Testa

 Oggi è :  06/07/2020

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

27/04/2011

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

STEFANIA NON SI RAVVEDE

Clicca per Ingrandire Il ministro dell’Ambiente Stefania Prestigiacomo (foto 1 sotto; ndr) ha incontrato oggi pomeriggio i parlamentari Antonio Pepe, presidente della Provincia di Foggia, Carmelo Morra, Antonio Di Staso, Sabrina De Camillis, Michele Bordo, Barbara Matera, Stefano Pecorella, commissario del Parco del Gargano, Enrico Di Giuseppantonio, presidente della Provincia di Chieti e Franco Moroni, delegato agli affari petroliferi della Provincia di Chieti. Nel corso dell’incontro sono state affrontate le problematiche emerse in seguito alla concessione del parere positivo sulla valutazione di impatto ambientale su un programma di ricerche di idrocarburi in una zona di mare al largo delle coste abruzzesi, molisane e pugliesi.

Il ministro nel corso della riunione ha fornito ampie rassicurazioni sulla tipologia e la qualità delle verifiche che sono state svolte coinvolgendo i massimi organi istituzionali in materia di tutela ambientale (Ispra). Gli accertamenti svolti, corredati da autorevolissimi e rigorosi pareri tecnico-scientifici - è stato ribadito - sono tali da escludere qualsiasi conseguenza del programma di ricerca sull’ecosistema. Stefania Prestigiacomo ha inoltre sottolineato come dallo scorso anno sia in vigore una normativa che ha modificato in senso estremamente restrittivo la disciplina dei permessi di ricerca e della coltivazione di idrocarburi.

Oggi non è più possibile richiedere permessi per zone di mare che siano a meno di 5 miglia dalla costa, un limite che viene spostato a 12 miglia dal confine esterno della zona protetta ove l’area marina sia tutelata da normative nazionali o locali. Limiti che nel caso specifico sono stati osservati rigorosamente. Nel corso dell’incontro è stato inoltre ribadito come il decreto del Ministero dell’Ambiente sia una tappa dell’iter autorizzatorio che si conclude al Ministero dello Sviluppo Economico (Mise). Il ministro dell’Ambiente, su richiesta delle istituzioni locali chiederà al Mise la convocazione formale di una conferenza di servizi, per una maggiore informazione, trasparenza e coinvolgimento di tutte le istanze del territorio, prima della conclusione dell’iter autorizzatorio.

Il ministro ha infine preso atto della proposta del commissario del Parco del Gargano, Stefano Pecorella, di richiedere una riperimetrazione della zona di tutela attorno all’Area Marina Protetta delle Isole Tremiti (fonte: Ministero dell’Ambiente).


COMUNICATO STAMPA DEL COMITATO PROMOTORE NO-PETROLIO IN ADRIATICO = Tutti A Termoli il 7 maggio, ore 10. La Provincia di Foggia si mobilita contro le trivellazioni - Associazioni ambientaliste, gruppi garganici organizzati, comitati di tutela del mare, associazioni di tutela dei consumatori, consorzi operatori turistici, rappresentanti delle Amministrazioni locali delle Regioni Puglia, Molise e Abruzzo, i principali Comuni delle province di Foggia e Campobasso, daranno vita a Termoli il prossimo 7 maggio a partire dalle 10 a una delle più grandi mobilitazioni per tutelare le Isole Tremiti e l’intero mare Adriatico dalle introspezioni petrolifere.

Alla manifestazione nazionale, che si terrà nell’area portuale di Termoli, hanno già aderito numerosi Comuni della provincia di Foggia, tra cui: Vico del Gargano, Rodi Garganico, Mattinata, Peschici, San Severo, Foggia, Lucera, Carpino, Manfredonia, Vieste, Cerignola, San Giovanni Rotondo e Serracapriola. Molti altri Comuni e rappresentanti delle istituzioni e del mondo politico aderiranno nelle prossime ore. Hanno assicurato la loro presenza i rappresentanti della Regione Puglia: Marino, Lonigro, Gatta, Di Gioia, Damone, De Leonardis e Introna, e gli europarlamentari Tatarella e Matera.

Le adesioni ricevute finora:
Comune di Termoli (Campobasso)
Comune di Città Sant'Angelo (Pescara)
Assoturismo Abruzzo - Giulianova (Teramo)
Sì energie rinnovabili, no petrolio - Monopoli (Bari)
No scorie Trisaia - Rotondella (Matera)
Organizzazione Lucana Ambientalista - Potenza
Task Force Ambientale (Teramo)
Stoppa la Piattaforma - Sciacca (Agrigento)
Comitato Abruzzese del Paesaggio (Pescara)
Italia Nostra - Pescara
Città Plurale - Matera
Marevivo - Bari
Istituto Scolastico Cesare de Titta - Lanciano (Chieti)
Movimento 5 Stelle - Rovigo
Nuovo Senso Civico - Lanciano (Chieti)
Ola Channel - Venosa (Potenza)
Centro Turistico Giovanile - Bari
Comitato No Petrolio - Tollo (Chieti)
Costituente del Parco della Costa Teatina - Vasto (Chieti)
Wwf Zona Frentana e Costa Teatina (Chieti)
Centro Turistico Giovanile "Egnatia" - Monopoli (Bari)
Comitato Abruzzese Difesa Beni Comuni - Tortoreto (Teramo)
Emergenza Ambiente Abruzzo - Pescara
Chietiscalo.it - Chieti
Associazione Tutela e Salute dell'Ambiente di Basilicata - Potenza
Adiconsum Foggia
Legambiente prov.di Foggia
Ambiente e/è vita - vicesegretario regionale dott. Schiavone
Confcommercio
Gargano Libero
Apt Prov.le - Foggia
Fai - Foggia
Fai - Vasto
Wwf Abruzzo
Wwf Molise
Marevivo - Roma
Associazione Libera - Termoli
Comune di Foggia
.....San Severo
Vico
Manfredonia
Rodi
Mattinata
Lucera
San Nicandro
Carpino
Vieste
Serracapriola
Presidente della Provincia di Foggia Antonio Pepe
Consiglieri Regionali: De leonardiis, Marino, Lonigro, Gatta, DiGioia, Damone
Europarlamentari Barbara Matera e Salvatore Tatarella... e siamo in attesa dei leader nazionali...


 Corriere del Mezzogiorno + Redazione

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

-- 28/04/2011 -- 10:34:18 -- ANTONIO

In caso di incidenti non vi è Prestigiacomo che tenga. Prevenire è meglio che curare! Un Ministro dell'Ambiente che minaccia la Natura è un problema da rimuovere. Un Ministro che non tutela l'Ambiente per il quale è predisposto merita di fare altro. Ovvero fare le valigie! Mobilitiamoci per le sue dimissioni! Cosa che dovrebbe fare anche tutto il resto del Governo. E cioè andare a casa! La Salute e la Sicurezza sono più importanti e prioritari rispetto ad ogni altro ragionamento o nella scala delle scelte! MINISTRO DIMETTITI !

-- 28/04/2011 -- 10:44:19 -- ANTONIO

IL FUTURO E' UNA COSA SERIA ! MERITA RISPETTO ! W IL GARGANO LIBERO, SANO, SICURO, E BELLO! SIAMO PIU' FORTI DEL MINISTRO.

-- 28/04/2011 -- 10:49:35 -- ANTONIO

Chi mette a rischio la Natura ed i Cittadini è destinato a soccombere perchè offende anche lo Spirito!

-- 28/04/2011 -- 10:54:26 -- ANTONIO

LA DOLCEZZA E BELLEZZA DEL GARGANO E' PRESENTE QUANTO L'ASPREZZA E FORTEZZA MILLENARIA DELLA TERRA DI CUI E' ESPRESSSIONE, CAPACI DI FAR RITORNARE L'ANIMO GENTILE E DOLCE PROPRIO DELLO STESSO MINISTRO. LA CUI IMMAGINE E' OGGI IN AFFANNO! IL RISCHIO DI UNA TRIVELLA NON VALE LA CANDELA DI CIO' CHE E' FRUTTO DI UNA SCELTA DI SFRUTTAMENTO DETTATA DAL MOMENTO! E CHE PURE HA UN LIMITE IN QUANTITA' E DURATA! DEL RESTO TUTTO PASSA E FINISCE! IL GARGANO INVECE NON HA LIMITI DI TEMPO PERCHE' DA SEMPRE RESISTE!

-- 28/04/2011 -- 11:26:54 -- ANTONIO

Il consumismo prima Ti sfrutta e poi Ti butta! Ed il Gargano non è una Terra da buttare. Bensì da da salvaguardare! IL GARGANO E' UN PATRIMONIO NATURALE PIU' DEL PETROLIO! NON POSSIAMO CORRERE IL RISCHIO! ... DI METTERLO IN PERICOLO! METTERE IN FORSE LA SOPRAVVIVENZA-ESISTENZA DI CIO' CHE E' ORIGINALE, UNICO, ED IRRIPETIBILE E' UN FATTO CHE DI PER SE' TURBA! LA NATURA E' UNA DIMENSIONE-ENTITA'PIU' GRANDE E PIU' POTENTE DEGLI UOMINI, PERCHE' LA STESSA CI COMPRENDE E CI INCLUDE, E SFUGGE A QUALSIASI NOSTRO CONTROLLO: POICHE' CIO' CHE VEDIAMO E' AL SERVIZIO DI TUTTI E DUNQUE DELLO SPIRITO. LA NATURA E L'AMBIENMTE SPETTANO AL DIVINO PADRE ETERNO. LASCIAMOLA STARE COSì COM'E'! GLI UOMINI SOLITAMENTE CREANO SOLO DISASTRI, OVVERO GENERANO ROVINE O DISTRUZIONI. RIFLETTIAMO SU QUESTO! E, RICORDIAMOCI DEL DISASTRO DEL GOLFO DEL MESSICO E DI QUANT'ALTRO HA ROVINATO IL MONDO|

-- 28/04/2011 -- 12:07:47 -- ANTONIO

CARO SIGNOR MINISTRO:RIFLETTA! LE PERSONE ED I GOVERNI PASSANO DI CONSEGNA MA TERRA RIMANE E RESISTE: COME IL GARGANO.

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 382

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.