dell'11 settembre 2001. Di tutti questi fatti e di innumerevoli altri, Addolorata è stata testimone diretta e indiretta, e a chi glielo domanda regala ricordi, lucida com'è ancora oggi.

Addolarata Pisanò - che abita in via Bradano, 46 - riceverà domani, nel giorno del suo compleanno, la visita del sindaco di Lecce, Paolo Perrone, e dell'assessore al Bilancio, Attilio Monosi, che si recheranno a trovarla alle ore 17. Il giorno dopo, mercoledì 25, alle 18, il primo cittadino andrà a rendere visita a un’altra nonnina leccese, Iolanda Martena che compie cento anni, ospite nella struttura gestita dalle suore della Madonna del Rosario di viale Ugo Foscolo. Il sindaco Paolo Perrone porterà il suo saluto all’anziana signora e ai suoi sei figli.


TEATRO = E’ stato presentato la mattina del 23 aprile a Palazzo Carafa il corso di formazione teatrale ‘Hypocrites’, promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Lecce in collaborazione col laboratorio teatrale ‘Prosarte’. Obiettivi l’educazione e la formazione culturale dei partecipanti al fine di consentirne il raggiungimento del pieno equilibrio psico-fisico accrescendone la sensibilità artistica e la competenza teatrale. Il tema della sessione 2012 sarà dedicato alla maschera comica in un percorso teatrale che partirà dalla Commedia dell’Arte per giungere alle forme contemporanee dello spettacolo comico.

Soddisfazione è stata espressa in tal senso dall’assessore alla Cultura, Massimo Alfarano. “E’ una iniziativa di notevole spessore culturale che offre un’occasione significativa a quanti guardano con attenzione e curiosità al teatro e alla sua magìa. Il corso, promosso dal laboratorio ‘Prosarte’, verrà aperto anche ai dipendenti comunali. Rappresenta un’opportunità per esprimere le loro espressività e magari assecondare anche le proprie aspirazioni personali. Recitare, conoscere i segreti della mimica, acquisire la capacità di stare in scena, ripercorrere la commedia dell’arte, diventano aspetti fondamentali per affinare il proprio carattere e riaffermare le proprie identità”.

Al corso di formazione teatrale possono iscriversi i dipendenti del Comune di Lecce e tutti coloro che vogliano approfondire i segreti dell’arte scenica, per un numero massimo di 50 allievi. Costo di iscrizione 20 euro (iscrizione gratuita per i dipendenti comunali). Il corso - che avrà la durata di 50 ore didattiche e 10 ore performative - si svolgerà nella sede di Prosarte e si articolerà in incontri bisettimanali (lunedì e venerdì) di due ore per ogni lezione, dalle 18 alle 20. Hypocrites si articolerà in lezioni frontali, esercitazioni pratiche, proiezioni video didattici, dimostrazioni di lavoro, performance teatrali. Direzione artistica affidata a Mino Castrignanò, drammaturgo, attore e regista, presidente del laboratorio teatrale ‘Prosarte’ (info: tel. 0832-24.28.38 – 320.82.73.456.


JAZZ = Per tre giorni Lecce diventa la capitale del jazz. Martedì 24, alle 12, nella sala giunta di Palazzo Carafa è in programma la conferenza stampa di presentazione della prima edizione di Lecce Jazz Festival-Spring Edition, evento organizzato da ‘J.as.s Le Caveau’ che si svolgerà nel capoluogo salentino il 26, 27 e 28 maggio. All’incontro coi giornalisti prenderanno parte Massimo Alfarano, assessore alla Cultura del Comune di Lecce; Ennio Brunetta, Mauro Tre e Andrea Favatano, rispettivamente presidente, vicepresidente e segretario dell’Associazione ‘J.as.s (Jazzisti associati salentini) Le Caveau’.


NUOVO PARCO DI BELLOLUOGO = Mercoledì 25 aprile, alle 11, alla presenza del sindaco Paolo Perrone e dell’assessore ai Lavori Pubblici Gaetano Messuti, sarà inaugurato il Parco di Belloluogo. L’ingresso è in viale San Nicola, a sinistra del portale monumentale del Cimitero. L’intervento realizzato dall’Amministrazione prevede ampie aree strutturate a verde, un’articolata sistemazione a giardino nell’area circostante la “Torre di Belloluogo” e gli ipogei, nonché attrezzature varie per il gioco, l’intrattenimento e di servizio, percorsi pedonali e ciclabili e aree a parcheggio a margine del parco.


CINEMA EUROPEO (l’opinione dell’assessore comunale a Turismo, Cultura, Spettacolo, Relazioni Internazionali, Marketing Territoriale, Massimo Alfarano) = “Kusturica, Gilliam, Castellitto. Anche quest’anno il Festival del Cinema Europeo ha regalato a Lecce un evento culturale di altissimo spessore che ha avuto non solo il riscontro della critica, cosa di per sé importante, ma anche e soprattutto dei cittadini che hanno affollato ogni proiezione e ogni incontro correlato alla kermesse. Ma c’è di più. È accaduto, mentre si era in coda per assistere alle proiezioni, di scambiare qualche parola con turisti che, avendo scelto la nostra città per trascorrere il weekend, ne hanno approfittato per fare una scorpacciata di cinema.

“Leggere poi che gli artisti – come, a dire il vero, capita sempre più spesso a chi viene per la prima volta a Lecce o ci ritorna dopo un po’ di anni - sono rimasti entusiasti dalla città, dai suoi colori, dalla sua gente, dalla sua luce, dai suoi monumenti al punto da sceglierla come location d’eccezione per le loro nuove opere, è qualcosa che ci riempie d’orgoglio come cittadini e come amministratori, perché significa che anche in questa forma d’arte il nostro governo cittadino ha saputo seminare buoni frutti.

“Ciò che infatti una buona Amministrazione deve fare è dare occasioni ai propri concittadini: occasioni per una semplice fruizione per chi vuole riservarsi il solo gusto estetico di assistere a rappresentazioni di spessore per accrescere il proprio bagaglio culturale; occasioni di incontro per chi vuole intraprendere un percorso artistico e, magari, non ha la possibilità di spostarsi fuori dal territorio per conoscere i grandi artisti e scambiare con loro idee, ispirazioni e progetti.

“È di moda dire ormai che non sono gli eventi a elevare la quota culturale del territorio. Mi permetto di dissentire! Gli eventi, oltre a far crescere l’appeal turistico di una città, non fosse altro perché la fanno conoscere - e Lecce ha ancora bisogno di essere conosciuta - consentono di mettere in relazione le persone, di farle incontrare e confrontare. Certo, conta la qualità delle manifestazioni, ma su questo Lecce ha superato gli esami a pieni voti.”


 Comunicati

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 613

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.