Testa

 Oggi è :  20/09/2020

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

18/11/2011

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

SAN GIOVANNI ROTONDO TRA FESTE E PROTESTE

Clicca per Ingrandire L’Amministrazione Comunale e il “Lions Club Host” di San Giovanni Rotondo organizzano lunedì 21 novembre alle ore 11 una cerimonia in occasione della tradizionale “Festa degli Alberi”. Per celebrare questa ricorrenza, nel Parco del Papa verranno piantumati 24 alberi in memoria dei 24 martiri caduti durante la rivoluzione borbonica del 1860. In quella occasione anche la città di San Giovanni Rotondo pagò il suo contributo di sangue per l’Unità d’Italia.

Alla cerimonia parteciperanno i vertici dei Lions Club, il vicesindaco e assessore all’Ambiente del Comune, Antonio Carriera, i vertici regionali e locali dell’Arif e del Corpo Forestale dello Stato. E’ prevista inoltre la partecipazione delle scolaresche e della cittadinanza.

“E’ d’obbligo riprendere la ricerca storica - dichiara Carriera - perché i giovani possano comprendere pienamente il passato della nostra città. E’ altrettanto importante che le nuove generazioni crescano con una adeguata cultura ambientale: questa Festa degli Alberi giunge poco tempo dopo il grande Raduno Nazionale dei Forestali ospitato dalla nostra città. Anche in quella occasione San Giovanni Rotondo ha dimostrato di avere a cuore le sorti dell’ambiente e del proprio territorio”.


GINO LISA = Anche l’Amministrazione Comunale dice “no” al ridimensionamento dell’aeroporto “Gino Lisa” di Foggia e parteciperà con il proprio gonfalone alla grande manifestazione unitaria contro lo smantellamento dell’aeroporto che si svolgerà domani 19 novembre a Foggia. Alle 9.30 è previsto il concentramento in Villa Comunale e alle 11.30 il comizio in Piazza Cesare Battisti. Alla manifestazione hanno aderito, oltre che le principali sigle sindacali, molti Comuni della Capitanata fortemente penalizzati dal depotenziamento in atto dello scalo dauno.

La protesta vuole mobilitare tutto il territorio provinciale nella riaffermazione della sua centralità nel sistema dei trasporti regionale e nazionale, un sistema a forte rischio a seguito dei tagli alle risorse, con gravi conseguenze per il trasporto da e per la Capitanata. Tagli che non riguardano solo il trasporto aereo ma anche ferroviario, con la riduzione di molti treni a lunga percorrenza lungo la linea adriatica.


  Ufficio Stampa (foto: ilmeteo.it)

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

-- 23/11/2011 -- 09:14:25 -- vincenzo

... Per la buona pace, finalmente!, di coloro che piansero quando furono estirpati i lecci di Corso Umberto I, dedicati, appunto, a quei caduti, per dar posto alla sontuosa (ma nuda) piazza antistante il Palazzo San Francesco, che ospita il Municipio!

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 3509

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.