Testa

 Oggi è :  13/04/2024

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

28/10/2011

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

AMORE E VINO

Clicca per Ingrandire E’ un po’ di tempo che non ci occupiamo del nostro concittadino Pietro Ragni, pur continuando a seguirlo piacevolmente nelle sue “peregrinazioni musicali” che ne confermano ogni volta abilità e bravura. Forse perché il suo raggio d’azione è ben lontano da noi. Ma questa volta non possiamo esimerci dal partecipare il prossimo impegno organizzato, con l’Associazione di cui è co-fondatore, per il 7 novembre nella Sala Locatelli di Bergamo alta e nell’ambito della rassegna “I Lunedì dell’Estudiantina”. Una serata “d’amore e di vino” - recita il titolo - con parole di poeti classici (Alceo, Saffo, Catullo, Orazio) e moderni (Carducci, D’Annunzio, Quasimodo, Neruda, Merini ed altri ancora.) e note di autori rinascimentali (Sanz e Dowland), classici (Paganini, Sor, Tarrega e Regondi) e moderni (Albeniz, Gismonti, Brower).

La serata propone, con la voce al leggio di Gabriele Laterza, i temi dell’amore e della convivialità, legati a quelli della brevità della vita. Da sempre, infatti, arte e cultura si interrogano sul senso della vita, a partire in particolare dalla considerazione della sua brevità. La consapevolezza che l’ora del vivere è breve porta poeti e musicisti a vedere nell’amore, nella convivialità e nel vino, possibili risposte laiche da proporre per vivere intensamente il presente (tema del “carpe diem”, cioè del vivere il personale ‘oggi’, senza domandarsi nulla sul proprio futuro). Nella letteratura queste tematiche sono presenti fin dalla nascita della poesia lirica: si pensi ai lirici greci Alceo, Mimnermo, Saffo; ai latini Catullo, Orazio, Tibullo.

Anche la letteratura medievale, ad esempio con Francesco Petrarca, si è occupata del sentimento della brevità della vita, ripreso poi dal Rinascimento con Lorenzo il Magnifico (“Quant’è bella giovinezza…”) e dagli scrittori più vicini a noi: Gabriele D’Annunzio, Salvatore Quasimodo e Alda Merini. Anche altre letterature si sono occupate della tematica. Basti citare il nome di William Shakespeare, che nelle sue opere affronta spesso l’argomento. La chitarra di Mario Rota accompagnerà le letture proponendo un repertorio di brani che hanno reso celebre lo strumento dal Rinascimento fino ai giorni nostri.

D’altra parte, il carattere intimistico, riflessivo ma anche festoso e spensierato che la chitarra sa esprimere attraverso le proprie corde ben si accompagna ai sentimenti che i testi scelti evocano. Protagonista della parte musicale sarà anche il mandolino. La musica da sempre contribuisce a addolcire e dimenticare l’amara verità della brevità della vita. Ebbene, spesso lo fa con strumenti, proprio come il mandolino, da sempre considerati evocatori di allegria e spensieratezza.


LA SCHEDA (“I Lunedì dell’Estudiantina”) = Nella scorsa edizione della rassegna, la presenza costante di pubblico e il livello espresso dai musicisti ospitati ha ampiamente ripagato gli sforzi della Associazione per dare un contributo all’attività culturale sul territorio. Gli obiettivi di questa seconda edizione restano gli stessi: mettere in evidenza il mandolino e il repertorio a esso collegato, con un’attenzione particolare agli autori bergamaschi che hanno scritto per questo strumento, e far dialogare il mondo accademico con l’amatoriale, entrambi chiamati a condividere un’esperienza artistica che non rinunci alla qualità delle proposte musicali. La storica Estudiantina Bergamasca (E.B.) si occupò di fare orchestra, organizzare eventi musicali e diffondere e divulgare l’arte mandolinistica attraverso corsi di strumento a pizzico e plettro.

Ma è soprattutto l’aspetto amatoriale (di chi ha passione per la musica) che traspare dall’esperienza della storica E.B., lo stesso che anima il progetto musicale, didattico e concertistico del sodalizio. “I Lunedì dell’Estudiantina” vedono la fattiva collaborazione fra associazione Estudiantina Ensemble Bergamo, Fondazione e Amici della MIA, Istituto Superiore di Studi Musicali Donizetti e Assessorato alla Cultura del Comune di Bergamo.

 Redazione

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 3800

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.