Testa

 Oggi è :  15/07/2024

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

23/03/2011

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

IL “RISORGIMENTO” A CERIGNOLA

Clicca per Ingrandire Un trionfo per la Grande Orchestra di Fiati “Ligonzo” Città di Conversano (Bari), che ha suonato il “Risorgimento” a Cerignola, evento musicale in onore del 150° Anniversario dell’Unità d’Italia intitolato ‘Concerto del Risorgimento’. “Una giornata all’insegna dell’amor di Patria che ha voluto dare il giusto riconoscimento anche alla tradizione bandistica pugliese. Da qui l’idea di un grande concerto pubblico”. Così Gianfranco Martello, ideatore e organizzatore dell’evento realizzato in collaborazione con la Ligonzo e il patrocinio di Comune, Presidenza della Consulta per la Cultura, e il grande impegno del consigliere Conte.

Tutto è iniziato con una magistrale sfilata della Grande Orchestra in grande uniforme (della quale Martello è stato componente per anni nel ruolo di flicorno baritono solista) per le vie della città, preceduta dalle guardie giurate dell’istituto di vigilanza S.O.S. di Cerignola, che per l’occasione hanno reso onore alla banda portando il suo stendardo. La suggestiva marcia si è interrotta per un break davanti al prestigioso “Bar Roma”, che per l’occasione ha allestito il tricolore e ha realizzato una torta e dolci per orchestrali e passanti.

Emozionante l’esecuzione dell’Inno di Mameli con lancio di bigliettini e palloncini tricolore. La sfilata ha raggiunto la Villa Comunale per rendere omaggio a Garibaldi, con l’esecuzione davanti al suo monumento di alcune rinomate marce sinfoniche. Ultima tappa il Teatro Mercadante (foto 1 sotto; ndr), dove è giunta sfilando lungo il corso principale.

“Facile sentire tutti uno spirito patriottico in questi momenti - ha detto Martello ricordando i momenti più salienti della giornata. - Facile riuscire a commuoversi alle prime note dell’inno di Mameli, grazie anche alla musica che unisce il mondo come una lingua universale. Per questo mi sento di ringraziare la Banda di Conversano, diretta dal maestro Schirinzi. Ha regalato alla città una serata indimenticabile, anche per i più giovani. Come ringrazio il pubblico mai così numeroso” (a malincuore gli organizzatori hanno dovuto chiudere l’ingresso dopo l’inizio del concerto).

Speciale l’idea della dama vestita in tricolore che ha accolto il numeroso pubblico all’ingresso del teatro consegnando alle donne un cioccolatino, “Dama Italia”, creato per l’occasione dal Bar Roma; nonché fiori e bandierine tricolore, una scena sicuramente inimmaginabile per i più disincantati, per gli scettici, per i cinici di questi tempi. “Eppure la gente era lì, ad aspettare l’Italia di Puccini, Verdi, Mascagni, Rossini. Una Italia a volte un po’ ridicola, a volte robusta come i tronchi dei nostri ulivi, una Italia che passa anche dalla piccola provincia e appassiona attraverso la piccola editoria, la piccola stampa, la piccola politica, quel mondo popolato, in tutti i settori, dagli entusiasti, da chi ha passione e amore per ciò che fa e non si lascia sconfiggere dalla mediocrità. Pronti ogni giorno a combattere contro un mondo di opachi.

Così in questa piccola Italia, quella delle sue province, troviamo i veri italiani, come è stato a Cerignola, dove tutti in fila per entrare in un “piccolo” teatro, i cerignolani sono stati travolti da un’atmosfera d’altri tempi, quasi verdiana. E queste sensazioni erano così reali che sulle note del “Va’ Pensiero” alcuni non hanno esitato a intonare le parole che più ci portiamo dentro, pur senza averle mai imparate, quasi fossero parte di noi. Per ben tre volte è stato intonato il nostro inno, a dispetto dell’indifferenza che sembra esserci al Sud e contro la disinformata storia sbandierata da alcuni al Nord.

Splendido il percorso musicale attraverso le più celebri opere: Nabucco, Traviata, Tosca, Rigoletto, Turandot, concluso con le note di film felliniani. “Sono troppi 150 anni per non essere celebrati - ha detto il sindaco Giannatempo - e sono troppo importanti ora”. Emozionante il momento della consegna di targhe-ricordo attribuite alla Grande Orchestra da Amministrazione comunale e ProLoco fra cui quella consegnata dall’organizzatore al M.tro Schirinzi e alla stessa orchestra in segno di amicizia e stima per aver eseguito con maestria e professionalità il “Concerto del Risorgimento”.

G. M.

 Comunicato

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 3237

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.