Testa

 Oggi è :  16/06/2019

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

06/06/2008

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

JENNY, “L"USIGNOLO DEL GARGANO” (ci piace chiamarla così)

Clicca per Ingrandire Giovanna (o Jenny, per chi l’ammira sulle scene dei palcoscenici romani… e non), un’amica dal cuore grande come un grattacielo e il coraggio di una tigre malese, gradualmente è arrivata laddove ha sempre avuto in mente di arrivare: far conoscere al grande pubblico la sua voce, che definire meravigliosa è altamente riduttivo e, nei suoi confronti, offensivo. Basta sentirla cantare una sola volta per costringersi a chiederle il bis e il bis del bis, e via di questo passo. Non ti stanchi mai di ammirarne virtuosismi e vocalizzi di una estensione che ha del portentoso.

A noi di una certa età ricorda “l’usignolo delle Ande”, la celeberrima Yma Sumac che dalle montagne peruviane lanciava il suo osanna alla vita, alla natura, all’umanità con una potenza espressiva da far venire la pelle d’oca. Se Jenny, o Giovanna che dir si voglia, si cimentasse in uno dei grandi successi della Sumac scommetteremmo una cena che riuscirebbe a eguagliarla. Questo per far capire a chi ci legge il mistero che si nasconde nella sua ugola, un mistero difficilmente svelabile perché viene da un dono che non si può spiegare.

L’excursus esistenziale della cantante romana è lungo e talora difficile, ma in ogni circostanza ha saputo superare le varie avversità con quella sua “joie de vivre” che la rende unica, non-clonabile, inimmaginabilmente diversa nella piattezza mediocre che - salvo alcune rare eccezioni – il mondo della musica ci propina nel quotidiano. Legata a un repertorio “evergreen” internazionale arricchito, tanto per gradire, da suggestioni partenopee, è una professionista nata, pur nel suo “dilettantismo” musicale, al punto da essere “rifiutata” dal maestro Pregadio (sì, quello della Corrida televisiva di Canale 5) perché troppo professionista per essere una “dilettante allo sbaraglio”!

Non lascia nulla al caso e si prepara puntigliosamente solo per il gusto di fare le cose perbene e ritrovare nella sua arte la gioia di fare felice il pubblico, qualsiasi pubblico, che sia televisivo, di una piazza, di un karaoke, di una villa comunale, di un pub all’aperto. Quando comincia a sciorinare nella brezza delle sere di Peschici (dove trascorre le sue vacanze estive con l’inseparabile famiglia) il gorgoglio sonoro di echi radicati nelle viscere della terra come un diamante prezioso, non finiresti mai di ascoltarla. E lei si concede felice, conscia di aver provocato sensazioni di benessere, consapevole di aver toccato le più intime corde dell’animo umano.

Le auguriamo di non fermarsi mai e di continuare a salire nel cuore del suo pubblico. Brava Jenny!

Admin

Per poterla ascoltare vi forniamo due indirizzi web. Un bel copiaincolla... et voilà: http://it.youtube.com/watch?v=Qae56T1BvKQ e http://it.youtube.com/watch?v=dXIHRtesWgM


 Redazione

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 737

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.