Testa

 Oggi è :  16/06/2019

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

07/10/2011

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

IL “CUOCO CONTADINO”

Clicca per Ingrandire Domenica 9 ottobre, al 16.mo “Appuntamento con la Daunia” di Peppe Zullo, Carlo Petrini e Oscar Farinetti - fondatore del movimento internazionale Slow Food che promuove la produzione di cibo su piccola scala, sostenibile, di qualità, e l’anima di Eataly, il più significativo mercato globale per il posizionamento della gastronomia italiana di eccellenza - saranno insieme a Orsara di Puglia per celebrare i 25 anni di attività del “cuoco contadino”.

“L’Italia che vorremmo” è il tema dell’incontro che inizierà alle 11 a “Villa Jamele” nel segno della storia, dei 150 anni dell’Unità, delle tradizioni e della cultura contadina, nel solco della terra, generosa e rassicurante, fonte inesauribile di tesori, colori e sapori che sono parte di noi, all’insegna del rispetto per chi si impegna quotidianamente in un’azione esaltante di salvaguardia del cibo come “valore”, del lavoro come cultura e come servizio, arricchita dal coraggio, dalla genuinità e dall’onestà.

Una giornata dedicata al ruolo e al carisma di contadini e pastori, esaltando un’agricoltura sana e naturale, che si snoderà fra degustazioni, confronti, dibattiti e convegni, con lo sguardo rivolto all’Italia del futuro. Dopo l’introduzione del sindaco di Orsara, Mario Simonelli, seguiranno i saluti dell’assessore regionale all’Agricoltura Dario Stefàno e del presidente della Provincia di Foggia Antonio Pepe. L’incontro fra il profeta di Slow Food e l’ideatore di Eataly sarà coordinato dall’esperto di marketing dei territori, Federico Massimo Ceschin.

Il giorno successivo, lunedì 10, fra le cantine di Piano Paradiso e Villa Jamele, ancora una giornata pugliese dal respiro internazionale: interverranno Donato De Santis, proprietario del ristorante “El Paraiso” di Buenos Aires - già cuoco di Versace e Madonna, - Antonio Campanile della Media Press di Zurigo e Vito Esposito, noto importatore di prodotti agroalimentari, “pugliesi nel mondo” che incontreranno l’assessore regionale al Welfare, Elena Gentile.

“Questo momento straordinario - anticipa il ‘cuoco contadino’ - esalterà i valori e il saper fare della gente dauna, dei pugliesi, ma anche degli amici produttori, trasformatori e chef che ci raggiungeranno dall’Irpinia, dalla Lucania, dal Molise, dall’Abruzzo, in un percorso simbolico che ricorda la Transumanza e ci rende orgogliosi di appartenere a questa terra, meridionale, mediterranea, che è stata e rimane nonostante tutto, un grande patrimonio di identità da preservare e valorizzare”.

Le risposte non si sono fatte aspettare. Stanno giungendo da ogni parte, per sottoscrivere il “Manifesto” che Peppe presenterà alla presenza dei due testimoni d’eccezione: Carlo Petrini e Oscar Farinetti. Prende così sostanza l’idea lungamente covata di una “Alleanza per la Qualità Territoriale” capace di tutelare, promuovere e valorizzare la terra, il ruolo del locale opposto al globale, dell’originale che rifiuta e contrasta l’omologazione, del ruolo mai abbastanza celebrato dei contadini e dei pastori, della funzione talvolta virtuosa dei campanili.




 FB

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 655

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.