Testa

 Oggi è :  04/06/2020

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

28/10/2011

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

LA BITREL SALE IN COLLINA

Clicca per Ingrandire A “Vie Sacre del Sud” è arrivato il momento di Lucera, Troia e dell’immenso patrimonio culturale rappresentato in Capitanata dai trenta Comuni dei Monti Dauni. Questa sera, venerdì 28 ottobre, il nuovo padiglione della Fiera di Foggia (che ospita fino a domani il “Primo Salone dei percorsi e delle manifestazioni del sacro in Puglia” nell’ambito della BitRel) diverrà il palcoscenico di "Per Grazia Ricevuta - Tableaux Vivants dall'Opera di Michelangelo Merisi da Caravaggio". La performance della compagnia “Teatri 35” avrà luogo alle 19.30. E’ una co-produzione del Festival Troia Teatro e sarà accompagnata da una proiezione di immagini delle maggiori attrazioni del turismo religioso sui Monti Dauni: dalle cattedrali romaniche ai monasteri medievali, dai musei di arte sacra ai santuari, dai riti suggestivi della settimana santa agli eventi della religiosità popolare legata al natale.

Nel corso della permanenza in Fiera, l’associazione “A.C.T! Monti Dauni” si occuperà di presentare alcune delle maggiori attrazioni dell’offerta turistica dei Monti Dauni ai buyers della “Borsa del Turismo Religioso, dei Pellegrinaggi e dei Cammini”. “Vie Sacre del Sud” sarà visitabile al pubblico oggi (dalle 17 alle 21) e sabato (apertura straordinaria dalle 9.30 alle 13 e serale dalle 17 alle 21). L’ingresso è gratuito e per ammirare il “Primo Salone dei percorsi e delle manifestazioni del sacro in Puglia” non si deve fare altro che farsi accogliere dalle luminarie poste su viale Fortore, all’ingresso del Padiglione 71, per poi immergersi nell’atmosfera d’incanto creata nei nuovi spazi espositivi del quartiere fieristico dove, in poco più di 2mila metri quadrati, sono state ricostruite le tappe della Via Francigena in Puglia e le meraviglie delle feste patronali che illuminano di fede e partecipazione i 258 Comuni del “Tacco d’Italia”.

Oggi e domani, inoltre, “Vie Sacre del Sud” renderà onore con grazia e leggerezza alla Madonna dei Sette Veli, dedicando all’icona più cara ai foggiani una mongolfiera di carta. Sabato 29, con l’apertura straordinaria mattutina e serale, il Salone verrà allegramente invaso dalle scolaresche del capoluogo che avranno una guida d’eccezione: sarà Maria Elvira Consiglio - vicepresidente della Provincia di Foggia e assessore alle Politiche Scolastiche - a guidare i ragazzi nel percorso che svela, assieme agli spettacolari allestimenti, le “Cattedrali di Luce” della Puglia, i colori e la devozione delle Confraternite, la bellezza autentica e senza tempo della partecipazione popolare ai riti che perpetuano e rinnovano il sentimento religioso.

“Vie Sacre del Sud, Primo Salone dei percorsi e delle manifestazioni del sacro in Puglia”, si configura come una delle novità più interessanti della BitRel, l’iniziativa a marchio Promodaunia promossa dalla Regione Puglia e organizzata dalla Provincia di Foggia (ente capofila), in collaborazione con la Camera di Commercio, l’Ente Fiera di Foggia e i Comuni di Monte Sant’Angelo, San Giovanni Rotondo e Foggia (info e programma: www.bitrel.it)


LA SCHEDA (I Monti Dauni alla Bitrel) = I trenta Comuni dei Monti Dauni, insieme, esprimono la ricchezza di oltre 500 fra chiese, abbazie, castelli, siti d’interesse comunitario, musei etnografici e ben otto paesi certificati con marchi di qualità turistico-ambientali. Fiumi, laghi, riserve faunistiche dei Monti Dauni rappresentano un unicum ambientale preziosissimo, un vero e proprio giacimento di biodiversità da salvaguardare e promuovere. In Puglia, i Piccoli Comuni sono 87 e di questi 38 si trovano in provincia di Foggia, un’area che detiene alcuni curiosi primati.

E’ qui che si trova il paese meno popoloso della Puglia, Celle di San Vito: 186 abitanti. In Capitanata c'è la vetta più alta della regione: Monte Cornacchia. Sui Monti Dauni si arrampicano i paesi più alti della vecchia Apulia: Faeto e Monteleone. Ed è in questo ampio fazzoletto di terra, pari al 10 percento dell’intera superficie regionale, che albergano le specie animali e vegetali più selvatiche e preziose: lupo, cinghiale, volpe, falco, popolano aree boschive ricche di sorgenti, funghi, tartufi, erbe spontanee e officinali.

Ai trenta centri dei Monti Dauni, cerniera e anello di congiunzione con le regioni confinanti (Molise, Campania e Basilicata), la Puglia deve un altro primato che sa di eccellenza: sui sei Comuni cui il Touring Club Italiano ha riconosciuto la “Bandiera Arancione”, marchio di qualità turistico ambientale, quattro si trovano sulle alture della Capitanata: Alberona, Orsara di Puglia, Pietramontecorvino e Sant’Agata di Puglia. Sui nove Comuni pugliesi cui l’Anci ha conferito il riconoscimento di “Borghi più belli d’Italia” sono quattro i paesi dell’Appennino Dauno. Nell’uno e nell’altro caso, quei riconoscimenti rappresentano l’evidenza di un patrimonio paesaggistico, archeologico e culturale di grandissimo valore e dall’alto potenziale di sviluppo.

I Monti Dauni vantano un altro curioso primato, quello del “paese più titolato” della regione. Si tratta di Orsara di Puglia, delizioso borgo di 3mila anime che ha messo in fila una serie di importanti riconoscimenti: la Bandiera Arancione del Touring Club, l’ingresso nella rete di qualità promossa da Cittaslow e il marchio di “Comune Amico del Turismo Itinerante”. A Lucera, Città d’Arte a sedici chilometri da Foggia, sorge il castello medievale più grande d’Europa per estensione della sua cinta muraria lunga 900 metri.

In tutta la provincia di Foggia vi sono ben 35 castelli visitabili fra cui la già citata Fortezza Svevo-Angioina di Lucera, il Castello di Re Manfredi a Manfredonia, la cittadella fortificata dei nobili di Bovino, la fortezza di Vieste a strapiombo sul mare. Nella sua seconda edizione, oltre alle attività del Salone di “Vie Sacre del Sud”, ai Monti Dauni la Bitrel ha dedicato gli educational tour che hanno portato i buyers di ventuno Paesi del mondo a visitare il Castello e la Cattedrale di Bovino, il Polo Museale di Ascoli Satriano coi suoi grifoni policromi, il Duomo di Lucera e i luoghi sacri della Città d’Arte.




  Ufficio stampa

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 3234

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.