Testa

 Oggi è :  13/08/2020

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

04/04/2011

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

PACE? SI PUÒ!

Clicca per Ingrandire Prenderà il via alle 9 e proseguirà per tutta la giornata fino alle 19 di sabato 16 aprile nella centralissima piazza Sant’Oronzo di Lecce la 4ª Giornata dei Giovani per la Pace e per l’Unità. Nella successione di eventi, questa quarta Giornata giunge dopo quella del 23 maggio 2009, in cui migliaia di giovani hanno realizzato la gigantesca Stella Umana di Pace, dopo quella del 14 novembre 2009 in cui è stata cucita la più Grande Bandiera della Pace del mondo e dopo quella dell’8 maggio 2010 in cui i ragazzi hanno inscenato la protesta dei Poster Viventi contro l’abuso dei giovani come soldati.

A giudicare dalla grafica e dal programma in scaletta per questa quarta giornata, i ragazzi del gruppo “Gpace-Giovani per la Pace” (www.gpace.net) hanno progettato una manifestazione che sarà ancora una volta un vero e proprio spaccato della loro realtà, fatta su misura per loro e per ciò cha amano di più. L’idea è di riunire in un unico luogo tante espressioni di creatività ed energia che, attraverso linguaggi, simboli e arte del loro tempo, urlino alla città, al territorio, al Paese e al mondo intero la loro grande convinzione che un pianeta senza guerre sia assolutamente possibile, oltre che dannatamente necessario.

Da dove nasce questa convinzione? Da un semplice dato di fatto e cioè dalla constatazione che oggi, all’attuale generazione di giovani, sembrerebbe a dir poco assurda e impensabile l’idea di un conflitto contro i loro amici francesi, inglesi o americani, seppure per i loro nonni questa idea non sia stata affatto assurda, l’hanno vissuta sulla loro pelle. Quindi, sono bastati in occidente una trentina di anni per trasformare una realtà di guerra spietata in una sensazione di pace consolidata. E come è avvenuto qui da noi, così è possibile avvenga anche in Africa, in Medio Oriente e in tutte le aree che oggi sono in conflitto. Con una sola differenza: che oggi può e deve avvenire più in fretta.

Ed è proprio questo il messaggio che i ragazzi vogliono lanciare riempiendo la piazza di suoni, colori, balli e movimenti il prossimo 8 maggio. Ci saranno dj-set con i più quotati vocalist e “maestri” della consolle (Maurizio Macrì, Marco Guacci, Paolo Foresio, Max Del Buono…) che ’pomperanno’ musica e creeranno la colonna sonora ideale di base per tutte le altre attività, ci saranno i writers, ossia gli artisti della bomboletta dell’Associazione “Officina Mentis” che realizzeranno in tempo reale pannelli coloratissimi in tema di pace e integrazione, ci saranno i rappers con brani propri e cover che con rime sincopate si esibiranno per i tantissimi amanti del genere, ci saranno i mitici breakers, gli amanti della break dance che a turno eseguiranno le loro mille acrobazie a suon di musica. Infine ci saranno i giovani, loro, i veri protagonisti, che parteciperanno all’iniziativa anche con un’arte propria, ossia indosseranno t-shirt con slogan e decorazioni realizzati da se stessi.

 Comunicato

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 2982

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.